Manfredonia

Caratù – La Torre – Ricucci – Giandolfi “Le ragioni del nostro ‘NO'”

Di:

Manfredonia. Il Movimento politico Est”, Manfredonia che funziona, Insieme per Manfredonia e il partito dell’U.d.c.” di Manfredonia confermano la propria ferma posizione nell’invitare tutta la cittadinanza a votare “No” al referendum costituzionale del 04/12/2016, perche’ la Riforma costituzionale, voluta dal governo Renzi, e’ sbagliata nel metodo e nel merito.

Nel metodo perche’ il Governo ha proposto “sua sponte” la riforma costituzionale che, cambiando ben 40 articoli della costituzione, stravolge l’assetto istituzionale e normativo della nostra repubblica, non coinvolgendo nel processo decisionale le altre forze politiche, trasformando la costituzione di tutti in costituzione di parte.

La Costituzione vigente affida al governo il potere esecutivo che ha il compito di mettere in pratica le leggi fatte dal “ parlamento”. Questo governo non ha avuto nessun mandato, e non poteva averlo, per modificare la costituzione. L’unico leggitimato a dare mandato di questo genere e’ la sovranita’ popolare che viene esercitata con il voto. Difatti, nessun elettore italiano ha chiesto al governo renzi di farsi promotore di una riforma di cosi’ tale portata.

Nel merito perche’ non semplifica e non velocizza l’approvazione delle leggi. Al contrario trasforma l’attuale unico modo di approvazione delle leggi in 16 modi diversi di dubbia interpretazione pratica e giuridica.

La stessa riforma non riduce i costi della politica perche’, a fronte di un esiguo risparmio, priva i cittadini del diritto costituzionalmente protetto dall’articolo 1 di votare i propri rappresentanti. L’unico modo per i cittadini di esercitare la loro sovranita’ e’ il diritto al voto. Il governo renzi, trasformando il senato, prevede, per l’elezione dei futuri senatori, essenzialmente una delega ai partiti. Il nuovo senato sara’ composto da: 5 senatori eletti dal presidente della repubblica, 21 sindaci che dovranno sobbaccarsi un onere di cui mai nessuno gli ha votati per questo compito, e i restanti 74 senatori verranno nominati dai consigli regionali sempre e comunque in accordo e rappresentanza dagli stessi partiti politici.

“Dulcis in fundo”, qualsiasi costituzione o forma di governo non puo’ prescindere da una legge elettorale e “l’italicum”, definita da renzi e dalla boschi “la piu’ bella legge elettorale del mondo” affida alle segreterie dei partiti la nomina dei deputati stessi. Queste brevi considerazioni ci convingono sempre piu’ ad invitare la cittadinanza tutta e i nostri elettori a condividere con noi il “no” a questa riforma costituzionale.

Giovanni Caratù, La Torre Michele, Ricucci Domenico, Giandolfi Nunzio.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • Gaetano P.

    Meglio di così non si potevano spiegare le ragioni perchè bisogna votare NO, anche se ce ne sarebbero tante altre. Mi congratulo con questi partiti e movimenti che stanno dimostrando di non essere succubi di Riccardi e del PD pur stando con loro in maggioranza. D’altronde se Emiliano che è del PD voterà NO perchè non possono farlo anche i partiti che sono alleati del PD ma con il quale non condividono le ragioni di questa riforma. Bravi e preparatevi a organizzare l’alternativa all’attuale maggioranza di governo della città e a scegliervi fin d’ora un buon candidato sindaco, possibilmente giovane! ISOLATE IL PD, PERCHE’ SE LI LASCIATE SOLI (COME MERITANO), LA PROSSIMA VOLTA NON VANNO DA NESSUNA PARTE.


  • Silvio

    Gandolfi, la Torre, Caratu’, Ricucci, in altri termini il NULLA.


  • Ipocrita 1


  • amci

    x Silvio
    il tuo intervento denota la scarsa conoscenza dei firmatari del documento che io approvo in toto.La cosa più importante della vicenda è che questi oltre a metterci la faccia , si firmano :E tu ti permetti di ironizzare nascondendoti dietro ad un nome fasullo . Perchè non hai il coraggio di firmarti col tuo vero nome, così possiamo inquadrarti meglio e vedere quale pozzo di sapienza sei.


  • CHI VOTA "SI" VOTA ENERGAS E SUOI SIMPATIZZANTI/FIANCHEGGIATORI/SPONSORIZZATORI


  • Robin Hood

    Chi vota SI dona un sorriso alla Q8 Energas. Chi vota SI dona un sorriso ai folli trivellatori. Chi vota SI dona un sorriso ai banchieri . chi vota SI dona un sorriso ai politici indagati e in attesa di giudizio. Chi vota SI vota la violenza sulla Costituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati