ManfredoniaRegione-Territorio
Denuncia su clima intimidatorio

Forestale, Scipio: Massiccia partecipazione allo sciopero contro militarizzazione

"Abbiamo più volte segnalato al Ministro Martina che l’aria all’interno del Corpo Forestale dello Stato è diventata irrespirabile"

Di:

Roma. “Moltissimi dipendenti del Corpo Forestale dello Stato in servizio nel Lazio hanno aderito allo sciopero per protestare contro l’assurdo progetto di militarizzazione forzata del personale e delle funzioni di polizia ambientale ed agroalimentare, che rappresenta un salto indietro di oltre trent’anni per la democrazia del nostro Paese ed hanno manifestato sotto la sede del Ministero della Funzione Pubblica gridando la loro rabbia”. È quanto si legge in una nota del Segretario Generale dell’Unione Generale Lavoratori Corpo Forestale dello Stato Danilo Scipio. “Dobbiamo denunciare pubblicamente che molti altri lavoratori del CFS avrebbero voluto aderire alla giornata di astensione dal servizio ma avendo ricevuto “consigli” non richiesti ed informazioni volutamente sbagliate, in perfetto clima da regime asiatico, hanno preferito partecipare ad altro titolo o rinunciare a manifestare esplicitamente le loro rivendicazioni”.

“Abbiamo più volte segnalato al Ministro Martina che l’aria all’interno del Corpo Forestale dello Stato è diventata irrespirabile, proprio a causa dell’atteggiamento irresponsabile e molto spesso fuori dalle righe dell’attuale Capo Cesare Patrone, ma evidentemente al titolare del Dicastero di Via XX settembre non interessa affatto che in una delle articolazioni più prestigiose – il Corpo Forestale – il rispetto delle regole democratiche ed il benessere del personale, vengano calpestati ad oltranza”. “Per la prima volta nella storia della Repubblica scioperano gli appartenenti ad una forza di polizia, non per un aumento stipendiale, ma perché al pari di qualsiasi altro cittadino rivendichiamo con forza il nostro diritto a non subire una sgradita quanto malaugurata militarizzazione. Lo hanno chiesto ed ottenuto dal 2005 i giovani che non volevano fare il servizio di leva obbligatorio, pertanto ora, a maggior ragione, non deve essere imposta a dipendenti in età avanzata, con decenni di servizio alle spalle trascorsi al servizio della natura e a tutela della qualità della vita dei cittadini”. “Quello che sta accadendo al Corpo Forestale dello Stato è purtroppo l’emblema della nostra cara Italia: Cesare Patrone sta spingendo come un forsennato i dipendenti verso l’Arma dei Carabinieri, quarta forza armata, dipingendo questa soluzione come la migliore possibile, e non risulta aver svolto neppure il servizio di leva, all’epoca obbligatorio”.

Forestale, Scipio: Massiccia partecipazione allo sciopero contro militarizzazione ultima modifica: 2016-05-25T15:45:30+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi