Manfredonia
Città "unite, dall’agosto del 2012, dal gemellaggio dei sodalizi locali dell’AVIS"

Manfredonia, fondi festa patronale per la città di Amatrice? Web si divide

"Basterebbe anche che i politici nn percepiscano un mese di stipendio , iniziando da renzi", dice Cosimo

Di:

Manfredonia. FONDI per l’organizzazione della festa patronale di Manfredonia in favore di Amatrice? Il web si divide. Innanzitutto il legame. Come ricordato dall’Amministrazione comunale, Manfredonia e la città di Amatrice (comune di 2.650 abitanti della provincia di Rieti nel Lazio) sono “unite, dall’agosto del 2012, da un filo sottile ma ben saldo: il gemellaggio dei sodalizi locali dell’AVIS“. A tal riguardo, ieri il sindaco Riccardi aveva espresso “a nome della Città di Manfredonia, cordoglio per le vittime e profonda solidarietà per tutti coloro che si sono ritrovati, dalla sera alla mattina, e non solo ad Amatrice, a pensare come ricostruire la propria vita, prima che le città e i loro edifici. Ora inizia la fase più difficile e sarà vitale la vicinanza che sapremo prestare alle vittime del terremoto. La comune appartenenza al nostro splendido Paese ci saprà unire saldamente, il cuore immenso degli italiani non conosce ostacoli”.

Da stamani sui social sono partite invece delle proposte per sostenere le popolazioni colpite dal sisma. “Visto il devastante terremoto nel centro Italia, e visto il gemellaggio che la nostra Manfredonia ha con la città di Amatrice, sarebbe bello sensibilizzare l’ amministrazione locale nel tagliare parte dei festeggiamenti per la Madonna di Siponto, ad esempio i fuochi pirotecnici, per devolvere quei soldi agli amici di Amatrice“, ha scritto Manfredi Emmanuele.

Tanti i commenti a favore della proposta, come i mi piace, ma non sono mancate riflessioni discordanti “Quante cose leggo…meglio eliminare i cantanti..non fate la festa..Non è che Manfredonia possa fare chissà che. Lo Stato non aspetti i singoli cittadini che a più riprese e con i volontari deve sempre risolvere i problemi di una nazione (…)”, dice Francesco. “Ragazzi il problema non sono i soldi, quelli sicuramente ne arriveranno. Il problema è come verranno spesi e chi organizzerà i lavori per riportare allo splendore le nostre città patrimonio dell’umanità intera”, aggiunge un altro lettore.

Sarebbe bellissimo, un gesto da farci onore ma credo che ad un passo dalla festa non sia possibile in quanto sarà già stato tutto pagato o se non tutto una buona parte“, aggiunge Marialucia. “Basterebbe anche che i politici nn percepiscano un mese di stipendio , iniziando da renzi …“, dice invece Cosimo.

“Possiamo anche rinchiuderci tutti in casa per una settima, non spendere un euro e devolvere tutto il risparmio per questa causa…. populismo spiccio”, aggiunge Salvatore.

“Non perchè l’idea non sia apprezzabile ma suppongo esistano contratti firmati da rispettare…”, dice tra l’altro Vanni.

In merito all’iniziativa, o ad altre proposte per sostenere le popolazioni colpite dal sisma nel Centro Italia, si attende un intervento degli organizzatori della festa patronale di Manfredonia.

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
20

Commenti


  • Lorena B.

    C’è poco da festeggiare, annullate tutto!!!!


  • Camilla

    I singoli cittadini nel loro piccolo doneranno sicuramente qualcosa. ..ma i politici faranno lo stesso? È facile per loro prendere soldi statali…ma è sicuramente difficile che donino di tasca propria qualcosa . Se per un singolo mese rinunciassero tutti i parlamentari ai loro stipendi e alle pensioni d’oro del cavolo. …sarebbe un grandissimo aiuto per quella povera gente. Ma questa è un’utopia. .


  • Vado alla processione senza sfilare.

    Tra terrorismo e terremoti dobbiamo abituarci a convivere con il dolore e le sofferenze, e le feste? Facciamole lo stesso ma con uno spirito diverso.


  • Il portaborse sipontino

    Festeggiare consapevoli che sono morte circa 300 persone ( spero mi sbagli )…………Ma in che paese viviamo?
    Se ci sarà lutto nazionale credo che sia dovere sospendere ogni manifestazione. Ad esempio i cantanti invitati dovrebbero destinare il loro compenso alle vittime del terremoto e cantare nel bagno di casa se proprio vogliono esibirsi.
    I fuochi d’artificio? Lasciamoli per un’altra occasione.
    Davvero non c’è niente da festeggiare. Niente!

  • Avete perfettamente ragione non c’è niente da festeggiare x un anno non cambia niente a noi se non c’è la festa basta fare la processione ,annuliamo il resto è aiutiamo i nostri connazionali


  • poli

    Chi è costui che festeggia avendo avuto da poco un lutto familiare.
    Se siamo “Fratelli d’Italia” ….. non si festeggia e possibilmente bisogna contribuire all’aiuto materiale dei fratelli colpiti da questa immane tragedia/sciagura.


  • Utopia

    Se mettono le giostre al mercato. ..facciamo la stessa fine…sotto ci sono le grotte e il rumore e gli ultrasuoni possono provocare un dissesto geologico. …APRIAMO GLI OCCHI


  • Nicola

    Fermate tutto…..un mese di stipendio di riccardi e company…


  • Ipocrita 1

    Facciamo solo la processione…visto che è l’unica cosa x cui si dovrebbe davvero festeggiare….x qll che si riferiscono ai politici…purtroppo noi italiani siamo abituati a puntare sempre il dito contro….gli altri…io faccio il mio nel possibile poi sinceramente qll che facciano gli altri mi interessa davvero poco


  • Antonello Scarlatella

    L unica cosa da festeggiare è la Madonna.
    Noi non festeggiano la Madonna di Siponto, noi festeggiamo noi stessi, la nostra voglia di far baldoria e movida.
    Le attività commerciali non debbono lavorare solo durante la festa ma dovevano lavorare e produrre durante tutto l anno. Dovrebbe essere questa la mission della agenzia del turismo, proporre ed organizzare eventi ma per ora il tutto è relegato all organizzazione del carnevale dauno e della Movida in occasione della festa del Santo Patrono.
    Certo tutto non è annullabile. Ad oggi non puoi disdire le manifestazioni canore. Si pagherebbero delle penali altissime.
    Ridimensionare dall anno prossimo però si può’. La baldoria che inizierà tra qualche giorno con la Madonna di Siponto non c’ entra nulla.

  • MANFREDONIA IL PAESE DEI BALOCCHI. I POLTICI QUANDO UNO A TANTI SOLDI SI DIMENTICA DELLA POVERA GENTE CHE A PERSO TUTTO


  • Dany

    Eliminerei subito da Primo cittadino tutte le manifestazioni civili e di spettacolo, lasciando solo quelle religiose e qualche banda e concerto soft, non c’è proprio modo di festeggiare quest’ anno…
    Una parte dei fondi da destinare a quei cittadini sfortunati del terremoto e una parte a rendere più sicura e vivibile la nostra città!


  • angelica

    sono commossa da tanta gente che lha la testa sulla spalle e che come me pensa che la baldoria dei.cantanti …giostre …movida adeso come adesso nn servono a nulla…dobbiamo solo pregare in ginocchio alla madonna di salvarci da queste brutte cose e aiutare gli.altri…spero manfredonia si smuova e il sindaco e compagnia bella! 😉


  • maria Salerno

    Mandiamo via le giostre…….non possiamo farci frenare i soldi dai giostra ..Diamoli in donazione


  • Disney

    A Manfredonia… The show must go on…. E meno male che siamo gemellati con la città di Amatrice..completamente distrutta dal terremoto….che schifo,che figura di m…


  • AmicodelCardinale

    Non c’è nemmeno da pensarci un attimo. Certo che le somme devono essere girate completamente a chi ne ha più bisogno e farlo il prima possibile, stando accorti che il tutto avvenga nella massima trasparenza. Dispiace soltanto per chi avrebbe dovuto guadagnare il giusto per il proprio lavoro in questo periodo…ma capirà, è una tragedia che merita lo sforzo di tutti.
    p.s. appello alla Curia e alla Chiesa tutta: le preghiere non servono, va bene!?! Ora donate i soldi che avete. Se non tutti almeno una parte…che sono comunque tanti!!! Vendete 3-4 appartamenti nel centro di Roma (che tra le altre cose, se andiamo ad indagare, non sono forse nemmeno di vostra legittima proprietà) e via con le elargizioni di denaro. Presto, affaristi porporati!!!
    I bigotti tacessero per una volta.


  • Antonino

    D’accordissimo con Dany, aggiungendo tanto i fuochi pirotecnici si sentono quasi tutte le sere.
    Inoltre, a quei politici che hanno il –… sui lavori della ricostruzione, cercassero di stare lontani, e non fare gli sciacalli sulle disgrazie della povera gente, perché anche gli sciacalli, a l’ora volta, possono essere sbranati.


  • matteo

    non solo i comuni dovrebbero tagliarsi gli stipendi,ma quei -dei politici che si cuccano anche gli aiuti dei cittadini…


  • carmi

    È vergognoso sapere che c’è gente che rinuncerebbe ad aiutare persone in difficoltà, per cosa? Per festeggiare e per vedere due fuochi. Ma per favore… Donate quei soldi a chi ne ha davvero bisogno e soprattutto senza pensarci due volte. Se per un anno a Manfredonia non si festeggia, assolutamente non cambiano le nostre vite. Quelle di altre persone magari un pò sì!


  • MdA

    Ognuno destini i propri soldi per le giostre ai terremotati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati