Manfredonia
Dopo la strepitosa vittoria sul Foggia il team di Coach Ciociola si ferma per il turno di riposo previsto per la decima giornata

Basket, irrestibile Angel Manfredonia

A seguire turno infrasettimanale a Bari (2 marzo) e match con Ostuni al PalaScaloria domenica 6 marzo. Vietato abbassare la guardia!

Di:

Manfredonia, 25 FEBBRAIO 2016. Pubblico delle grandi occasioni, atmosfera da big match, derby molto sentito dai tifosi. In questa cornice straordinaria ed entusiasmante una Webbin Angel Manfredonia in grande spolvero ha piegato la Diamond Foggia, in una delle partite più belle giocate al PalaScaloria. Le due squadre si sono affrontate a viso aperto, senza risparmiarsi, in una partita ‘maschia’ che ha infiammato il PalaScaloria. Alla fine l’ha spuntata la Webbin Angel Manfredonia che dopo essere stata avanti per tutto il primo tempo e buona parte del secondo ha subito il ‘ritorno di fiamma’ dei neroarancio che hanno annullato il vantaggio (anche di +12 punti) e, nell’ultimo quarto, raggiunto e superato i padroni di casa. Ma nessuna delle due squadre è riuscita a prendere, negli ultimi 10 minuti regolamentari, sufficiente vantaggio. Si è proceduto quasi punto a punto con una interminabile serie di tiri dalla lunetta per entrambe le contendenti, finché la sirena finale non ha cristallizzato il risultato sul pari 73.

Si è andati all’overtime, con la Webbin Angel Manfredonia in vantaggio psicologico per aver portato gli avversari al tempo supplementare. Altri 5 minuti di ‘battaglia’ sportiva per sancire il vincitore di quello che da più parti è stato definito il match clou della giornata.

Per la Webbin Manfredonia apre le danze Aliberti dalla lunetta, poi un provvidenziale Devin Miller, con due ‘bombe’ di fila dà il primo scossone decisivo e apre la strada alla vittoria finale della Webbin Angel Manfredonia che fissa il punteggio sul 91-87 grazie ad un tap-in di Aliberti sul secondo libero sbagliato da Bohanon.

Una vittoria corale quella della Webbin Angel Manfredonia che vede ben 5 degli 8 atleti scesi in campo in doppia cifra: Miller, Bohanon, Gramazio, Aliberti e Alvisi. Una vittoria che ha fatto letteralmente ‘esplodere’ il boato di un PalaScaloria gremito in ogni ordine di posto.

“Era proprio la giornata “Pro Angel” – ha commentato Dario Salcuni, Team Manager Webbin Angel Manfredonia –. Abbiamo giocato una delle migliori partite di questo campionato e lo abbiamo fatto davanti ad un pubblico straordinario che ha voluto premiare la squadra accorrendo così numeroso al PalaScaloria. Il pubblico è stato il sesto uomo in campo, ha saputo sostenere la squadra nel momento difficile e incitarla a conquistare una vittoria che era a portata di mano. E ai nostri tifosi, Angel Family in testa, va il nostro più sentito ringraziamento. Ora non bisogna abbassare la guardia, ci attendono ancora match molto difficili, sia fuori casa che in casa. A cominciare da quello molto insidioso con Adria Bari in programma mercoledì 2 marzo a Bari”.

Decimo turno lontano dal campo di gioco per la Webbin Angel Manfredonia, che osserverà in quella giornata il riposo. Ma si ricomincia subito dopo. È in programma già mercoledì 2 marzo l’undicesimo incontro di ritorno e la Webbin Angel Manfredonia farà visita all’Adria Bari, per un altro match ostico e insidioso, contro un avversario difficile. Si tornerà a giocare sul parquet del PalaScaloria domenica 6 marzo per il match con Cestistica Ostuni. Vietato abbassare la guardia!

STAY TUNED & … ANGEL IS ALWAYS A GOOD IDEA!

Area Comunicazione – Basket Giuseppe Angel Manfredonia



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!