Cronaca

Trinitapoli, recuperati 700 kg di cavi di rame da azienda di Bergamo


Di:

Carabinieri (fonte image: lavocedelnordestromano)

Controlli dei Carabinieri (Archivio)

Trinitapoli – I militari della Stazione Carabinieri di Trinitapoli hanno rinvenuto un’autovettura con un carico di cavi di rame del peso complessivo di 700 kg. Nel corso di un servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dei furti e della ricettazione di materiale in rame, in orario notturno, una pattuglia dei Carabinieri mentre percorreva alcune strade di campagna in “contrada Mottola” notava un’autovettura Audi A4 SW di colore blu scuro muoversi lungo i tratturi di campagna in modo sospetto. Nel momento in cui i militari decidevano di fermare l’autovettura, il conducente dapprima mostrava di ottemperare all’alt ma, successivamente, si dava a precipitosa fuga mostrando peraltro di conoscere molto bene le strade dissestate di quelle campagne. La pattuglia si lanciava all’inseguimento del veicolo costringendolo a fermarsi con non poche difficoltà dopo circa un chilometro. Dall’autovettura bloccata fuoriuscivano in modo rocambolesco tre individui che, approfittando dell’oscurità, riuscivano a dileguarsi nelle campagne circostanti.

I militari provvedevano ad ispezionare il veicolo abbandonato e riscontravano che, all’interno del cofano, erano stipati ben 700 kg di cavi di rame, risultati, da successivi accertamenti, asportati poco prima da un campo fotovoltaico di proprietà e gestito da una società di Bergamo. Il veicolo, da immediati accertamenti svolti, non risultava da ricercare e di proprietà di un soggetto di Trani. La mattina seguente i proprietari del veicolo sporgevano presso la Stazione CC di Trani denuncia di furto dell’autovettura. Sono tuttora in corso le indagini per risalire all’identità dei tre ladri di rame. L’autovettura ed il carico di rame sono stati sottoposti a sequestro penale.


Redazione Stato

Trinitapoli, recuperati 700 kg di cavi di rame da azienda di Bergamo ultima modifica: 2011-10-25T12:18:02+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This