CronacaStato news
Per ulteriori info ci si può rivolgere alla sede Adoc di Foggia in via Della Repubblica, 54

Pasqualino Festa “Preoccupati per il sistema bancario pugliese”

Per il presidente vicario Adoc: “Indispensabile organizzare un tavolo di confronto associazioni consumatori-enti locali per rendere edotti i cittadini e sollecitare il Governo”

Di:

Foggia. “Le ultime vicende bancarie che stanno interessando il sistema italiano, purtroppo concentrato a discutere delle soluzioni da adottare per il salvataggio degli istituti di credito del centro nord, vedono il Governo del tutto assente nel Mezzogiorno e in Puglia, in particolare”. Ad esprimere preoccupazione è Pasqualino Festa, presidente vicario Adoc Foggia.

“Tanti risparmiatori pugliesi vorrebbero informazioni più sicure sui risparmi investiti su pacchetti azionari, ieri considerati allettanti ed oggi con valori ridotti dal 30 al 50%. Per decenni, molte banche popolari hanno collocato ai propri clienti azioni della stessa banca, con valori stabiliti dall’istituto di credito e basati su stime approntate dalla stessa banca o da società di valutazione incaricate dagli stessi istituti. Azioni di fatto non rivendibili sul libero mercato e, pertanto, illiquide, con un valore reale di molto inferiore”, precisa Festa che rimarca: “Per anni si è consolidata la tendenza a indicare come investimento sicuro e remunerativo un collocamento azionario che ha esposto i risparmiatori a grossi rischi, compresi molti pensionati o persone con età dagli ottant’anni in su. La situazione rischia di diventare fuori controllo. Urge una mappatura dello stato di salute del sistema bancario pugliese e una valutazione ponderata dei rischi che possono correre i cittadini”.

Di qui la proposta del presidente vicario Adoc-Foggia: “A questo punto occorre organizzare un tavolo di confronto associazioni consumatori-enti locali per programmare eventi pubblici, rendere edotti i cittadini e sollecitare il Governo”.

Per ulteriori info ci si può rivolgere alla sede Adoc di Foggia in via Della Repubblica, 54.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati