AttualitàStato news
Nota stampa Manfredonia srl

“Cannabis/legalizzazione, Parlamento approvi pdl intergruppo”

"Politiche che hanno contribuito al sovraffollamento penitenziario che costò all'Italia la condanna della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo"

Di:

Roma. Inizia oggi la discussione alla Camera della proposta dell’integruppo parlamentare “Cannabis Legale”. Un provvedimento che consentirebbe, se approvato, di porre fine ai fallimenti economici, sociali, sanitari di trent’anni di politiche proibizioniste. “Combattuta nelle strade, nei tribunali e con incarcerazioni di massa, la guerra alla droga non si è mai avvicinata al suo obiettivo: creare un mondo senza droga. Per questo serve un cambio di paradigma” dichiara Patrizio Gonnella. Antigone – assieme ad altri – negli anni ha rilevato l’impatto penale delle politiche proibizioniste che hanno portato in carcere centinaia di migliaia di persone. I detenuti accusati o condannati per reati di droga sono sempre stati negli ultimi anni ben oltre il 30% della popolazione totale presente nei penitenziari italiani, con una spesa che si aggira intorno al milione di euro. Politiche che hanno contribuito al sovraffollamento penitenziario che costò all’Italia la condanna della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo e che hanno colpito persone spesso finite in carcere per reati non violenti e di alcuna pericolosità sociale.

“Le droghe – continua il presidente di Antigone – non sono da trattare tutte allo stesso modo: in maniera disinformata, ideologica e approssimativa. Sono una diversa dall’altra. È necessario informare correttamente circa i rischi dell’uso e dell’abuso. I nostri ragazzi vanno educati, sostenuti, protetti, informati. Non serve perseguitarli e incarcerarli”.

“Per questo – conclude Gonnella – ci auguriamo che il Parlamento faccia ciò che già in diverse parti del mondo sta avvenendo: che sulle droghe alzi la testa e cambi strada. E’ questo ciò che abbiamo chiesto in un video, lanciato dalla campagna Non Me La Spacci Giusta cui anche Antigone partecipa, assieme a tanti musicisti tra cui J-Ax, Clementino, Roy Paci e Rocco Hunt”.



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    CANNABIS: DA CODACONS OK A DDL, A PATTO CHE GOVERNO AUMENTI IMPEGNO CONTRO DIPENDENZE E VENDITA DROGHE SUL WEB

    INTANTO GIA’ PARTE MALE OSSERVATORIO SU GIOCO D’AZZARDO. PRIMA RIUNIONE RIMANDATA AL 18 AGOSTO, QUANDO NESSUNO DEI SOGGETTI CHE NE FANNO PARTE POTRA’ PARTECIPARE

    Dal Codacons arriva un sostengo al ddl sulla cannabis che oggi è all’esame dell’Aula di Montecitorio per la discussione generale.

    “Siamo a favore del provvedimento sulla cannabis, a patto però che il Governo si impegni seriamente contro le dipendenze e le nuove droghe – spiega il presidente Carlo Rienzi – Finora l’esecutivo guidato da Renzi ha lasciato molto a desiderare sul fronte della lotta alle dipendenze da sostanze stupefacenti; se si liberalizza la cannabis, allora si devono anche aumentare impegno e risorse del DPA (Dipartimento Politiche Antidroghe) per tutelare la salute dei giovani e contrastare l’uso di droghe, soprattutto quelle di nuova generazione, estremamente pericolose e facili da reperire perché acquistabili sul web senza alcun controllo o limitazione”.

    E proprio sul fronte delle dipendenze parte malissimo l’Osservatorio sul gioco d’azzardo: la prima riunione prevista per lo scorso 21 luglio è stata annullata dal Ministero della salute e rinviata al 18 agosto, quando praticamente nessuno dei soggetti che fanno parte dell’Osservatorio potrà partecipare all’incontro perché in vacanza. Proprio per questo il Codacons sta studiando uno strumento per collegare dalle spiagge di tutto il mondo i soggetti invitati alla riunione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati