ManfredoniaRicordi di storia
Bed-in è stata una forma di protesta non violenta contro la guerra in atto in Vietnam

Bed-in: John Lennon e Yoko Ono

Era il loro modo non violento di protestare contro la guerra e di promuovere la pace

Di:

Manfredonia. Il 26 maggio 1969, John Lennon e Yoko Ono iniziano il loro secondo bed-in per la pace, a Montreal, durante il quale fu registrata la canzone Give peace a chance con John e Yoko a letto e una folla di partecipanti a cantare i cori. La canzone, scritta dall’ex Beatle divenne un inno del movimento pacifista americano. Bed-in è stata una forma di protesta non violenta contro la guerra in atto in Vietnam. Nel 1969, durante la guerra in Vietnam, John Winston Ono Lennon e Yoko Ono Lennon organizzarono Bed-in’ per la pace della durata di due settimane prima nella città di Amsterdam e poi a Montreal. Era il loro modo non violento di protestare contro la guerra e di promuovere la pace.

Da martedì 25 a lunedì 31 marzo 1969 si è svolto ad Amsterdam il primo bed-in. Come effetto mediatico utilizzarono il loro matrimonio, celebrato pochi giorni prima; passarono la loro luna di miele nella suite presidenziale numero 702 dell’Amsterdam Hilton Hotel, dando libero accesso alla stampa nella loro camera da letto tutti i giorni dalle 9 di mattina alle 9 di sera.
Sulle pareti della stanza erano appesi cartelli scritti a mano del tipo ‘Hair peace’ e ‘Bed peace’. Nel mese successivo, John e Yoko manifestarono in favore della pace in diversi paesi nella speranza di attirare l’attenzione della stampa e diffondere il loro messaggio. Il loro secondo bed-in era organizzato a New York ma John non venne accettato per i suoi trascorsi giudiziari per possesso di cannabis; il tutto fu spostato alle Bahamas, ma per il caldo eccessivo si spostarono tutti a Montreal. Nel dicembre 1969, John e Yoko diffusero il loro messaggio di pace attraverso cartelloni pubblicitari sparsi nelle maggiori città del mondo che recavano la scritta’ War in over! If you want- Happy Christmas from John e Yoko’.

(A cura di Marilina Ciociola, Manfredonia 26.05.2016)



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati