FoggiaSan Severo
"La criminalità e la difficile situazione cittadina mettono in ginocchio l’ennesimo esercizio commerciale"

San Severo, chiude attività “Due rapine ravvicinate: basta”

"San Severo e la Puglia vicini al Sindaco Miglio ed alla sua Amministrazione"

Di:

San Severo. La criminalità e la difficile situazione cittadina mettono in ginocchio l’ennesimo esercizio commerciale sanseverese.

La serie di rapine avvenute nelle scorse settimane, infatti, hanno lasciato il segno nel comune dell’Alto Tavoliere, ormai salito ai “disonori” della cronaca nazionale, anche vista l’iniziativa del sindaco Francesco Miglio, che in questi giorni sta portando avanti un personale sciopero della fame per ottenere l’attenzione delle istituzioni statali. A farne le spese è stata, tra le altre, la tabaccheria al civico 33 di via Guareschi, nel quartiere di Città Giardino, bersaglio di ben due rapine a mano armata nel giro di un mese; al colpo messo a segno da due malviventi lo scorso 19 gennaio, infatti, si è aggiunto quello avvenuto tre giorni fa, compiuto da quattro rapinatori, di cui due arrestati la sera stessa dell’accaduto.

Il doppio furto ha tagliato letteralmente le gambe all’attività commerciale, con i gestori che non hanno potuto far altro che affidare ad un manifesto, apparso accanto all’ingresso del tabacchino, con un messaggio breve ma tristemente chiaro: “Dopo aver subito due rapine a mano armata e dopo essere stati completamente “svaligiati” per due volte nell’arco di brevissimo tempo non siamo più nelle condizioni di continuare. Un ringraziamento va alle forze dell’ordine per gli sforzi profusi seppure insufficienti, sforzi resi vani da questo sistema che garantisce chi delinque e punisce chi lavora.. chiediamo scusa alla clientela per il disservizio”.

ph salvatore fratello

ph salvatore fratello

San Severo e la Puglia vicini al Sindaco Miglio ed alla sua Amministrazione: tantissimi gli attestati di solidarietà per l’emergenza criminalità e lo sciopero della fame attuato. A margine della grande attenzione data dai mass media nazionali, regionali e provinciali alla richiesta di aiuto ed attenzione del Sindaco avv. Francesco Miglio e di tutta la sua squadra assessorile – che sono al terzo giorno di sciopero della fame – sulla emergenza criminalità a San Severo, è doveroso registrare le migliaia di attestati di solidarietà pervenuti e le azioni intraprese, una testimonianza di grande vicinanza espressa dal mondo civile, politico, ecclesiastico ed anche da tantissimi cittadini.

“Mi preme ringraziare tutti, ma proprio tutti – dichiara il Sindaco Miglio – per l’affetto e la partecipazione con cui la comunità sta seguendo questa fase particolarmente delicata. Ho ricevuto tante testimonianze che ci incoraggiano e ci spingono ad andare avanti, che ci indicano che abbiamo intrapreso la strada giusta per chiedere con forza e civiltà al Governo di garantire una maggiore sicurezza alla città. Siamo convinti che tante altre iniziative saranno avviate nelle prossime ore, non siamo lasciati soli, lo sentiamo e lo percepiamo. Tutti sono chiamati a manifestare nei modi che vengono ritenuti più opportuni per sostenere questa azione. Ci piace sottolineare come in questa circostanza il mondo politico ci sia vicino, anche quanti, tranne rarissime eccezioni, non risultano appartenere alle forze di questa maggioranza che governa San Severo: devo pubblicamente esprimere i sensi di gratitudine, prima da cittadino e poi da Sindaco, per l’incondizionato appoggio ricevuto da esponenti politici, partiti, movimenti. Grazie anche all’ANCI Puglia, Associazione Nazionale dei Comuni, espressione di amministrazioni di colori ed estrazioni politiche differenti, per il sostegno, grazie di cuore davvero a tutti. La battaglia che stiamo conducendo è la battaglia di San Severo per una città più sicura, più vivibile, più attenzionata dallo Stato” conclude il Sindaco Miglio.

Lunedì 27 febbraio, alle 19,30, nella Parrocchia della Sacra Famiglia, ci sarà un momento di preghiera e di digiuno in risposta agli ultimi episodi di violenza nella nostra città. Infine è pervenuto il seguente messaggio all’Amministrazione Comunale che si riporta integralmente: “’Associazione Liberal di San Severo esprime vicinanza e sostegno al Sindaco e all’Amministrazione Comunale per le azioni promosse a sostegno di una maggiore sicurezza dei cittadini e per la richiesta di adeguati interventi da parte delle Istituzioni competenti. Sui temi della sicurezza e della legalità Liberal non farà mai mancare il suo concreto appoggio considerandole precondizioni indispensabili per ogni processo di crescita civile ed economica”. Il Resp. Ammin. Fabio di Capua

Emergenza criminalità: la Conferenza dei capigruppo consiliari convocata in modo permanente, presto un documento con le richieste per la sicurezza e l’ordine pubblico. Convocazione permanente ed un documento per potenziare l’ordine pubblico e la sicurezza di tutti. E’ quanto scaturisce dalle riunioni sui temi della sicurezza e della legalità che sono stati affrontati dalla Conferenza dei Capigruppo Consiliari di Palazzo Celestini – che comprende sia le forze di maggioranza che di minoranza, quindi la rappresentanza di tutte le forse politiche consiliari – nel corso delle ultime ore e riunioni, anche alla luce dei gravi episodi di criminalità che hanno colpito la Città di San Severo e che hanno determinato la richiesta di aiuto e di ascolto dei vertici dell’Amministrazione verso il Governo ed in particolare il Ministero dell’Interno.

