CronacaManfredonia
Approvata questo pomeriggio in Consiglio regionale

Ambiente, M5S: “Ok mozione, permetterà di individuare responsabili inquinamento”

Di:

Roma. Approvata questo pomeriggio in Consiglio regionale importante mozione primo firmatario il consigliere capogruppo del Movimento 5 Stelle, Antonio Trevisi che impegna la Giunta regionale a potenziare i sistemi di monitoraggio ambientale sul territorio implementando nuove tecnologie che permetterebbero di risalire alle cause e quindi ai responsabili dell’inquinamento.

“Si tratta di un passo storico per la nostra regione – commenta con entusiasmo Trevisi – in Puglia ed in particolare nel Salento i dati epidemiologici sono estremamente preoccupanti. Non a caso questa mozione è nata proprio dalle segnalazioni dei cittadini di Arnesano, Campi Salentina, Monopoli e di altri comuni pugliesi riguardo lo sforamento dei dati di emissione nei propri territori. Il tasso di decessi per tumori è elevatissimo, la causa è senza dubbio l’inquinamento. Per comprendere la gravità del fenomeno – spiega il consigliere pentastellato – è necessario specificare che si parla di un numero di casi di tumori ai polmoni e alle vie urinarie per gli uomini e alla mammela per le donne, addirittura superiore a quello di città italiane come ad esempio Brescia che ha un tasso di industrializzazione estremamente elevato. Il passo fondamentale che facciamo con l’approvazione di questa mozione è la richiesta di implementazione di nuove sofisticate tecnologie, oggi esistenti, che permettono di individuare con certezza la fonte inquinante, il che di conseguenza permetterebbe finalmente di inchiodare i responsabili. Inoltre la Regione si impegna all’attuazione delle misure individuate nel suddetto tramite un idoneo posizionamento e/o potenziamento delle centraline di rilevamento atmosferico e mediante regolari campionamenti del suolo, sottosuolo e delle acque di risulta degli impianti in questione, nonché nelle falde acquifere sottostanti”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati