Manfredonia
Nel corso della serata, oltre al team ed alle tre divise, è stato presentato anche il rinnovato quadro dirigenziale

Manfredonia calcio a 5, “Esserci significa crederci”

Prima dell'esordio in campionato, il prossimo appuntamento “giocato” è in casa con la Chaminade Campobasso il 30 settembre per la prima gara valevole per la coppa Italia


Di:

Esserci significa crederci“. Lo slogan scelto dalla dirigenza ben rappresenta lo spirito di entusiasmo, determinazione e voglia di stupire della nuova stagione agonistica del “Manfredonia C. 5”, presentatosi ufficialmente a città e tifosi venerdì scorso al L.U.C. “Peppino Impastato”. Rispetto al recente passato è innegabile che si respira aria nuova, non solo per la rivoluzione nei quadri societari, dirigenziali e delle composizione del roster pronto a giocarsi da protagonista il suo 14° consecutivo campionato nazionale di serie B (girone F) ormai alle porte.

Inizia così il ventesimo anno di attività della compagine sipontina, unica realtà della Capitanata a giocare in tornei di questo livello, che oltre ad una rosa di tutto rispetto, può vantare un florido vivaio con l’under 19, l’under 14 e la Scuola Calcio. Proprio tre elementi delle giovanili andranno a completare il roster dal forte respiro internazionale a disposizione
del mister Miki Grassi : due portieri EVANDRO BARROS (italo-brasiliano) ed ANGIULLI MICHELE, il difensore ABRAHAM JOSE (italo-argentino, designato come capitano), i laterali /universali MANEL PEREZ (spagnolo) – BOUTABOUZI JAOUAD (spagnolo) – LACCETTI ALBERTO – GESUALDI LORENZO ed i laterali/offensivi SAVERIO LA TORRE (sipontino doc) – RODRIGO SPERENDIO (italo-brasiliano).

La prima gara di campionato – che si svolgerà su 22 gare con squadre delle regioni Puglia, Abruzzo e Molise- è in programma sabato 7 ottobre in trasferta contro la Chaminade Campobasso, mentre la prima casalinga è in programma sabato 14 al PalaScaloria contro il Real Dem Montesilvano.

Alla presentazione sono intervenuti gli Assessori comunali Salvatore Zingariello e Giuseppe La Torre, nonchè altre società sportive della città come FreeTime Pallamano, Angel Basket, Manfredonia Corre e Delfino; con quest’ultima c’è un feeling particolare e vincente, poichè c’è un vero e proprio progetto d’integrazione sociale volto a migliorare la qualità della vita dei diversabili. Grazie a questo gemellaggio che va ben oltre il mero aspetto di competizione sportiva, circa venti ragazzi stanno vivendo un’esperienza di vita costruttiva che ha anche condotto la compagine ad aggiudicarsi per il secondo anno consecutivo il titolo di campione nazionale di categoria.

Nel corso della serata, oltre al team ed alle tre divise, è stato presentato anche il rinnovato quadro dirigenziale. Ad affiancare il Presidente Sante Leone nel direttivo figurano i vice Presidenti Salvatore Gentile e Donato Fortunato, il segretario Matteo Pacilli, il consigliere Lino Troiano e a chiudere l’instancabile direttore sportivo Carmelo Mendola.

“Non ci danno tra i favoriti, ma sono sicuro che porteremo molte soddisfazioni alla dirigenza, al pubblico e a questa città – ha dichiarato Mister Grassi-. Sono stati due mesi intensi di preparazione e sono estremamente soddisfatto della rosa messami a disposizione, con calciatori giovani e di buon livello, senza sottovalutare l’ottimo lavoro con le squadre giovanili, dove già si distinguono diversi giocatori interessanti che aggregherò in prima squadra. Lavoreremo sodo e daremo il tutto per tutto per dare merito e soddisfazioni agli enormi sacrifici che società e dirigenza si sono sobbarcati per la stagione 2017\2018”.

“Quest’anno abbiamo allestito una compagine molto competitiva e ringrazio quanti hanno voluto affiancarci in questa faticosa esperienza – ha sottolineato il Presidente Leone -. Sono stati fatti enormi sacrifici per mantenere la serie B e continuare a dare lustro alla nostra città. Con l’esperienza e le capacità di Mendola e Grassi sono certo che vivremo un campionato di forti emozioni”.

Prima dell’esordio in campionato, il prossimo appuntamento “giocato” è in casa con la Chaminade Campobasso il 30 settembre per la prima gara valevole per la coppa Italia.

Manfredonia calcio a 5, “Esserci significa crederci” ultima modifica: 2017-09-25T09:41:54+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This