Manfredonia

Manfredonia, “Avvio raccolta firme per diffida ad autorità su Energas”

Di:

Manfredonia. PRENDE l’avvio questa sera, domenica 26 febraio 2017, alle ore 19,00, presso la sede di Manfredonia Nuova, sita in Piazza Giovanni XXIII n. 4, la raccolta delle firme per interdire l’installazione dell’impianto del deposito gpl di energas.q8, in località Santo Spiriticchio, contro il quale Manfredonia si è già espressa in maniera chiaramente sfavorevole, con il referendum del 13 novembre 2016, senza che le autorità decisionali abbiano revocato l’autorizzazione al previsto impianto.

Le firme apposte saranno a supporto delle diffide che invieremo alle autorità nazionali competenti, quale presupposto, in caso di mancata o insoddisfacente risposta, per il ricorso finale che dovrà essere presentato direttamente a Bruxelles, sede del parlamento europeo, ed alla corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo. La raccolta delle firme continuerà tutti i giorni, dalle ore 18,30 alle ore 21.30, presso la sede di “manfredonia nuova” e terminerà domenica 5 marzo 2017.

Testo del Ricorso:
Al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
c/o Palazzo del Quirinale – 00187 Roma
Al Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni
c/o Palazzo Chigi Piazza Colonna, 370 – 00187 Roma
Al presidente della regione Puglia Michele Emiliano
Lungomare Nazario Sauro, 33 – 70121 BARI (BA)
Oggetto: atto di diffida
Riferimento: pre-diffida datata 22/12/2016 e 30/12/2016
Manfredonia, 25 febbraio 2017 Raccomandata A/R

Noi cittadine e cittadini italiani, residenti a Manfredonia, con l’ausilio dello scrittore Gianni Lannes (autore del dossier “A tutto gas”, di prossima pubblicazione), in ossequio ai dettami della Costituzione repubblicana e alla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, nonché alla Dichiarazione dei diritti del fanciullo e alla Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia, in virtù della Convenzione di Aarhus, ratificata dalla legge 108/2001, ai sensi del Trattato che istituisce la Comunità Europea, ratificato dalla legge 1203/1957 (in particolare l’articolo 174), nonché in considerazione della “Dichiarazione per il diritto del bambino ad un ambiente non inquinato” del 24 settembre 1999, invitiamo le SS.LL. ognuno per le sue rispettive competenze, al fine di privilegiare la tutela reale della persona umana, così come riportato nella Costituzione italiana, ad arrestare l’iter del procedimento Energas-Kuwait Petroleum relativo alla realizzazione in loco di un impianto di gas a petrolio liquefatto, considerato a rischio di incidente rilevante dalle direttive Seveso, che movimenterà per mare per terra ben 300 mila metri cubi di antiecologico GPL ogni anno, mettendo a repentaglio la vita di migliaia di esseri umani , arrecando al contempo gravissimo danno ambientale all’ambiente, anche in violazione dell’accordo di Parigi sul clima (entrato in vigore il 4 novembre 2016) e nessun vantaggio economico per la collettività. A tale proposito, si rammenta alle SS.LL. che la cosiddetta bonifica ambientale (Legge 426/1998) in seguito all’inquinamento provocato dall’Eni non è stata ancora realizzata, nonostante l’ingente quantità di denaro pubblico elargita alla Syndial. Infine, si fa presente al presidente pro tempore della Regione Puglia di aver promesso sia in campagna elettorale nel 2015, e più recentemente l’11 novembre 2016 pubblicamente proprio a Manfredonia, che avrebbe revocato in autotutela la delibera firmata dal governatore uscente Nichi Vendola di compatibilità ambientale (numero 1361 del 5 giugno 2015) al deleterio progetto. In attesa di un concreto riscontro a tutela della comunità di Manfredonia e della legalità effettiva, si specifica che la volontà popolare è a stragrande maggioranza contraria (referendum consultivo del 13 novembre 2016) a questo ennesimo attentato affaristico per arricchire pochi a danno di tanti.

*°*°*°*°*°*
OBIETTIVO MILLE FIRME PER MANFREDONIA

CI RIVOLGIAMO A TUTTE LE CITTADINE ED AI CITTADINI CHE TENGONO A CUORE LE SORTI E GLI INTERESSI DI MANFREDONIA.

MENTRE LE AUTORITÀ LOCALI TACCIONO O PREFERISCONO TACERE, NOI DICIAMO CHE SERVE CONTINUARE LA LOTTA PER AVERE GIUSTIZIA. PER QUESTO, OCCORRE FIRMARE TUTTI, PROPRIO TUTTI.

(MANFREDONIA NUOVA)

Manfredonia, “Avvio raccolta firme per diffida ad autorità su Energas” ultima modifica: 2017-02-26T11:01:07+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
16

Commenti


  • Antonio Trotta

    Fino ad ora non ci avete ancora fatto a capire chi investirà su Manfredonia e soprattutto come deve essere rilanciata l’economia.
    Purtroppo i cittadini di Manfredonia non vivono tutti a carico dello Stato, nè come dipendenti, nè come pensionati, e molti di questi non hanno ex parenti parlamentari (non godono della loro pensione).
    Avete rotto di parlare sempre dell’Energas. Avete già perso più di un anno a parlare di un’azienda che già faceva parte delle aziende del contratto d’area e di cui mai nessuno ha parlato.
    Siete i soliti politicanti da quattro soldi che non hanno argomentazioni e si appigliano alle scaramucce per prendere qualche voto


  • Sipontino

    Molto volentieri!


  • Lannes salvaci tu


  • Ciccio

    Non 1 firma ma 10, 100, 1.000, un milione di volte firma per questa nobile e drammatica battaglia contro le lobbies, i poteri forti,e i politici subdoli complici!

  • Verrò prima possibile, Grazie per.sempre.


  • Gustavo


  • Dino

    Non finiremo mai di ringraziare lannes per il suo aiuto disinteressato che da’ al nostro paese nel suo intento caparbio ,insieme alla collaborazione di Manfredonia nuova,nello scrivere fine alla parola energas. Da investigatore ,come un vero segugio che non abbandona mai la sua preda fino alla cattura,non si da’pace fino a quando non risolve il problema.Amo il mio paese e lo voglio lasciare ai posteri cosi’ com’e’ ora , sperando in una buona ripresa economica futura, senza ricorrere ad impianti pericolosi per l”ambiente e per la sicurezza dell’uomo. Lannes, grazie di esistere.


  • svolta

    Pronto….De Luca ci sei ?


  • Rita

    E le scie? quando le cancellerete?


  • Piero

    I soliti commenti dei lacchè dei politici hai quali qualcuno ha infranto i sogni dei loro sogni.


  • Zuzzurellone Sipontino

    Bene Manfredonia Nuova, continuiamo la lotta contro le fonti fossili. Tali fonti ci rendono, VULNERABILI, RICATTABILI, da paesi produttori, che non sono DEMOCRAZIE, manco alla lontana, alcune continuano nell’assurdita, INSENSATEZZA, di teocrazie. Chiedo scusa, a tutti perchè non in tema ma vorrei suggerire un altro tema. Un nuovo faro che tutte le associazioni, liste e partiti, che sono contro il bombolone, potrebbero accendere. Mi riferisco alla Autorità del Basso Adriatico/ del Levante, della quale il porto di Manfredonia fa parte, ponendo una domanda: è vero che nello statuto dell’ Autorità Portuale del Basso Adriatico , della quale facciamo parte, vi è un comma, un articolo, un virgolettato, per il quale” le sub autorità hanno solo parere di consultivo e non di veto”? Cioè, alla femminile, decide Bari per tutti e noi non possiamo opporci? Possibile addio traffico croceristico? I baresi, baresi sono, e noi sempre doppia colonia interna resteremmo? Chiedo ancora scusa, ma “prevenire è meglio che curare” e “a pensar male si fà peccato ma ci si azzecca sempre”. Ciao tutti in piazza a firmare………


  • Emosocazvustr

    Ma raccogliete firme per cosa? Per il Monopoli??? Sveglia Enercaz ha già incassato i finanziamenti, é programmata e lo era da anni l ‘insediamento … E il referendum a che è servito??? A spendere denaro pubblico! Ma ci siete o ci fate???


  • Silvana

    Don Chisciotte e Sancho Panza. Semplicemente ridicoli.


  • Gustavo

    SVOLTINO, ancora tu ?


  • svolta

    Gustavo…. oh Gustavo….Sempre io per metterti in ridicolo per quello che sei ma più che altro per quello che non dici…. La tua testa e quella di qualche altro è piena d’aria inquinata dal malaffare chi vi ha sorretto….. Avete finito di mangiare i maccheroni. Fra non molto vedrete un cielo molto stellato….


  • Zuzzurellone Sipontino

    Non cambia niente in questo “natio borgo selvatico” leoni contro l’opposizione, pecore con la maggioranza………….beee, …..beee…..beee……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi