Cronaca
Nota stampa

Discarica Giardinetto, Manna: allertata la portavoce Rosa D’Amato

"Può la Commissione indicare quali strumenti sono disponibili a livello UE per proteggere l'ambiente dall'inquinamento ?"

Di:

Troia. ”Come MeetUp “Troia 5 Stelle” abbiamo sollecitato – sostiene Grazia Manna – la portavoce al Parlamento Europeo, dell’M5S, Rosa D’Amato a sottoporre, all’attenzione dei Commissari dell’Europarlamento, la pericolosità e la gravità della, ormai nota, discarica di rifiuti speciali e nocivi – interrati, depositati all’interno dei capannoni ed all’esterno, a cielo aperto del piazzale – dell’ex stabilimento “ALA FANTINI” di Giardinetto in Agro di Troia.

Come si ricorderà – prosegue la pentastellata troiana – , nel giro di pochi anni – il periodo in cui il titolare dell’allora ALA era anche Capogruppo di Forza Italia alla Provincia – furono scaricate ed, in buona parte, interrate oltre 250.000 tonnellate di rifiuti tossici e pericolosi senza che alcun rappresentante degli Organi Istituzionali – Comunale, Provinciale, Sanitarie – osasse intervenire secondo le riapettive competenze.

Ringrazio di vero cuore, a nome del MeetUp Troia 5 Stelle e di tutti i cittadini troiani – conclude l’attivista troiana – Rosa D’Amato, ed il suo collaboratore, Bartolomeo Lucarelli per la sensibilità che hanno mostrato per questo grave problema in attesa di risoluzione, pertanto riporto di seguito la loro interrogazione”.

Oggetto: Discarica in località Giardinetto e possibile violazione di direttive UE
Nel comune di Troia, in località Giardinetto, all’interno della zona industriale è ubicato l’ex stabilimento Ala Fantini di proprietà della Ditta I.A.O.All’interno dell’area sono stati individuati rifiuti e materiali di diversa tipologia, di cui 119.000 tonnellate sono stati classificati come potenzialmente pericolosi. La società proprietaria dell’area ha comunicato di essere impossibilitata a assolvere all’obbligo di bonifica e ha chiesto l’adozione di provvedimenti sostitutivi da parte degli enti locali, ma i procedimenti ambientali, che hanno evidenziato superamenti della soglia di contaminazione, sono fermi dal 2009. Diversi sono i casi di tumore che colpiscono i cittadini residenti in zona, probabilmente legati alla contaminazione ambientale esistente nell’area dell’ex fornace. Il 15 e 20 ottobre 2015 due eventi meteorologici eccezionali hanno colpito il comune di Troia, ivi compresa la località Giardinetto, disseminando con ogni probabilità in tutta l’area componenti inquinanti ancora presenti nei capannoni. Può la Commissione indicare quali strumenti sono disponibili a livello UE per proteggere l’ambiente dall’inquinamento e quali di essi possono essere utilizzati per incoraggiare l’amministrazione nazionale a agire?”

http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-%2F%2FEP%2F%2FTEXT%2BWQ%2BE-2015-015944%2B0%2BDOC%2BXML%2BV0%2F%2FIT&language=IT



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This