Cronaca

Sedici manifestazioni di interesse per il Nodo intermodale di Foggia

Di:

Entrata Comune di Foggia (fonte image: Luigi Rignanese di Manfredonia)

Entrata Comune di Foggia (fonte image: Luigi Rignanese di Manfredonia)

Foggia – L’AVVISO del Comune di Foggia per la realizzazione del “Nodo di scambio intermodale”, nell’ambito del progetto-pilota innovativo Treno-Tram, ha suscitato grande attenzione a livello nazionale. A mezzogiorno di mercoledì 22 settembre scorso sono state sedici le manifestazioni di interesse pervenute, una è arrivata 45 minuti dopo il termine fissato.

Le indicazioni apposte sui plichi consentono di rilevare che l’istruttoria della Commissione giudicatrice riguarderà quattro proposte di imprese della provincia di Foggia (due del capoluogo, una di Lucera e una di Manfredonia), due di Napoli e poi imprese di Bari-Carbonara, Modugno, Afragola (NA), Caserta, Roma, Guidonia Montecelio (RM), Forlì, Ravenna, Lugagnano di Sona (VR) e Genova.

Le imprese della “short list” che si comporrà saranno invitate a formulare un’offerta e l’aggiudicataria provvederà anche alla progettazione esecutiva dei lavori, secondo la forma dell’appalto integrato scelta dall’Amministrazione per la realizzazione di un’opera di grande impatto per la mobilità da e verso il capoluogo.

La realizzazione del nuovo terminal intermodale consente, infatti, di rendere rapido ed efficiente l’interscambio con tutte le modalità di trasporto (treno, bus extraurbani ed urbani, taxi, car-sharing, bike-sharing) oltre a migliorare la diffusione dei flussi pedonali dei passeggeri provenienti dall’insieme dei servizi extraurbani verso Foggia. Un intervento che rafforza il ruolo della stazione di Foggia per la distribuzione dei flussi tra Gargano, Monti Dauni e dorsale adriatica.

Il Nodo di scambio intermodale è inserito nel Programma Stralcio di interventi di area vasta “Capitanata 2020”, finanziato con 4 milioni e 750 mila euro a valere sull’Asse V “Reti e collegamenti per la mobilità” del Programma Operativo FESR 2007-2013 e, in particolare, sulla Linea 5.2 “Adeguamento e potenziamento dei sistemi di trasporto in ambito urbano”. Il Nodo si integrerà con la dorsale Treno-Tram Lucera-Foggia-Manfredonia prevista dal Piano Regionale dei Traporti, dal Piano Territoriale di Coordinamento e dal PUMAV “Capitanata 2020”».

L’intervento, che insiste nelle aree ferroviarie dell’ex Scalo merci di Foggia oggi dismesso, prevede quattro realizzazioni: la sede tranviaria dal binario della Lucera-Foggia fino a Piazzale Vittorio Veneto e la relativa fermata con marciapiedi e pensilina; il terminal per i bus extraurbani comprendente la rotatoria di interconnessione con la viabilità principale, la viabilità di servizio, le banchine e le pensiline di fermata; le aree di sosta attrezzate per taxi e auto elettriche; un’area di servizi ai viaggiatori.

Oggi in corrispondenza della stazione si attestano o transitano gran parte delle 650 corse di autobus extraurbani che giornalmente collegano Foggia con il territorio provinciale, regionale e alcune importanti destinazioni nazionali. Non esistono servizi al viaggiatore e manca un’adeguata informazione all’utenza. La stazione ferroviaria è anche punto di attestamento di numerose linee urbane che, pur godendo di un’area dedicata, sono provviste di pensiline troppo piccole per ospitare in condizioni adeguate i passeggeri in attesa, soprattutto durante le ore di punta. Le modalità di attestamento degli autobus, accompagnato da una scarsa organizzazione degli spazi destinati ai taxi e alla sosta breve degli accompagnatori, contribuisce a creare una situazione di generalizzato degrado.


Redazione Stato

Sedici manifestazioni di interesse per il Nodo intermodale di Foggia ultima modifica: 2010-09-26T00:10:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi