Cronaca

Ischitella, i carabinieri mettono in fuga i “ladri di rame”


Di:

Controlli carabinieri (ST, archivio)

Ischitella – E’ ormai tristemente nota la forte recrudescenza dei furti di rame, annoverato tra i “metalli preziosi” per via delle forti richieste di mercato, che hanno visto triplicare il suo valore negli ultimi anni, provocando una frenetica “corsa all’oro rosso”, con vere e proprie razzie di cavi elettrici e conseguenti gravi disagi derivanti dall’interruzione di linee elettriche, telefoniche, nonché di intere tratte ferroviarie. Per tale ragione, il Comando Provinciale Carabinieri di Foggia ha disposto l’intensificazione dei servizi per il controllo del territorio nelle aree maggiormente colpite dal fenomeno, per lo più zone isolate, ove i “cercatori” del prezioso metallo riescono ad operare indisturbati. Proprio nell’ambito di tali servizi, nella decorsa notte, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vico del Gargano intervenivano in località Foce Varano, ove era stata segnalata la presenza di persone sospette, sorprendendo in flagranza due individui intenti a recidere cavi telefonici della linea TELECOM. Dopo un breve inseguimento lungo impervie strade interpoderali, i due malviventi perdevano il controllo dell’autovettura, una Renault Twingo risultata oggetto di furto, andando a collidere, ironia della sorte, proprio contro un palo della linea Telecom, dopo di che abbandonavano il mezzo, dandosi alla fuga a piedi e riuscendo a far perdere le proprie tracce nella campagne circostanti.

L’intervento dei militari consentiva di recuperare circa 200 metri di cavo della rete telefonica, diligentemente suddiviso in spezzoni da 20 metri circa dagli ignoti malfattori, così da renderne più agevole il successivo trasporto. Il “prezioso” materiale rinvenuto veniva restituito alla citata società telefonica, mentre l’autovettura e gli arnesi utilizzati dai malviventi venivano posti sotto sequestro.


Redazione Stato

Ischitella, i carabinieri mettono in fuga i “ladri di rame” ultima modifica: 2011-10-25T12:22:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This