La Conferenza ha chiesto ed ottenuto un incontro con il Prefetto di Foggia, dott.ssa Maria Tirone, con la presenza dei vertici delle Forze dell’Ordine della Capitanata. Nell’incontro, tenutosi ieri, la Conferenza dei capigruppo, in rappresentanza di tutte le forze politiche presenti nel Consiglio Comunale, ha manifestato l’esigenza di intervenire celermente dopo gli incresciosi episodi di violenza e criminalità avvenuti nell’ultimo periodo.

La Conferenza, data la gravità del momento, ha deciso la convocazione in modo permanente ed aperta, anche con i cittadini e le associazioni di categoria, in maniera tale da garantire a tutti la possibilità di proposte e suggerimenti utili. La Conferenza provvederà a redigere un documento, nel quale verranno evidenziate ed elencate le criticità del territorio e le consequenziali richieste per potenziare l’ordine e la sicurezza pubblica.
1. BOCOLA Maria Anna: Presidente;
2. DAMONE Luigi V. – Pop. per l’Italia;
3. SPINA Maurizio – Centro Democratico;
4. BUCA Maria G. – La Svolta per San Severo;
5. STORNELLI Antonio – San severo Democratica;
6. FLORIO Giovanni – Sinistra Europea – Rif. Comunista;
7. CAPOSIENA Rosa Carolina – Forza Italia;
8. MATARANTE Ciro Alfredo – Nuovo Centro Destra;
9. LALLO Leonardo Francesco – Sindaco Lallo;
10. CATANEO Ciro – P. D.;
11. MANZARO Giuseppe – Lista Bocola;
12. PRATICHIZZO Roberto – Lista per l’Italia.

Emergenza Criminalità. Il Sindaco Miglio pochi minuti fa contattato telefonicamente dal Ministero dell’Interno: presto fissata una audizione a Roma. Continua lo sciopero della fame fino alla comunicazione della data dell’incontro.

Sulla emergenza criminalità in atto a San Severo e sul perdurare dello sciopero della fame attuato da tre giorni dal Sindaco avv. Francesco Miglio e da tutti i componenti la Giunta Municipale, Il Primo Cittadino ha appena ricevuto una importante telefonata da S.E. Il Prefetto Mario Morcone, Capo di Gabinetto del Ministro dell’Interno sen. Marco Minniti.
“Il Prefetto Morcone – ha dichiarato il Sindaco Miglio – mi ha riferito che il Ministro Minniti è a conoscenza della nostra civile forma di protesta e di richiesta di attenzione da parte del Governo e che sono già intercorsi contatti con il Questore di Foggia dott. Piernicola Silvis. Nel corso della giornata di lunedì il Prefetto Morcone riferirà al Ministro gli esiti dei colloqui avuti con la nostra Amministrazione Comunale e con il Questore di Foggia e la nostra richiesta di audizione con il Ministro al fine di esplicitare le nostre proposte. Mi è stato anche riferito che lo stesso Ministro sta seguendo anche mediaticamente l’evolversi della situazione nella nostra città e che è già stato informato della volontà della Polizia di Stato di svolgere a San Severo la Festa Provinciale della Polizia stessa il prossimo 10 aprile. Si tratterebbe, ove confermato, di una occasione di grande rilevanza, un primo segnale di particolare attenzione e sensibilità verso il nostro territorio, e di ciò sento subito di ringraziare il Questore Silvis per la disponibilità e per il pensiero avuto nei confronti della nostra comunità. Auspichiamo che alla Festa della Polizia, ove si svolgesse a San Severo, ci sia la partecipazione anche del Ministro, al quale durante l’audizione che ci sarà concessa, estenderemo proprio questo nostro auspicio. La Festa della Polizia e la presenza del Ministro Minniti rappresenterebbero una occasione importante per un confronto serio e programmatico sul delicato tema della sicurezza, non solo con l’Amministrazione Comunale e tutte le forze politiche consiliari, ma anche con le organizzazioni di categoria, i commercianti, i cittadini tutti. Insomma – conclude il Sindaco Miglio – il nostro territorio sta ricevendo in queste ore i primi incoraggianti segnali di attenzione, che naturalmente poi dovranno essere confermati nei fatti e nelle iniziative che il Governo vorrà assumere”.
Lo sciopero della fame di Sindaco Miglio e Assessori continuerà sino a quando non sarà comunicata la data della audizione presso il Ministero dell’Interno.

(A cura di Salvatore Fratello, San Severo 25.02.2017)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi