Cronaca

Il Wwf Molfetta segnala: ancora inquinamento a Torre Calderina


Di:

Torre Calderina 2011 ter (ST)

Bari – LA scorsa domenica sono giunte numerose segnalazioni al Wwf Molfetta. Diversi cittadini hanno contattato i volontari dell’associazione ambientalista per segnalare l’evidente inquinamento del mare tra Molfetta e Bisceglie, in località Torre Calderina.

Ancora una volta teatro di potenziale inquinamento si è rivelato lo sbocco del depuratore del Comune di Molfetta. Le guardie locali del Wwf, giunte sul posto, hanno potuto constatare la fuoriuscita di grandi quantità di schiuma bianca che in parte si depositava sulla battigia. La maggior parte di essa, invece, si allontanava verso il largo, lasciando una grande coltre bianca sul mare, estendendosi per oltre un kilometro quadrato. Nelle immediate vicinanze dello sbocco l’acqua appariva melmosa. L’intera zona era interessata anche dalla presenza di miasmi nauseabondi, tipici dei tensioattivi. Prontamente è stata allertata la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera che ha inviato una pattuglia, con la quale si è proceduto al campionamento delle acque; campioni che, nei prossimi giorni, saranno analizzati dall’Arpa Puglia.

«Quel tratto di costa – ha dichiarato Pasquale Salvemini, responsabile del Wwf Molfetta – pur ricadendo in una Oasi di protezione, viene continuamente violentato. È bene ricordare che le Oasi di protezione servono soprattutto come punto di stazionamento e di ristoro per l’avifauna migratrice. Dubitiamo che forme di inquinamento come quella riscontrata possano essere utili ad aironi, fenicotteri e cicogne (solo per fare qualche esempio). Durante le operazioni di prelievo, inoltre, erano ben evidenti alcuni pescatori che continuavano a pescare a circa 100 metri. Ancora una volta si dimostra irresponsabilità che potrebbe ricadere sulla salute dei cittadini con l’immissione sul mercato o col consumo di pescato fortemente inquinato».


Redazione Stato

Il Wwf Molfetta segnala: ancora inquinamento a Torre Calderina ultima modifica: 2011-11-25T11:43:56+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi