Manfredonia
Dove sta iniziando la consegna dei kit, le fasce orarie, i recapiti per chiedere ragguagli e ritirare il kit in proprio

Manfredonia, i kit della differenziata porta a porta (DATE, ORARI)

Seguiranno ulteriori e dettagliate comunicazioni sulle modalità e tempistica di consegna nelle altre zone della città e sull'effettivo avvio del servizio di raccolta porta a porta

Di:

Manfredonia. La prima zona ad essere interessata dalla consegna dei kit della raccolta differenziata porta a porta, da venerdì 19 febbraio sino a venerdì 4 marzo, è quella compresa nel seguente perimetro: Via Di Vittorio (dal Commissariato di Polizia al distributore Agip “Mafrolla”), Viale Parco Pellegrino, Via dei Mandorli, Parco dei Cedri, Via Leonardo Da Vinci.

Le fasce orarie di consegna sono le seguenti: 9-12 e 13-17. Nel caso di mancata presenza dell’utente, sarà lasciato nella cassetta della posta un tagliando personalizzato da presentare all’ “Ufficio Raccolta Differenziata”, sito in Via Tratturo del Carmine, a disposizione per informazioni e ritiro kit dalle ore 8.30-12 dal lunedì al sabato.

Altresì, da lunedì 22 febbraio sono a disposizione i seguenti recapiti: 800.724590; 0884.542896; 345.6558565; raccoltadifferenziata@asemanfredonia.it .

Seguiranno ulteriori e dettagliate comunicazioni sulle modalità e tempistica di consegna nelle altre zone della città e sull’effettivo avvio del servizio di raccolta porta a porta.

Ufficio Comunicazione – “A.S.E. Spa”



Vota questo articolo:
11

Commenti


  • Ma che cosa state combinando?

    Per l’umido credo che si profili una grave emergenza sanitaria. Saranno abbondonati migliaia di sacchetti nelle strade/ periferie e zone circostanti Manfredonia. Inoltre con tutti i mostri che stanno in giro..lasciare i bidoni dalle 21,00 in poi sarà una catastrofe. Voglio vedere come faranno con i vecchietti soli i malati di demenza senile e quelli che per un motivo o per un altro non rispettano gli orari..voglio vedere chi si terrà d’estate chili di scorze di melone e pesce in casa o fuori il balcone.


  • gino

    ma questi dicono balle a tutto’oggi, io abito in via coppa del vento nn ho visto nulla, danno numeri.


  • Multe salate

    Spero che si puniscano, anche col penale, gli incivili che non rispetteranno tempi e modalità, si puniscano i vandali e non si permetta a chi vive nei pianoterra (roba da terzo mondo, colpa del comune che rende abitabile anche le topaie), di non lasciare i bidoni tutto il giorno sul marciapiede. Già li sento dire: Chica ci teno ient a munnezze chiu tost ci porta da u sindac !!


  • RIONE CROCE BRONX (Il top della civiltà)

    Tra cacche di cane sporcizie che giace per terra, puzza di fognatura mercatini che vendono le derrate alimentari come il terzo mondo, con questa iniziativa prevedo una munnezza per le strade. Anni fa per motivi tecnici provarano a togliere dei bidoni adibiti a raccolta rifiuti organici, le gente depositava o lanciava nello spazio dove una volta stavano i bidoni la spazzaturam tanto che l’ase riposizionò i bidoni! . Avverrà la stessa cosa anche questa volta, altro che bidoncini, ci saranno montagne di sacchetti accumulati e tantissimi sparsi tra le ruote delle auto in sosta e quant’altro! I


  • Trasferito 78

    Le istruzioni sembrano un pò approssimative: i bicchieri di cristallo ed il pirex non vanno nel vetro, la carta cerata anche se pulita và nella indifferenziata, così come le lampadine con il tungsteno, le bottiglie di plastica vanno sciacquate e tolte ll’etichetta per rientrare in classe A, ecc…………………………Chiarisca ai residenti dove vanno i pannolini, pannoloni, assorbenti, traverse. Le istruzioni sono presenti sul sito dell’ase?


  • Dino

    Dobbiamo essere un pò più pazienti e collaborativi, la raccolta porta a porta abbatte i costi in discarica. L’assessore al Bilancio disse: ogni viaggio in discarica ci costa 800€. Pensiamo anche all’ambiente, cosa lasceremo ai nostri figli? L’inciviltà si può stanare, le discariche no.

    Rimane solo la discarica di Cerignola,hanno chiuso Manfredonia e Foggia è in chiusura, pensiamo ancora di continuare così?
    Armiamoci di buona volontà e non diciamo come faranno le vecchiette o i malati, perchè forse loro lo faranno meglio di noi, inoltre come andavano a buttare l’immondizia prima, loro o chi per essi, così sarà anche in questo modo,appoggiando il bidone fuori casa.
    L’unica raccomandazione è all’ASE: informate più la gente a differenziare al meglio ed essere disponibile nel ritiro l’ingombrante, non deve essere solo nella prima fase e se dovesse capitare che il sistema con i bidoni crea problematiche in posti stretti o inaccessibili, trovate un sistema più efficiente per la raccolta.
    Una buona vigilanza da parte di una squadra di vigili urbani in borghese andrebbe bene da subito contro i trasgressori che poi sono quelli che non pagano la TARI e che non ricevono i bidoni perchè sconosciuti al comune, per questi cosa si prevede,cosa si vuole fare?.


  • Anna

    Io mi chiedo solo una cosa ma chi abita in un condominio di 6 piani come faranno a mettere i bidoni giù al portone tutti sarà una cosa brutta da guardare per me


  • genitore preoccupato

    Le date indicate per la raccolta dell’umido da chi sono state pensate? Abbiamo dimenticato che l’Italia è ancora un paese prevalentemente cattolico dove esiste l’abitudine di mangiare pesce il venerdì. Mi devono spiegare come si fa ad aspettare al lunedì la raccolta dell’umido tenendo dentro casa le lisce dal venerdì!!!! Vogliono anche che si cambino le abitudini alimentari? Hanno ragione i commentatori che mi hanno preceduto….. ci saranno abbandono di buste in ogni angolo recondito del territorio!!!


  • Mariello

    La plastica una volta a settimana?


  • michele

    Vorrei conoscere l’organizzatore di tutto ciò. Spero di poter incontrare coloro che distribuiscono i bidoni vorrei proprio vedere la loro preparazione in merito a come si fa la raccolta differenziata.


  • Alchimista

    Perché la civiltà spaventa? Milano, Torino,Londra, Parigi riescono a fare la differenziata noi no? Per piacere, ci lementiamo solamente e poi? Aspettate, monte Sant Angelo, Lucera, San Severo… Tutti noi no i signori non possono progredire. Certo, sarà difficile disabituarsi alla busta attaccata allo specchietto della macchina, o i negozi a far discarica fuori ai bidoni. È ora di cambiare, bastone e carota e funzionerà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This