Cronaca
L'azienda Vintage srl in collaborazione con il gestore del servizio di igiene urbana del Comune di Poggio Imperiale

Avviata nel Comune di Poggio Imperiale la raccolta porta a porta degli indumenti usati

Se si riuscisse a portare la raccolta differenziata degli abiti almeno a 5 kg si avrebbe un risparmio di ben 45 milioni di euro

Di:

Foggia. Anche gli utenti del Comune di Poggio Imperiale potranno usufruire del servizio gratuito di raccolta porta a porta degli indumenti usati. L’azienda Vintage srl in collaborazione con il gestore del servizio di igiene urbana del Comune di Poggio Imperiale, ha avviato nei giorni scorsi tale modalità di raccolta anche nel comune foggiano con benefici sia economici che ambientali per i cittadini. “Come un qualsiasi rifiuto – spiega Antonio Capillo, amministratore dell’azienda Vintage srl – anche gli abiti usati possono avere una seconda vita e non differenziarli costituisce un grosso spreco, sia per l’ambiente che per le nostre tasche, che da contribuenti paghiamo con le tasse per lo smaltimento dei rifiuti. Si stima che ogni italiano consumi 15 Kg di indumenti all’anno. Se si riuscisse a portare la raccolta differenziata degli abiti almeno a 5 kg si avrebbe un risparmio di ben 45 milioni di euro. Anche perché circa il 70% degli abiti usati si riesce a riutilizzare”. Il recupero delle materie tessili, infatti, oltre a rappresentare un importante fattore economico e strategico per l’approvvigionamento delle materie secondarie per i settori produttivi, rappresenta un alleato importante per la riduzione dell’impatto ambientale nel settore industriale. “Con questa iniziativa – conclude Antonio Capillo –, gli abiti dismessi dei cittadini non finiranno in discarica aumentando i costi del servizio, ma saranno riciclati tutelando sia le tasche dei consumatori che l’ambiente”.

Area Comunicazione – Vintage srl

Avviata nel Comune di Poggio Imperiale la raccolta porta a porta degli indumenti usati ultima modifica: 2016-04-26T10:52:24+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi