Manfredonia
"Giorni fa mi reco a scuola di mia figlia per comunicare che per un periodo dovrò spostarmi per motivi di lavoro"

Registro bigenitorialità. “Perchè servirebbe a Manfredonia? Ascoltate questa storia..”

"Io sono favorevole all'adozione di suddetto registro e come me tanti altri genitori che purtroppo non hanno né modo e né tempo di farsi sentire"


Di:

Manfredonia. REGISTRO di bigenitorialità: la testimonianza di una mamma di 2 figli a StatoQuotidiano.

“Buonasera StatoQuotidiano, sono una mamma di due figli. Premetto che sono a favore del Registro della bigenitorialità approvato in tanti comuni , ma non ancora nel nostro purtroppo!! Giorni fa è accaduto un episodio alquanto sconcertante, ve ne parlo e se volete potete pubblicarlo cortesemente!

Giorni fa mi reco a scuola di mia figlia per comunicare che per un periodo dovrò spostarmi per motivi di lavoro e pertanto delego mio padre a prelevarla da scuola nel caso in cui , per motivi di salute o altro, necessiti di uscire prima…e per questioni pratiche autorizzo lo stesso a giustificare le eventuali assenze.

Sollecito, inoltre, che venga informato anche il padre per eventuali comunicazioni da parte dei professori, dal momento che non è mai successo!!!

Data la loro perspicacia , mi viene chiesto se autorizzo anche il padre al ritiro delle uscite anticipate ed in tal caso mi esortano a scrivere un’ulteriore delega con fotocopia della “sua” carta d’identità !!!! Da qui rispondo che è un’assurdità , che è un diritto oltre che un dovere del genitore partecipare attivamente alla vita scolastica dei propri figli e pertanto non c’è bisogno di alcuna delega da parte mia !!!! Loro mi rispondono – Ah signora, noi non sappiamo i fatti suoi, come sta messa con suo marito!! –

Rimango allibita da tale affermazione e rispondo che ci sono delle leggi a riguardo e che basterebbe solo studiarle e metterle in pratica, chiaramente!!!

Prima di andare via mi sincero che abbiano quantomeno il numero di telefono del padre di mia figlia, ma dopo un breve controllo mi dicono che non hanno alcun dato che riguardi il padre!!!

Di bene in meglio!!!

Allora mi offro di fornirgli i dati che non hanno e mi rispondono che per diritto alla privacy non possono inserire alcun dato che non sia riferito da lui….

Con molta calma , domando come intendono procedere all’inserimento dei dati se non hanno neanche il suo numero di telefono !!!!

Oh, ecco finalmente la risposta che mi aspettavo dinnanzi a cotanta intelligenza e professionalità….

Signora, lei deve dire a suo marito che deve venire qua per darci i suoi dati, semplice!” (Con tono arrogante tra l’altro)

Io rispondo che la situazione forse non è ben chiara e decido a quel punto di non dilungarmi in discorsi a quanto pare incomprensibili e concludo dicendo che chiederò a mia figlia di riferire a suo padre di recarsi a scuola!
Va bene signora ,lo dica alla ragazza allora , l’importante è che suo marito venga qui!!!-

A malincuore noto che c’è tanta ignoranza a riguardo!!
Sono sempre più frequenti i casi di separazione dei genitori e non sempre si tratta di situazioni facili da gestire, anche perché spesso le separazioni tra coniugi non sono pacifiche.
Le scuole ed altri enti dovrebbero sapere però come comportarsi dal momento che esistono dei regolamenti (circolare del miur del 02-09-2015) che però non vengono applicati!!!

I genitori separati sono genitori al 100%. L’istituzione del Registro della
bigenitorialità garantirebbe che i figli minori siano seguiti da entrambi i genitori, indipendentemente dalla qualità dei rapporti tra di loro, al fine di favorire un reale affido condiviso nelle decisioni relative alla loro salute, educazione ed istruzione.

Io sono favorevole all’adozione di suddetto registro e come me tanti altri genitori che purtroppo non hanno né modo e né tempo di farsi sentire!! È ora che anche il nostro comune si aggiorni al fine di tutelare i nostri figli!!!!”.

(A cura di una “Mamma Indignata“)

Registro bigenitorialità. “Perchè servirebbe a Manfredonia? Ascoltate questa storia..” ultima modifica: 2017-09-25T20:33:24+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This