Manfredonia

Manfredonia. Gal “Aperta una ‘call’ per tutti gli operatori”


Di:

Manfredonia. “Ognuno è artefice del proprio destino”, asserisce un antico adagio. Partendo proprio da questo spunto di sprono quanto mai attuale,il Gal DaunOfantino apre una call rivolta a tutti gli operatori ed imprenditori del settore turistico e servizi di Manfredonia al fine di poter fare, in primis, aggregazione e proiettarsi, poi, verso la creazione di un Consorzio.

Sulla scorta dei proficui feedback dei sette visit tour tematici organizzati nella scorsa programmazione (che hanno portato un centinaio di operatori locali di diversi settori strategici dell’economia a confronto diretto con le migliori realtà e stakeholders di successo a livello nazionale in ambito rurale, produttivo e turistico come Trentino, Emilia Romagna, Toscana, Piemonte, dove l’unione degli operatori rappresenta il valore aggiunto per l’attrattività del territorio e per i profitti imprenditoriali), il Presidente del Gal DaunOfantino Michele D’Errico intende procedere con la costituzione di un gruppo di lavoro di motivati e qualificati “privati” che possano dare il proprio contributo in fatto di idee ed esperienza per l’ulteriore crescita turistica del territorio sipontino ed essere interfaccia con la Pubblica Amministrazione.

Alberghi, b&b, affittacamere, camping, ristoranti, bar, operatori dei servizi turistici (guide, accompagnatori, agenzie di viaggio, ecc) possono avanzare la propria “manifestazione d’interesse” e partecipare ad un incontro informativo – programmato per giovedì 5 ottobre p.v. alle ore 17 presso l’Infopoint turistico di Piazzetta Mercato – durante il quale saranno affrontati tematiche specifiche come l’importanza di fare rete rispetto alle nuove opportunità delle programmazioni regionali, ministeriali ed europee, nonchè le modalità per costituire un Consorzio utile a poter fare massa critica e dare un’unica voce alle necessità del settore in fatto di programmazione e promo-commercializzazione di tutte le sfaccettature del segmento turistico che Manfredonia offre.

Pianificazione, confronto e collaborazione sono le parole cardine che contraddistingueranno questa iter esplorativo il cui scopo è quello di mettere attorno allo stesso tavolo e far parlare un unica lingua operatori ed imprenditori. Unire forze ed investimenti per “spingere” e far affermare il territorio ben oltre gli “stretti” confini locali e portare con compattezza le problematicità nelle sedi opportune al fine di trovare quelle soluzioni definitive attese da tempo. Come constato nelle “DMO” (Destination Management Organization) di Cervia (600 aderenti), Ravenna (più di 100 aderenti) e Val di Fassa (1100 aderenti), in una organizzazione giuridica ben definita il ruolo degli operatori è molto più rappresentativo e determinante. Un’occasione importante per fare sistema all’alba della nuova fase di programmazione strategica a cui il Gal Daunofantino sta per dare vita e che si protrarrà nel prossimo lustro.

Manfredonia. Gal “Aperta una ‘call’ per tutti gli operatori” ultima modifica: 2017-09-25T12:56:00+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    C’è un incoraggiante fermento a livello turistico che trae anche linfa
    vitale da un “humus” sempre più fertile in fatto di opportunità e di
    crescita. La folgorante ascesa della Puglia nelle graduatorie di regione
    più desiderata dai turisti-viaggiatori, però, non deve essere un motivo per
    restare fermi, anzi va sfruttato questo momento storico per aumentare la
    qualità dell’offerta e della consapevolezza degli operatori del settore.
    Per questo motivo, come Console a capo del Club di Territorio di
    Manfredonia del Touring Club Italiano, accolgo con positività e
    soddisfazione la call aperta dal Gal Daunofantino a tutti gli operatori ed
    imprenditori turistici della città, per la quale auspico una convinta e
    massiccia risposta. I tempi sono davvero maturi per fare finalmente questo
    passo in avanti, istituendo un contenitore materiale ed immateriale dove
    confrontarsi sui temi del settore e trovare risposte concrete alle
    problematicità che impediscano al turismo di spiccare il volo.

    Infatti, il Presidente del Gal DaunOfantino Michele D’Errico intende
    procedere con la costituzione di un gruppo di lavoro di motivati e
    qualificati “privati” che possano dare il proprio contributo in fatto di
    idee ed esperienza per l’ulteriore crescita turistica del territorio
    sipontino ed essere interfaccia con la Pubblica Amministrazione.

    Alberghi, b&b, affittacamere, camping, ristoranti, bar, operatori dei
    servizi turistici (guide, accompagnatori, agenzie di viaggio, ecc) possono
    avanzare la propria “manifestazione d’interesse” e partecipare ad un
    incontro informativo – programmato per giovedì 5 ottobre p.v. alle ore 17
    presso l’Infopoint turistico di Piazzetta Mercato – durante il quale
    saranno affrontati tematiche specifiche come l’importanza di fare rete
    rispetto alle nuove opportunità delle programmazioni regionali,
    ministeriali ed europee, nonchè le modalità per costituire un Consorzio
    utile a poter fare massa critica e dare un’unica voce alle necessità del
    settore in fatto di programmazione e promo-commercializzazione di tutte le
    sfaccettature del segmento turistico che Manfredonia offre.

    Pianificazione, confronto e collaborazione sono le parole cardine che
    contraddistingueranno questa iter esplorativo il cui scopo è quello
    di mettere attorno allo stesso tavolo e far parlare un unica lingua
    operatori ed imprenditori.

    Ed il Touring Club Italiano, che si occupa da oltre cent’anni di turismo,
    cultura e ambiente, sostiene con decisione questa iniziativa, poichè la sua
    mission è proprio quella di sviluppare il turismo, incentivando e
    sostenendo in particolar modo la scoperta delle bellezze
    artistico-paesaggistiche, salvaguardare il patrimonio italiano di storia,
    arte, cultura e natura, educando il turista alla insostituibilità delle
    risorse, all’importanza di tutelarle per le generazioni future e a una
    fruizione corretta e responsabile, conoscere Paesi e culture, diffondendo
    uno spirito di reciproca comprensione e rispetto fra i popoli.

    La promozione del turismo, la salvaguardia dell’ambiente e la diffusione
    delle conoscenze e di una cultura consapevole e responsabile del viaggio si
    concretizzano in tutte le attività di Tci, che, promuove anche soluzioni
    per qualsiasi tema collegato al turismo, favorendo il diffondersi di una
    cultura imprenditoriale del settore. L’idea è quella di unire le forze del
    territorio per costituire un consorzio al fine di sviluppare il turismo di
    qualità. La destinazione Puglia cresce con la collaborazione di cittadini e
    turisti, e soprattutto degli operatori. Il turismo infatti è un’economia di
    territorio che rafforza identità e coesione sociale e “spinge” anche le
    altre attività produttive.

    * Dott. Michele De Meo*

    *Console TCI *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This