Foggia
Le strutture dovrebbero riaprire al pubblico il 1 dicembre

Dipendenti musei, sindacati “Primo passo avanti”

I sindacati al termine del nuovo confronto sul futuro delle strutture e del personale in carico a Promodaunia

Di:

Foggia. I sindacati al termine del nuovo confronto sul futuro delle strutture e del personale in carico a Promodaunia. Le strutture dovrebbero riaprire al pubblico il 1 dicembre

“È un primo passo importante nella direzione auspicata: mantenimento delle strutture e tutela dei livelli occupazionali”. Così Elio Dota (UILTUCS), Gianni Palma (FILCAMS-CGIL) e Leonardo Piacquaddio (FISCASCAT-CISL) in merito all’esito dell’incontro odierno sul futuro delle strutture e i dipendenti della Provincia di Foggia (musei, Osservatorio del turismo e Infopoint di Capitanata). “Dopo la disponibilità dimostrata dagli assessori regionali Loredana Capone, Sebastiano Leo e Raffaele Piemontese, e lo stanziamento di 150mila euro, ci premeva verificare che la Provincia avviasse il percorso tecnico-burocratico necessario. Ieri è stata pubblicata una determina cui, a breve, seguiranno gli altri atti necessari, da parte dei dirigenti dell’Amministrazione Provinciale. Le strutture dovrebbero riaprire al pubblico il 1 dicembre”, affermano i segretari generali di UILTUCS, FISASCAT e FILCAMS.

“La politica ha dato risposte in tempi rapidi, definiti. Quello che ci auguriamo è che ora la tecnostruttura sia altrettanto celere. Noi seguiremo ancora la vicenda passo passo e vigileremo affinché gli impegni presi siano rispettati”, aggiunge Dota. Un primo confronto è già previsto per martedì prossimo 29 novembre. “Con questo stanziamento musei, Osservatorio e Infopoint, hanno “ossigeno” fino al 31 gennaio 2017. Ma c’è l’impegno, da parte di Regione, Provincia, Promodaunia e sindacati a trovare una soluzione definitiva entro la prima decade di dicembre esplorando le possibilità per le partecipate definite dal Dpcm 8/9/2014. A questo stiamo lavorando: mettere definitivamente in sicurezza i 29 dipendenti e restituire per sempre al territorio musei, Osservatorio e Infopoint”, concludono Palma, Dota e Piacquaddio.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati