CronacaStato news
Le ulteriori perquisizioni eseguite nelle abitazioni dei tre, hanno consentito di rinvenire, in una di esse, una pistola cal. 7,65 di fabbricazione estera

Andria, di notte con un fucile rubato: 3 arresti

Sul conto delle armi rinvenute saranno eseguite le opportune comparazioni balistiche allo scopo di accertare se le stesse siano state utilizzate per compiere azioni criminose

Di:

Andria. Continuano i controlli dei Carabinieri su tutto il territorio del Comando Provinciale, volti a prevenire e reprimere i reati in genere ed in particolare al rispetto della normativa riguardante la detenzione ed il porto di armi da sparo. A farne le spese, questa volta, sono stati tre individui arrestati dal Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di Andria per detenzione illegale di armi da fuoco, detenzione di arma clandestina e ricettazione. La scorsa notte, i militari della locale Compagnia CC, nel corso si un servizio di pattugliamento, hanno intercettato e fermato una Opel Corsa nei pressi di via Canosa, con tre soggetti a bordo, due pregiudicati e un incensurato, L.B.A. 59enne, L.B.C. 39enne e S.L. 41enne, tutti di Corato (BA), i quali, all’atto del controllo, hanno assunto un atteggiamento tale da destare sospetto e consigliare più approfonditi accertamenti. Infatti, i militari, dopo aver perquisito i tre individui, hanno rivolto le loro attenzioni all’autovettura all’interno della quale hanno rinvenuto, occultato sotto il sedile posteriore, un fucile da caccia semiautomatico, calibro 20, perfettamente funzionante, risultato di provenienza illecita in quanto oggetto di un furto in abitazione consumato nel febbraio scorso in Ruffano (LE). Le ulteriori perquisizioni eseguite nelle abitazioni dei tre, hanno consentito di rinvenire, in una di esse, una pistola cal. 7,65 di fabbricazione estera, occultata sotto un cuscino del letto matrimoniale, completa di caricatore con tre cartucce, mentre sul comodino un involucro contenente 18 proiettili del medesimo calibro ed un bossolo esploso.

Sul conto delle armi rinvenute saranno eseguite le opportune comparazioni balistiche allo scopo di accertare se le stesse siano state utilizzate per compiere azioni criminose. I tre individui sono stati tradotti presso il carcere di Trani, a disposizione della competente A.G..



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati