Capitanata

Consorzi di bonifica, interrogazione di Pastore: “emergenza scarichi”


Di:

Consorzi di Bonifica, interrogazione Pastore (barlettalife.it)

Consorzi di Bonifica, interrogazione Pastore (barlettalife.it)

Foggia – INTERROGAZIONE a risposta scritta, al presidente della Giunta, da parte del consigliere regionale del Gruppo SEL, Franco Pastore, inerente la situazione in cui versano i Consorzi di bonifica e alcuni impianti di irrigazione e depurazione. “Prima che il Consiglio regionale inizi a lavorare alla rimodulazione legislativa e organizzativa dei consorzi di bonifica – si legge nel testo – ho ritenuto opportuno verificare lo stato in cui versano alcuni impianti e Consorzi. Insieme al consigliere del Pd Ruggiero Mennea, accompagnati da funzionari e dirigenti regionali di tali impianti, Pasquale Gentile, Anna Chiummeo, Giuseppe Marchesino e loro collaboratori, abbiamo visitato la diga Capaciotti, fra Cerignola e Ascoli Satriano, che tramite una rete irrigua fornisce l’acqua dell’Ofanto ai comuni situati a sinistra della foce del fiume. Dopo aver visitato l’impianto di raccolta delle acque reflue di Trinitapoli – ha proseguito Pastore – dove c’è un depuratore e un impianto di affinamento delle acque che, una volta filtrate, servono ad irrigare i campi vicini alla foce dell’Ofanto e l’impianto dell’idrovora di Salpi che raccoglie i reflui derivanti dalla lavorazione del sale, ho potuto constatare che l’unico elemento di criticità è legato alla gestione sempre in pareggio di tali impianti”.

Nei prossimi giorni il consigliere Pastore visiterà i depuratori di Andria e Barletta, “entrambi privi di impianti di affinamento delle acque“. “Il primo bloccato dalla Regione per il patto di stabilità e quello di Barletta, ultimato ma non ancora funzionante”.

“Tutto ciò premesso e considerato – ha concluso l’esponente di SEL – interrogo il presidente della Giunta regionale per chiedere: se sia a conoscenza di tale situazione e come eventualmente intenda risolverla e per quale motivo si sia creata;

se sia a conoscenza di quanto avviene nei tratti di condutture idriche degli impianti irrigui, sia nella Capitanata e nell’Ofantino sia nel nord barese, usati sia come serbatoi per irrigare i campi sia come discariche e cloache per sversare reflui dei frantoi e rifiuti di ogni genere;
se non ci sia bisogno di maggiori controlli a tutela dell’ambiente e della salute pubblica, considerato il rischio di inquinamento delle falde acquifere e la conseguente contaminazione dei terreni e alimenti, come nella zona di Borgo Mezzanone, fra Trinitapoli e Foggia, priva di rete irrigua, dove l’acqua dei pozzi è salmastra. Come si può, dunque, completare e rimodulare un piano degli impianti di bonifica, senza aver prima completato la rete irrigua in questa zona che è agli ultimi posti del Pil nazionale?”, conclude nell’interrogazione scritta Pastore.

Consorzi di bonifica, interrogazione di Pastore: “emergenza scarichi” ultima modifica: 2010-08-26T16:25:45+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi