Manfredonia

“Facebook, c’è differenza tra il profilo di un sindaco e quello di cittadino?” (LXa)

Di:

Facebook (image: networkey.blogspot.com)

Manfredonia – QUANDO ero bambino e si “litigava” con un amico si ungevano i mignoli di saliva e circonsrivendosi il viso si esclamava: mo c’ sim scumpagnete. Eravamo bambini ed il tutto finiva dopo un paio di minuti. Oggi con l’utilizzo di facebook si cancella l'”amico” dalla lista di “amici”.

Fin qui nulla di rilevante visto che ai nomi di quella lista non corrispondono veri “amici”. Ma se a cancellarti dalla lista fosse il Sindaco di Manfredonia il fatto potrebbe assumere rilevanza istituzionale.

Su facebook non c’è una foto qualsiasi, cè una foto con la fascia tricolare. Su facebook si danno risposte ai cittadini come Sindaco della Città. Quindi si sarebbe deciso di non essere un “amico qualunque” ma di rappresentare il Primo Cittadino della Città di Manfredonia.

Pertanto, cancellare un Cittadino della Città che si rappresenta perchè non si (sarebbe, ipoteticamente concorde,ndr) sull’operato in quanto si mettono in luce forse opinioni contrastanti significa che quel Cittadino sa di non essere rappresentato dal Sindaco.

Vede caro Sindaco, forse non ha ben inteso lo spirito con cui questo giornale esamina gli atti. Si tenta di coinvolgere tutti democraticamente rifettendo su come e cosa produce la Pubblica Amministrazione, tanto che Lei ben conosce chi scrive e giammai, anche se nel giornalismo è ammesso, avrei usato un pseudonimo senza che il destinatario conoscesse il mittente.

Tuttavia, anche se Lei non vorrebbe rappresentarmi (sappia che la vita non mi cambia), per amore della Città continuerò in questo percorso/confronto di riflessioni pubbliche sull’operato della Pubblica Amministrazione che, sapendo di rappresentarmi, quanto meno per tentare di fornire ulteriori contributi per migliorarlo. Credo non faccia male. Anzi!

E’ solo una questione di stile

(A cura di Carleo Santi Pinto)

“Facebook, c’è differenza tra il profilo di un sindaco e quello di cittadino?” (LXa) ultima modifica: 2013-08-25T16:03:37+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
17

Commenti

  • Sarebbe bello però signor Carleo se lei facesse tutto con la sua vera identità.


  • Redazione

    Certo però ha motivato anche il dato all’interno del testo; testo che resterebbe simile con utilizzo o meno dello pseudonimo; Red.Stato


  • Respighi

    Giusto Massimiliamo, sono daccordo con te punto


  • Redazione

    Rispettando il pensiero e le scelte di tutti, Carleo ha naturalmente la possibilità di utilizzare il vero nominativo; Red.Stato


  • anonimomanf

    Diceva qualcuno l’importante è dire le cose vere e come stanno e non chi le dice….
    Nel caso di specie diciamo ai rappresentanti politici che ci amministrano, e che vogliono le identità, che loro sono obbligati a fare e dare trasparenza del loro operato/agire… a noi resta il solo compito di criticare (Base della democrazia) e di avere risposte…. in un’unica parola “TRASPARENZA”… ma quella vera che, finalmente, fa cadere i MURI del sospetto e dell’arroganza !!!(Michail Gorbačëv vieni a Manfredonia a dare un po di lezioni a qualcuno)


  • diffidente

    Nel profilo del sindaco su facebook, le risposte a domande dei cittadini su determinati problemi son ben diverse dalle risposte che dava durante la campagna elettorale, allora era tutto possibile anzi che era già in programma, ora,invece risponde che lui non è dio e non può risolvere tutto e che tutti i problemi di manfredonia non dipendono da lui….. Alla prossima campagna elettorale, allora sì che sarà di nuovo tutto possibile


  • Na dò

    Concordo con ammonimento. Aggiungo che anche i commenti vengono postati con nick name inventati e la redazione li pubblica perché sa che quello che conta é il pensiero a prescindere da chi lo esprime.


  • salvatore clemente

    Carleo e’ una delle voci critiche della Citta’. Un amministrarore pumgolato dalle critiche puo’ decidere di mostrare il suo acume mostrando interrsse x le critiche ed impegnarsi a fondo x affrontarle e risolverle. Oppure puo’ decidere di “esiliare” il benpensante con tutti i mezzi a sua disposizione; nella fattispecie eliminandolo dai suoi amici del profilo di facebook. Io @ono tra i pochi a conoscere l’identita’ di Carleo e non mi sognerei di cancellarlo a seguito di una sua critica. Ma ognuno e’ libero di. fare le sue scelte… carleo,sentiti libero di criticarmi,ma continua a far maturare le nostre foscienze


  • uhm...

    gli ultimi commenti tutti pro amministrazione di Arena stanno a significare che questo sindaco è MOLTO gradito al VESCOVO?
    Personalmente non ho mai chiesto l’amicizia a chi si dichiara primo cittadino e STO BENISSIMO con i miei 4000 contatti…è da sfigati sperae che un politico qualsiasi ti metta il “mi piace”… ma perfavore ahahahha


  • zoover

    Ma tanto ormai oggi basta che ci si lamenta su Facebook o Twitter e non si conclude mai nulla!


  • Ufo,il mostro di Tunisi

    Tempo fa mossi una critica all’attuale amministrazione sulle inesistenti panchine in piazza del popolo.Chiesi perchè se un cittadino doveva sedersi in quella piazza doveva consumare qualcosa ai locali della stessa.Insomma con le mie tasse pago i costi del rifacimento della piazza e poi non mi posso sedere gratis??????????…il primo cittadino prima ha argomentato in modo ahimè incomprensibile e CON FORTI ERRORI GRAMMATICALI…..POI MI HA CANCELLATO!So che il sindaco ha molti seguaci che lo difendono a spada tratta su questo portale(e chissà – ipoteticamente – anche lui lo farebbe usando uno pseudonimo)..a questa gente chiedo di svegliarsi…ci cancella da facebook?Noi viviamo lo stesso,lui perde credibilità.Dove non sa rispondere e vede la “mala parata” preferisce cancellare gli utenti…Personalmente scelgo lo pseudonimo perchè sono certo che qualcuno potrebbe fare un uso distorto della “trasparenza”…


  • uhm...

    per UFO: il cursus studiorum di chi mensioni è ben noto in città…gli daranno una laurea ad honorem e andrà a fare il senatore fra 5 anni… (diritto di critica, previsioni, opinione personale, non diffamatorio, auspicio – al contempo si invitano tutti i lettori alla MODERAZIONE, grazie, ndr)


  • michela


  • X UFO, il mostro di Tunisi

    Io ho la soluzione per lei: basterebbe prelevare le panchine da via Alessandro Volta (lato scuola De Santis). I residenti della predetta via cederebbero volentieri le panchine che, dal momento della loro installazione, sono state solo motivo di raccolta indifferenziata ( proprio come l’immondizia) di ragazzacci adolescenti che si divertono spaccandosi quotidianamente di canne e di alcolici, rompendo le bottiglie contro i muri, facendo i bisogni dietro la cabina dell’Enel e distruggendo le auto parcheggiate. É vero che non si é mai visto in zona un vigile o altro appartenente alle forze dell’ordine, ma é pur vero che una bella fetta di responsabilitá é di quei porci dei genitori che sono troppo impegnati con la palestra, l’estetista, la corsetta…….è non hanno tempo(voglia) di seguirli nella crescita.


  • Umberto Capurso

    Caro Arena Massimiliano,
    Io l’ho sempre fatto con la mia vera identità, anche quando usavo il nickname (Mambredonjè) tutti erano a conoscenza del mio vero nome. Ma con quale risultato?
    Minacciato di denunce, accusato di infamità e telefonate intimidatorie.
    Ero oggetto di calunnie e vili attacchi su tutti i forum, i ratti erano ovunque … mi fu anche impedito di poter scrivere dei commenti sulla pagina del comune.
    Questa è Manfredonia, io ho sempre e solo denunciato gli scempi che il nostro caro paese ha subito, e per questo ho pagato a caro prezzo l’aver usato il mio nome, nonostante non vivo a Manfredonia.
    Lei da persona della Chiesa, dovrebbe essere di più dalla parte delle sue pecorelle e non pascolare con i lupi.
    Umberto Capurso.


  • Umberto Capurso

    Salve, potrei sapere il perche non è stato pubblicato qui il mio ultimo commento?


  • Redazione

    Un attimo Umberto, presto tutti i commenti in moderazione saranno pubblicati, ciao, Red.Stato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi