Foggia
"Incontro pubblico il 29 dicembre alle ore 17.30 presso la sala Rosa del Palazzetto dell’Arte di Foggia promosso dagli Amici del Viale"

Foggia. Quartiere Ferrovia “E mo’..avast”

Obiettivo: restituire dignità al quartiere, alla gente che vi abita o lavora e agli immobili della zona

Di:

Foggia. Degrado, crisi economica e sociale, immigrazione senza controlli, prostituzione, bivacco. Residenti e commercianti del quartiere Ferrovia di Foggia proprio non riescono a sopportare più la situazione e chiedono ancora una volta a gran voce un intervento urgente delle istituzioni e questa volta lo fanno in modo propositivo raccogliendo proposte attuabili che saranno poi inoltrate ufficialmente agli organi competenti. “E mo’ avast” è il titolo emblematico dato all’incontro organizzato dagli Amici del viale per giovedì 29 giugno alle ore 17.30 presso la sala Rosa del Palazzetto dell’arte di Foggia, a cui sono invitati a partecipare cittadini, amministratori comunali e rappresentanti istituzionali.

Obiettivo: restituire dignità al quartiere, alla gente che vi abita o lavora e agli immobili della zona.

FOTOGALLERY ENZO MAIZZI

Foggia. Quartiere Ferrovia “E mo’..avast” ultima modifica: 2017-06-26T12:25:03+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Maria Giovanna Ruscito

    Lo stato di degrado, del quartiere nello specifico ma non solo, e’ quello classico vissuto, con le 2 industrializzazioni ed a livello mondialle, in tutte le piu’ o meno grandi citta’. Mala-igiele, prostituzione e droghe. Le prospettive avanzate sono state e sono tante. Gia’, pero’, qualche bagno controllato e usifruibile gratuitamente dagli ospitati ed un centro con personale idoneo per poter : favorire ospitati ed ospitanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi