Eventi

‘Frrr, storia di un pesce fuor d’acqua’ nuota fino a Foggia


Di:

Il libro che sarà presentato a Foggia (St)

Foggia – VENERDI’ 28 ottobre, alle 17.30, nella Sala “Rosa del Vento” della Fondazione (Via Arpi 152), e´ in programma la presentazione del volume “Il piccolo audace Frrr. Storia di un pesce fuor d´acqua”, scritto da Giuliano Parenti e Antonio Torquato Lo Mele per i tipi delle Edizioni “La Meridiana” di Molfetta. Dopo i saluti del Presidente della Fondazione, Francesco Andretta, interverranno Elvira Zaccagnino, Direttore generale de “La Meridiana”; Francesca Bellafronte, referente di “Biblioarcobalena”, una biblioteca per bambini nata nel 2009 in una scuola di Margherita di Savoia; uno degli autori, Antonio Torquato Lo Mele, e Milena Tancredi, responsabile della sezione ragazzi della Biblioteca Provinciale di Foggia.

“Il piccolo audace Frr” e´ una storia per bambini, un racconto breve scritto da Giuliano Parenti e illustrato da Antonio Torquato Lo Mele. La storia è popolata di tanti animali parlanti, ma il protagonista è Frr, un pesce che non vuole vivere la vita di tutti gli altri pesci e parte alla scoperta del mondo che è fuori dal lago in cui vive.

GLI AUTORI. Giuliano Parenti. Fiorentino di nascita, insegnante, scrittore di racconti per ragazzi, poeta, autore teatrale e animatore culturale. Dopo 35 anni di insegnamento di applicazioni tecniche ed educazione tecnica nella scuola media a Mantova, ha vissuto a Pieve San Paolo (LU).
Nel 1972 con l´ex alunno Patrizio Roversi ha costituito il gruppo teatrale “Giochiamo davvero” con il quale ha effettuato un centinaio di interventi presso scuole e comunita´. Ha tenuto laboratori di poesia in scuole superiori, in Centri Sociali e Culturali e presso l´ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere (Mantova). Ha lavorato come animatore presso le comunita´ per il recupero dei tossicodipendenti “Emmaus” di Foggia e “Porta aperta” di Casale Roncoferrato (Mn).
Nel 1976 ha collaborato all´ideazione e alla realizzazione della “Citta´ favolosa” insieme a Gianni Rodari, Tonino Casula, Toti Scialoja, Sandro Marianelli, Pinin Carpi, Bruno Munari e Donatella Ziliotto. Dal 1979 al 1985 e´ stato responsabile del Laboratorio Multimediale presso la Scuola Sperimentale “Dante Alighieri” di Mantova.
Ha partecipato alle attivita´ di animazione “Orlando a Dosso” in occasione del dibattito sulla legge Basaglia che ha abolito i manicomi. Ha esposto suoi lavori in una personale organizzata dal Centro Documentazione Arti del Comune di Carpi (MO), presso la Galleria Ducale di Mantova e il Laboratorio Arti Visive di Foggia.
Fra i tanti riconoscimenti spiccano i premi teatrali nazionali «Ruggero Ruggeri» (1957; 1961; 1964), «Vallecorsi» (1961; 1968) e nel Canton Ticino, il premio «Amici del Teatro di Locarno» (1998), il premio “Narrativa Studio 12” del 1995 per un racconto lungo. Dal 1993, ogni anno, in occasione delle feste natalizie, realizzava artigianalmente, con materiali poveri e sotto lo pseudonimo di Lapo le sue edizioni del “Trito&Ritrito”, piccoli racconti che, come scriveva lui stesso nel colophon “non sono in vendita da nessuna parte. Vengono regalati per simpatia verso chi li riceve e per antipatia verso il mercato con dispetto parlando”. Nel 2007 il Centro Socio Culturale Anziani “Chiavi d´oro” di Lucca ha allestito una mostra intitolata “Omaggio a Giuliano Parenti”. E´ scomparso a Santa Margherita di Capannori (Lucca) il 13 novembre 2010.

Antonio Torquato Lo Mele. Foggiano, architetto, scultore e designer, con il “pallino” della filosofia. Negli ultimi vent´anni, ha esposto, pubblicato libri e progettato importanti installazioni in diverse citta´ italiane. Da qualche tempo ha fondato a Foggia un laboratorio nel quale realizza produzioni artistiche diversissime e si rifugia ogni giorno per leggere, pensare e sognare. Della sua vita intellettuale e artistica ha scritto: “Prima di ogni cosa il morbo per la filosofia contratto sin dai tempi del liceo e che ancora oggi, con ostinazione, mi prende, nella assoluta convinzione che il fare pratica dell´arte oggi debba nutrirsi di filosofia… Ricordo con emozione il punto di avvio: una straordinaria raccolta di lezioni tenute da Paul Klee al Bauhaus”. Lezioni che hanno influenzato l´intera produzione artistica di Lo Mele. Dal 13 marzo al 13 aprile 2010, alcune sue “opere filosofiche” sono state esposte al Museo civico di Foggia nella mostra intitolata “Viandando tra archeologia, arte e design”. Nel febbraio scorso, ha esposto presso la Sala Grigia del Palazzetto dell´Arte di Foggia, nella mostra intitolata “Frr” le tavole della stesura originale dell´omonimo racconto per immagini, dedicando l´evento alla memoria di Giuliano Parenti.

Redazione Stato

‘Frrr, storia di un pesce fuor d’acqua’ nuota fino a Foggia ultima modifica: 2011-10-25T09:20:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This