Cronaca
A cura di Marco Bonnì

Famiglia 2.0: Per crescere meglio insieme

In Contemporanea, presso Libreria Ubik a Foggia, la lunga notte di "Harry Potter e la maledizione dell’erede"

Di:

Foggia. Scuola fede, famiglia, tradizione enogastronomica: Beni da preservare nel tempo, “boccone dopo boccone”. Comunica, cresci, vivi da protagonista non da comparsa, liberati “dal recinto della paura”. Musica per celebrare, adorare, per commemorare o semplicemente come momento di aggregazione sociale.

Questo il fil-rouge del Tour enogastronomico “Festa del Grano”, tenutasi lo scorso 23 settembre 2016, presso l’Isola Pedonale a Foggia, iniziato con premiazione concorso di cucina calda “Le mani in pasta” e proseguito in compagnia dei volontari “Associazione clown Terapia – il Cuore” di Foggia che hanno realizzato giochi e laboratori artistici per i più piccoli. La piacevole manifestazione si è, in un secondo momento, tortuosamente sviscerata tra esposizioni d’ arte e preparazioni piatti tipici locali, con Tavola Rotonda, moderata dalla giornalista Giovanna Greco, sul Tema: “lavoro, casa, tempi e spazi, fare famiglia”, a cui hanno preso parte, tra gli altri, il Sindaco e l’Assessore alla Cultura del Comune di Foggia che hanno patrocinato l’intera manifestazione, esponenti della società civile e del Forum Provinciale delle Famiglie.

Parole chiave: Insieme è possibile costruire “grandi cose” e raggiungere grandi traguardi che partono dal “cuore”. In Contemporanea, ma non meno importante, nello Spazio – Live della Libreria Ubik a Foggia, sotto l’attenta e sempre operosa supervisione del direttore artistico della libreria, dottor Michele Trecca, coadiuvato dal suo Staff, la lunga notte di Harry Potter con l’ultimo romanzo della saga dal titolo “Harry Potter e la maledizione dell’erede”, edito da Dalani Editore. Cornice, un pubblico di giovani e meno giovani, attento e partecipe, con Live painting, performance, musica, laboratori, curati con dedizione, operosità e tanta voglia di mettersi in gioco, dai ragazzi e ragazze dell’Associazione Culturale “Mac Accademy”.

Filo conduttore della piacevole e “sempre attraente” serata: La Famiglia vista non come surplus ma come momento di condivisione, guscio protettivo in cui rifugiarsi nei momenti di difficoltà. Fare “rete” per crescere sani e forti, volando sempre più alto, guardando al di là del “luccichio cromato dei palazzi baciati dal sole”.

(A cura di Marco Bonnì, Foggia)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati