Sport
“Lavoriamo per sviluppare il movimento rugbistico nel Sud Italia”

Salvatore Perugini, vicepresidente Fir, ospite del Cus Foggia

Di:

Foggia. E’ stato un pomeriggio di grande rugby quello vissuto ieri, mercoledì 25 gennaio, presso la sede del Cus Foggia, teatro dell’incontro – organizzato dal presidente della Fir Puglia Grazio Menga e dal consigliere regionale Fir Ermanno Baiardi – con Salvatore ‘Totò’ Perugini, ex pilone della nazionale azzurra ed oggi vicepresidente della Fir, Federazione Italiana Rugby.

Accolto dal presidente del Cus Foggia, Claudio Amorese, dal vicepresidente cussino, Mario Fuiano e dal delegato provinciale FIR, Matteo Ricucci, Perugini, accompagnato dal responsabile Formazione Giovanile Luigi Donatiello, dal responsabile Settore Scuola Francesco Salierno e dal tecnico regionale Maurizio Assenti, ha accettato con entusiasmo l’idea di conoscere le realtà rugbistiche locali, invitando i rappresentanti delle società foggiane ad esporre problemi, esigenze e obiettivi futuri.

“E’ importante sentire la vostra voce, ascoltare le esigenze dei singoli territori per definire quelle che possono essere le problematiche – ha spiegato Perugini – di chi oggi opera nel rugby. Questo è il primo passo affinché poi si possa formare all’interno della Federazione una vera e propria commissione per il Sud che, dopo aver analizzato e studiato nel dettaglio ogni singola istanza, lavorerà alla creazione di un progetto solido, forte e concreto per aiutare e sostenere la crescita del rugby nelle regioni del meridione. Ci deve essere unione, gioco di squadra. Solo così potremo riuscire ad ottenere risultati”.

Perugini, sulla scorta di quelle che sono state le esperienze raccontate dai rappresentanti della società del Cus Foggia e delle compagini di Manfredonia, Cerignola e Torremaggiore, ha inoltre sottolineato l’importanza di curare il settore giovanile anche attraverso percorsi di formazione e informazione nelle scuole.

Interventi

Claudio Amorese, presidente Cus Foggia.
“Qui c’è tanta passione ed entusiasmo, la nostra provincia è da sempre terreno fertile e siamo sicuri che insieme ai vertici della Fir potremo fare cose importanti per il rugby e per i giovani del territorio”.

Matteo Ricucci, delegato provinciale Fir. “Abbiamo accolto con grande gioia la possibilità di ospitare Salvatore Perugini, figura di spicco del rugby italiano. E lo accogliamo in una provincia che ad oggi annovera cinque società rugbistiche. Ci sono però difficoltà strutturali. Basti pensare che quello del Cus Foggia è l’unico campo da rugby disponibile in Capitanata. Ma c’è la voglia di superare queste ed altre difficoltà anche attraverso il coinvolgimento di tanti nuovi ragazzi, sfruttando e richiedendo progetti federali capaci di agevolare l’accesso dei nostri tecnici e dirigenti all’interno delle scuole della provincia”. Un concetto ripreso e ribadito con forza anche da Matteo Zazzera, responsabile tecnico del Cus Foggia Rugby, Ermanno Baiardi, storico capitano della senior cussina, e Vito Nembrotte, tecnico dell’Under 16.

Ascoltati gli interventi anche di altri addetti ai lavori e salutati i tanti tifosi presenti, Perugini ha promesso un nuovo incontro al termine del torneo Sei Nazioni 2017.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi