FoggiaManfredonia

La proposta del giorno: assegno di fine mandato, il 90% per il lavoro

Di:

Soldi, euro, denaro (sanmarinofixing@)

Bari/Manfredonia – PUGLIA, milioni di euro per assegni fine mandato consiglieri regionali. La proposta del giorno: con il 10% del totale ai politici, come utilizzare – nell’ottica del sostentamento delle cd fasce deboli – il restante 90% ?

Legge 1/2004, art. 57

Esprimete la vostra opinione sul forum o segreteria@statoquotidiano.it

Redazione Stato@riproduzioneriservata

La proposta del giorno: assegno di fine mandato, il 90% per il lavoro ultima modifica: 2013-08-26T13:53:11+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
11

Commenti


  • francesco

    Creare un fondo che finanzi progetti di micro impresa per giovani al di sotto dei 31 anni… Con sede in Puglia. Magari dedicati alla green economy o turismo…


  • Redazione

    Grazie per l’intervento; Red.Stato


  • michelantonio

    CREANDO NUOVI CENTRI DR RICERCA, EVITANDO CHE I NOSTRI GIOVANI RICERCATORI VADANO ALL’ESTERO. RESTA L’UNICASPERANZA PER UNA REALE CRESCITA DELLA NOSTRA REGIONE.


  • Redazione

    Grazie, Red.Stato

  • FARE BOSA BUONA E GIUSTA NEL CREARE NEL TERRITORIO DI CAPIATANATA CENTRI DI ACCOGLIENZA PER LAVORATORI STAGIONALI, COMUNITARI ED EXSTRACOMUNITARI, PER FARLI VIVERE CON DIGNITA’ IL LORO PERIODO DI LAVORO NELLE NOSTRE CAMPAGNE, VISTO CHE I NOSTRI GIOVANI ITALIANI, NON VOGLIONO ANDARE A RACCOGLIERE POMODORI, PEPERONI, ORTAGGI VARI, O OLIVE ECC. ALLORA OFFRIAMO A QUESTA POVERA GENTE, ONOSTA CHE VIENE PER LAVORARE, UN ALLOGGIO, CON ACQUA, LUCE E GAS, PER DARE ANCHE A LORO UNA DIGNITA’ DI ESSERI UMANI E NON BESTIE, COME VIVONO OGGI.
    GIUSEPPE MARASCO – Presidente Nazionale CIVILIS- Confederazione Europea onlus


  • Redazione

    Grazie sig. Marasco, saluti; Red.Stato


  • Matteo

    X Marasco

    Forse e’ meglio che parli di cio’ che sai cioe’ dei club Civilis!

    Io in passato a differenza tua i pomodori gli ho raccolti!
    L’Agricoltura e la Pesca sono gli unici settori dove il prezzo dei propri prodotti e’ deciso dall’acquirente!
    Ecco perche’ gli agricoltori sono costretti (rischiando multe salate per sopravvivere), a sfruttare i braccianti locali e gli extracomunitari!
    Quest’ultimi lavorando 3 mesi qui anche se mal pagati riescono a vivere piu’ di un anno nei loro paesi per via del cambio della moneta (parole di un senegalese).
    Al contrario se vivessero qui tutto l’anno con le proprie famiglie anche loro non riuscirebbero a vivere raccogliendo pomodori proprio come gli italiani che pertanto si rifiutano di lavorare nei campi!

    Il vero scandalo e che politici e giornali sanno del disagio degli agricoltori e della pesca, solo che al posto di cercare rimedi a favore di questi, forniscono manodopera da sfruttare e i giornali descrivono i giovani italiani come non disposti a lavori di un certo tipo e ne esaltano pertanto l’importanza degli extracomunitari!

    La realta’ e’ ben altra!
    Bisogna ridare agli agricolitori e ai pescatori il diritto di stabilire il prezzo del proprio prodotto ostacolando la concorrenza sleale dei paesi con moneta favorevole!

    Detto cio’ posso concludere dicendo che:
    Se ci pagano uno stipendio equo per vivere noi italiani facciamo tutti i tipi di lavori al contrario di tutte le cavolate raccontate dai giornali nazionali!


  • Anonimo

    Agevolare le imprese nelle assunzione dei disoccupati ultracinquantenni ,i quali anno difficoltà ha trovare lavoro,e nel frattempo dargli un sussidio.


  • raffaele

    Comprare tanti bastoni da dare alla popolazione per cominciare una guerra civile


  • SOLIDARNOSH

    aiutare urgentemente le FAMIGLIE numerose senza reddito e quelle monoreddito.


  • tonino led

    PIENAMENTE D’ACCORDO CON MATTEO: AGGIUNGENDO CHE, NON E’ LA RIDUZIONE DEL ” COSTO DEL LAVORO “, CHE SIGNIFICA SFRUTTARE I LAVORATORI CON PAGHE DI “SOPRAVVIVENZA” E QUINDI TORNARE AI TEMPI DELLO “SCHIAVISMO” CHE LA STORIA CI INSEGNA, CHE CI RENDE COMPETITIVI SUI MERCATI EUROPEI, MA BENSI’ SI DOVREBBE INTERVENIRE SULLO SPRECO DI DENARO PUBBLICO EFFETTUATO IN VARI MODI, TIPO: OPERE PUBBLICHE INIZIATE E ABBANDONATE SPARSE IN TUTTI I COMUNI D’ITALIA E PRINCIPALMENTE SMETTERLA CON LE FAMOSE ” TANGENTI ” O FINANZIAMENTI AI PARTITI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi