Cronaca

Turismo slow e sostenibile. C’è tratta Rocchetta Sant’Antonio-Avellino


Di:

Foggia. “Promouovere il turismo ferroviario lento e sostenibile è l’obiettivo della legge che la Ca-mera ha approvato con la sola astensione del M5S e che mi auguro sia licenziata presto dal Senato per diventare operativa e offrire una nuova opportunità di sviluppo alle comu-nità delle aree interne”. Lo afferma l’on. Colomba Mongiello, componente della Commis-sione Agricoltura della Camera e tra le firmatarie della proposta di legge che contempla anche la tratta interregionale Rocchetta Sant’Antonio-Avellino tra quelle classificate come ‘turistiche’.

“L’area di confine tra la Puglia e la Campania, tra Monti Dauni e Irpinia, è terra ricca di bellezza paesaggistica, di tradizioni enogastronomiche e di retaggi storici. Luoghi in cui il concetto di solitudine è pienamente comprensibile e che rappresentano essi stessi sug-gestive opere d’arte. Avere l’opportunità di attraversarli a bordo di treni che procedono alla giusta velocità con-sente di coglierne appieno il fascino e di vivere un’esperienza assai vitale.

Per realizzare tutto questo è necessario l’impegno condiviso, anche sotto il profilo finan-ziario, di Stato, Regioni e RFI – conclude Colomba Mongiello – al servizio di aree marginali a cui il Parlamento ha offerto una chance di sviluppo”.

Turismo slow e sostenibile. C’è tratta Rocchetta Sant’Antonio-Avellino ultima modifica: 2017-01-25T12:25:34+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This