Lavoro

Formazione professionale, la Provincia di Foggia pubblica sei nuovi avvisi pubblici


Di:

Leonardo Lallo (immagine d'archivio)

Leonardo Lallo (immagine d'archivio)

Foggia – SONO stati pubblicati sul BURP (Bollettino Ufficiale della Regione Puglia) numero 164 del 20 ottobre 2011 e sei avvisi pubblici emanati dalla Provincia di Foggia in materia di formazione professionale. Si tratta di azioni che prevedono complessivamente 1 milione 279mila euro. Finanziamenti rivenienti in parte dal Programma Operativo Regionale Puglia per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 – Asse II “Occupabilità”, ed in parte dal Programma Operativo Regionale Puglia per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 – Asse IV “Capitale Umano”.

Il primo avviso – finanziato per un ammontare di 450 mila euro e che dispone la possibilità di erogare 45 bonus – prevede aiuti per l’assunzione con contratto a tempo indeterminato per il reinserimento lavorativo di lavoratori in mobilità non in deroga, o che hanno cessato un’attività imprenditoriale senza sostegno al reddito e senza un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi e di disoccupati di lunga durata iscritti nelle anagrafi dei Centri Territoriali per l’Impiego della Provincia di Foggia. Il secondo avviso – finanziato per un ammontare di 150mila euro e che dispone la possibilità di erogare 15 bonus – prevede aiuti per l’assunzione con contratto a tempo indeterminato per l’inserimento e il reinserimento lavorativo di inoccupati e disoccupati laureati fino a 34 anni iscritti ai Centri Territoriali per l’Impiego della Provincia di Foggia senza un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

Il terzo avviso – finanziato per un ammontare di 115mila euro e che dispone la possibilità di erogare 11 bonus – prevede aiuti per l’assunzione con contratto a tempo indeterminato di disoccupati over 45 iscritti ai Centri Territoriali per l’Impiego della Provincia di Foggia senza un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi. L’incentivo concesso da questi tre avvisi alle aziende che ne faranno richiesta è di 10mila euro per ogni assunzione a tempo indeterminato con contratto a tempo pieno. «In questa fase di crisi economica – commenta l’assessore provinciale alle Politiche del lavoro, Leonardo Lallo – la leva della formazione professionale e le risorse economiche da essa attivate non devono servire soltanto per acquisire e maturare competenze tra i lavoratori. Ma possono anche diventare uno strumento al servizio delle aziende nell’incremento della forza lavoro e nella creazione di un circuito virtuoso di crescita e aumento della produttività».

Il quarto avviso – finanziato per un ammontare di 300mila euro – prevede l’erogazione di 120 voucher di conciliazione per donne in formazione o alla ricerca attiva del lavoro utili a favorire l’inserimento occupazionale delle donne e la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Il voucher, del valore massimo di 2mila 500 euro, sarà erogato sotto forma di contributo alle spese effettivamente sostenute per servizi di cura e assistenza per figli minori fino a 13 anni di età, anche affidati o adottati, e per familiari o parenti acquisiti, fino al secondo grado di parentela, che siano disabili, malati cronici non autosufficienti o anziani non autosufficienti. Il contributo verrà erogato solo per spese di cura e assistenza prestate a favore di conviventi. Fino a concorrenza del valore massimo di 2mila 500 euro il contributo potrà coprire il 100% delle spese sostenute e le spese ammissibili dovranno essere riferite ad un periodo massimo di 12 mesi.

Il quinto avviso – finanziato per un ammontare di 200mila euro – prevede l’erogazione di 180 voucher per assistenza, durante l’orario di lavoro, a bambini figli di dipendenti, familiari portatori di handicap o anziani ammalati, destinati a donne occupate che non hanno tempo e modo per partecipare pienamente al mercato del lavoro perché chiamate a gestire i carichi familiari. Il voucher, del valore massimo di 2mila 500 euro, sarà erogato sotto forma di contributo alle spese effettivamente sostenute per servizi di cura e assistenza per figli minori fino a 13 anni di età, anche affidati o adottati, e per familiari o parenti acquisiti, fino al secondo grado di parentela, che siano disabili, malati cronici non autosufficienti o anziani non autosufficienti. Il contributo sarà erogato solo per spese di cura e assistenza prestate a favore di conviventi. Fino a concorrenza del valore massimo di 2mila 500 euro il contributo potrà coprire il 100% delle spese sostenute. Le spese ammissibili dovranno essere riferite ad un periodo massimo di 12 mesi. Il sesto avviso – finanziato per un ammontare di 64mila 800 euro – prevede interventi formativi per docenti finalizzati all’acquisizione di competenze per la progettazione di uno stage aziendale.

L’azione è rivolta al raggiungimento di una piena alternanza scuola/lavoro, al fine di assicurare ai giovani, in una logica di stretta collaborazione con il sistema delle imprese, oltre alle conoscenze di base, l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro. L’azione prevede l’attivazione di 10 seminari della durata di 30 ore per un numero di 18 partecipanti per ciascun seminario. Ogni organismo di formazione potrà presentare una sola proposta progettuale. Il progetto selezionato favorevolmente consentirà, all’organismo proponente, l’affidamento del numero delle edizioni richieste fino ad un massimo dei dieci interventi previsti con l’avviso. Il Piano finanziario da allegare al progetto, unico, dovrà essere riferito alla realizzazione di massimo 10 seminari per una spesa complessiva massima di 64mila 800 euro.

«Con questi ultimi tre avvisi – spiega l’assessore Lallo – la Provincia di Foggia punta a sfruttare il canale dei finanziamenti europei in modo da creare una rete di protezione delle categorie più deboli e, nel contempo, una incentivazione all’ingresso del mondo del lavoro. In primo luogo rivolgendosi alle donne e assicurando loro un aiuto nella gestione dei nuclei familiari di riferimento, anche sotto il profilo del sostegno alle spese quotidiane. In secondo luogo guardando, ancora una volta, alla strategicità del rapporto diretto e stretto tra imprese e universo della formazione scolastica».


Redazione Stato

Formazione professionale, la Provincia di Foggia pubblica sei nuovi avvisi pubblici ultima modifica: 2011-10-25T19:27:19+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This