Capitanata

Foggia, un asilo nido nel Conventino di via Barra

Di:

Centro diurno

Operatori centro diurno (archivio, fonte image: cenadellamicizia.it)

Centro diurno

Operatori centro diurno (archivio, fonte image: cenadellamicizia.it)

Foggia – UN centro di accoglienza per i senza fissa dimora; un centro diurno per minori e un centro di ascolto per le donne e antiviolenza (ufficio di mediazione in ambito civile e penale).

Si entra ora nella fase operativa ed il Comune di Foggia si propone di avviare i lavori entro la fine dell’anno. Questa mattina a Palazzo di Città di Foggia il sindaco Mongelli e l’assessore comunale alle Politiche Sociali Pellegrino hanno salutato con favore l’impegno della Regione Puglia per il recupero e la valorizzazione di tre strutture che attualmente sono in stato di abbandono e che potranno godere di un finanziamento complessivo di 3milioni di euro e che rientrano nel programma di “Infrastrutturazione sociale”. All’incontro di questa mattina era presente anche l’assessore regionale al Lavoro e Walfare Elena Gentile e il commissario straordinario dell’Ipab di Foggia Maria Santissima Addolorata De Pellegrino.

Il sindaco Mongelli ha voluto ringraziare per l’attenzione che dedica a Foggia l’assessore regionale Gentile sottolineando che “questi progetti aprono un nuovo concetto di welfare che il Comune sta portando avanti e che determinerà un miglioramento della qualità anche dei servizi soci-sanitari”. “Non bastano poche centinaia di euro ed una pacca sulla spalla per dare risposte concrete al cittadino. A noi non ci interessa il socialismo municipale e l’assistenzialismo. Con questo progetti vogliamo dare un sostegno anche alle donne che hanno subito violenze, ai minori a rischio, vogliamo dare una casa ai senza fissa dimora. Devo ringraziare la struttura delle Politiche Sociali e dell’Ipab per il lavoro che hanno svolto ed in tempi brevi. E’ stata scritta in queste ore una pagina di bella e buona amministrazione”.

A spiegare i contenuti dei progetti che vedono impegnati direttamente il Comune, quindi per la struttura un tempo sede della seconda circoscrizione e per la palestra ex GIL, è stato l’assessore comunale Pellegrino. “Siamo orgogliosi del lavoro svolto e la risposta della Regione ci conforta. Entro la fine dell’anno saranno avviati i lavori e crediamo che in un anno dovremmo avere il completamento degli interventi strutturali. Stiamo pensando anche ad un concorso di idee per dare un nome ai nuovi spazi che saranno messi a disposizione della città”.

Terzo progetto inserito nell’accordo di programma è stato quello dell’Ipab Maria Santissima Addolorata. Il suo commissario straordinario, Alfonso De Pellegrino, ha rimarcato come con l’azione coerente della Regione sulle Ipab adesso assume concretezza, anche con questi interventi che la proiettano a diventare associazioni di servizio alla persona. “Siamo entrati nell’accordo di programma che il Comune ha presentato, ha spiegato De Pellegrino, che ci permetterà di riportare alla luce l’ex carcere di Sant’Eligio, attualmente in stato di abbandono, aprendo ai senza fissi dimora. 24 persone potranno trovare ospitalità”.

De Pellegrino ha anche anticipato un altro progetto che riguarda la struttura del Conventino di via Barra. “Apriremo un asilo nido con 46 posti disponibili su una superficie di circa 1000metri quadri. Attiveremo un servizio sperimentale con l’università per studiare i comportamenti dei bambini. Avremo a riguardo orari flessibili fino al tardo pomeriggio”. A conclusione dell’incontro ha voluto esprimere soddisfazione per i risultati determinati l’assessore al Lavoro e Welfare Elena Gentile. “Sono orgogliosa per aver promosso un’idea moderna e competitiva di welfare in questa provincia. Per Foggia è un risultato importate perché valorizza un pezzo importante della città, ma individua elementi che non erano oggetti di attenzione da parte del pubblico.

Il welfare della Regione non è più assistenziale, ma tende a promuovere le persone ed il loro progetto di vita. Con gli accordi di programma sottoscritti ieri abbiamo investito i primi 36milioni di euro. Il Presidente Vendola devo dire che ha saputo accogliere ogni mia richiesta di progettazione con entusiasmo ed è motivo di mia riconoscenza e di tutta la comunità. Oggi offriamo una risposta di civiltà. Noi vogliamo che Foggia diventi capitale di un’area più vasta e che metta in rete tutti i servizi”.

Foggia, un asilo nido nel Conventino di via Barra ultima modifica: 2010-09-26T00:37:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi