ManfredoniaMusica

Voci fuori dal coro: “No Fang Hip Hop culture” a Monte

Di:

(No fang Front)

Monte Sant’Angelo – RICORDO ancora le espressioni attonite, le facce stupite dall’apparente incomprensibilità di quelle raffiche di parole che suonavano più come schiaffi in faccia che come soavi e tradizionali melodie alle orecchie delle impreparate platee della prima ora.

Ne hanno fatta di strada i ragazzini incomprensibili, quelli che parlano svelti svelti, quelli che si divertono con le rime. Ricordo gli anni in cui erano studenti delle superiori, le prime basi, le prime timide esibizioni, i primi brani, l’entusiasmo.

Quell’entusiasmo che i ragazzi della “Triplice Intesa” han cavalcato senza timori reverenziali e che si son portati dietro fino in Emilia dove da un paio d’anni continuano gli studi. Migranti orgogliosi, ragazzi tenaci col sogno della musica che apre cuori e menti con testi accorati e densi di significato propri dell’universo del rap e dell’hip-hop.

Le cose vive si evolvono sempre e questi ragazzi non fanno eccezione: nasce il progetto “No fang hip-hop culture”.
“No Fang è una MENTALITA’ che nasce dall’esigenza di evolvere il collettivo ‘Triplice Intesa’ in un concetto più profondo e coerente con la nostra visione della realtà musicale, e non solo”, ci spiegano. Il progetto acquista realmente forma con la partecipazione effettiva di Zazza, Brnà e Verso (che in realtà già dagli esordi non disdegnava comparsate e collaborazioni con la ‘triplice’).

No Fang (No Fango) è una metafora dialettale ideata per esprimere dissenso verso tutto ciò che è marcio; il “fango” che sporca e inonda il panorama musicale dando priorità ai guadagni più che alle emozioni e alle passioni che la musica dovrebbe trasmettere. Un “fango” prodotto dal sistema che genera crisi, disuguaglianze, razzismo e mafie. Lo stesso “fango” che ogni giorno, attraverso subdoli compromessi, inquina l’informazione stravolgendo la realtà.

“Forte è il nostro sdegno dinanzi a tutto ciò e per questo il nostro urlo è: No Fang! E’ risultato fondamentale per noi integrare accanto a tale metafora, l’espressione “HIP HOP CULTURE” per ribadire la nostra vicinanza al culto e ai valori di questo genere musical-culturale .” Il progetto No Fang parte dal Gargano (luogo di origine e punto di riferimento imprescindibile per i componenti del team) per poi consolidarsi musicalmente tra Parma e Bologna, dove è stato realizzato e inciso l’album d’esordio “NO FANG Hip Hop Culture”, a poco più di un anno dalla nascita del gruppo.

Già prima di questo progetto i singoli M.C.’s avevano accumulato negli anni diverse esperienze dal vivo durante le quali i loro stili hanno cominciato a mescolarsi e ad interagire, creando un live sempre più d’impatto e coinvolgente. Sostenute dalle possenti produzioni di Brisk, le diverse peculiarità degli M.C.’s sono sempre chiare: c’è chi sforna inimitabili tecniche in extra-beat, chi possiede un flow rauco e rabbioso oppure con qualche sfumatura melodica. Alcuni di loro sono abili nel freestyle, altri sanno esprimersi con una scrittura densa e di flusso, altri prediligono rime schiette e ironiche.

Tra l’altro i No Fang hanno avuto l’occasione di precedere sul palco alcuni degli gli artisti di maggior spessore della scena Hip Hop underground e non solo: Kaos One, Colle Der Fomento, dj Gruff, dj Lugi, Turi, Dhap/Dank/dj T-Robb, Kiave, David Rodigan, Radici Nel Cemento, Numa Crew, BassPusha, ed altri ancora.

No fang Retro (st)

Un album, il loro, interamente autoprodotto grazie alla creazione di un proprio studio di registrazione realizzato con tanti sacrifici ed altrettanta tenacia. Un album frutto di intenso lavoro che si avvale della collaborazione di gente esterna al progetto, ma fondamentale per la sua realizzazione. I ragazzi di certo non lesinano ringraziamenti e soddisfazione per il risultato raggiunto e le collaborazioni: “Il primo ringraziamento va a colui che instancabilmente e con estrema pazienza ha lavorato al mastering & mixaggio dell’album:Diego Faggiani a.k.a. DETOX from BLATTERS; onorati e molto più che soddisfatti di aver collaborato con gente del tuo calibro! Il secondo ringraziamento è per un vero e proprio artista! Colui che con estremi attacchi d’arte e sorprendente fantasia ha realizzato un capolavoro per la copertina del nostro album: Valerio Triennese a.k.a SKARD from GARGANO CREW. Fondamentale non solo per la realizzazione concreta del progetto, ma anche per i consigli, per l’esperienza trasmessa e per le incredibili abilità ai giradischi, un props infinito va a Gennaro Marzocca a.k.a. DJ SPASS from BLATTERS.”

Un ringraziamento di particolare rilevanza per i No Fang è rivolto a un ‘Signore’ dell’Hip -Hop Garganico, nonché Writer di livello: il suo nome è Salvatore Olivieri a.k.a TORBI from GARGANO CREW. La realizzazione del logo No Fang è frutto del pugno e della genialità di quest’uomo. Ancora un elogio ad un DJ di fama internazionale, vincitore del DMC\KCS ITALY nel 2008 e 2011, IDA THE SCRATCH ITALY nel 2011, 3° posto al DMC TEAM WORLD CHAMPIONSHIP e tanto altro ancora che ha lavorato all’INTRO dell’album realizzando una bomba senza precedenti: Ronny Carlino a.k.a DJ T-ROBB!“

Concludono: “Grazie di cuore a tutti, e Grazie ancora a So Fresh per la produzione real-hardcore del brano ‘Rap a Voce Armata’ e Luisa Tucciariello per la splendida voce nel brano ‘Let me down’. Ultimo props, dedicato a un mostro del beatbox internazionale, un MC di impeccabile bravura: sto parlando di Danilo Puzello a.k.a DHAP.”
Buona fortuna ragazzi, espressione di un territorio capace di generare cultura e controinformazione oltre che criminalità e degrado. Voci fuori dal coro, col coraggio di dire le cose come stanno, senza remore e paura, con la sfrontatezza della loro età e l’amore per la propria terra. Incomprensibili si, ma solo per chi non vuol capire…

(A cura di Antonio Gabriele – antonio.g76@libero.it)

Voci fuori dal coro: “No Fang Hip Hop culture” a Monte ultima modifica: 2013-08-25T16:54:44+00:00 da Antonio Gabriele



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi