Politica
"La Corte dei Conti, del resto, in occasione del giudizio di parifica dell'ultimo bilancio pugliese, aveva già intimato alla Regione di costituire un fondo vincolato a copertura delle anticipazioni statali"

Pagamento debiti Regione, Caroppo: “Chiederò audizione assessore”

"La Puglia, allora, assunse l'impegno di costituirlo durante l'anno, non appena ci fossero le risorse"

Di:

Bari – “Sulla questione del piano straordinario dei debiti arretrati abbiamo bisogno di vederci chiaro, per avere un’idea precisa delle prospettive per la nostra Regione. Chiederò, dunque, al Presidente della I Commissione consiliare di inserire nell’agenda dei lavori l’audizione dell’assessore regionale al Bilancio”. Lo dichiara il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Andrea Caroppo. “La Puglia – aggiunge – ha usufruito dell’articolo 3 del decreto n. 35 del 2013, che ha consentito il pagamento delle fatture emesse dai fornitori nei confronti delle Asl pugliesi. Dal Piemonte, però, emerge un quadro che desta preoccupazione: sia la Corte dei Conti che la Consulta hanno bocciato la decisione della Regione di avvalersi dell’articolo 2 dello stesso decreto, inerente ai debiti non sanitari, per questioni tecniche. Le Regioni, Puglia compresa, dovranno costituire un fondo entro l’anno e ripianare una somma sui bilanci che, invece, si pensava dovesse essere ammortizzata in 30 anni. La Corte dei Conti, del resto, in occasione del giudizio di parifica dell’ultimo bilancio pugliese, aveva già intimato alla Regione di costituire un fondo vincolato a copertura delle anticipazioni statali. La Puglia, allora, assunse l’impegno di costituirlo durante l’anno, non appena ci fossero le risorse. Il rischio è che ci potremmo trovare a chiudere il bilancio 2015 con un disavanzo di centinaia milioni di euro. Non possiamo fermarci al campo delle ipotesi – conclude Caroppo – e abbiamo bisogno di sapere se possano incombere altri oneri sulle casse della Regione”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi