Manfredonia
“Ho visto una buona squadra, avevo chiesto ai ragazzi di giocare in una certa maniera e lo hanno fatto per gran parte del match"

Sfuma nel finale la vittoria dell’Angel Manfredonia

I due punti del derby restano a Cerignola, ora due match consecutivi in casa per il team di Coach Ciociola

Di:

Manfredonia, 26 settembre 2016. Una buona Tamma Angel Manfredonia vede sfumare solo negli ultimi minuti del match una vittoria che per oltre metà partita è stata a portata di mano. La prima di campionato si traduce in un derby equilibrato, oltre che una avvincente partita, come nelle migliori tradizioni di questo incontro. Nel primo quarto le due squadre, peraltro profondamente rinnovate nei rispettivi roster, si studiano e i primi 10 minuti scivolano via senza sussulti e su binari di sostanziale parità, con la Tamma Angel che ricuce subito un primo strappo tentato dai padroni di casa. 20-18 il primo parziale.

Nella seconda frazione di gioco la Tamma Angel Manfredonia ingrana la marcia e, procedendo in maniera corale e giocando una pallacanestro molto efficace, scava il primo solco del match, allungando a +12 punti sull’avversario, che riesce comunque a recuperare e a contenere lo svantaggio. Le squadre vanno al riposo lungo sul punteggio di 37-43.

A pochi minuti dalla ripresa del gioco nelle file della Tamma Angel si infortuna Nicola Padalino, che ha la peggio in uno scontro di gioco con Alvisi ed esce dal campo di gioco. Bisognerà attendere gli esami strumentali previsti per domani, martedì, al fine di valutare l’entità dell’infortunio subìto. Il terzo periodo è anche la frazione di gioco nella quale i padroni di casa si rifanno sotto, colmando il divario dagli avversari e ricucendo lo strappo. Il vantaggio della Tamma Angel Manfredonia a questo punto è ridotto al lumicino, ma questo non piega la determinazione del team di Coach Ciociola di portare a casa il risultato. Parziale del terzo periodo: 59-60.

Negli ultimi 10 minuti i padroni di casa tentano più volte l’allungo definitivo, sempre rintuzzati dai viaggianti che più di una volta si riportano a ridosso degli avversari, facendo sentire loro il fiato sul collo. A 15” dal termine è di un solo punto il vantaggio del Cerignola, poi una lunga serie di tiri dalla lunetta fissa il risultato definitivo a favore dei padroni di casa.

“Ho visto una buona squadra, avevo chiesto ai ragazzi di giocare in una certa maniera e lo hanno fatto per gran parte del match – ha commentato a fine gara l’Head Coach Gianpio Ciociola – . Sicuramente l’infortunio di Nicola Padalino ha in parte influito, ci siamo dovuti adattare ad un assetto differente in campo, modificando le rotazioni. Sappiamo quali sono le nostre criticità, ora dobbiamo lavorare per migliorare i nostri punti di debolezza”.

TABELLINI
OLIMPICA CERIGNOLA 83
TAMMA ANGEL MANFREDONIA 78
Parziali: 20-18; 17-25; 22-17; 24-18

Olimpica Cerignola: Torlontano (ne), Cipri 5, Pwono 20, Mazzilli 4, Boiardi (ne), Alvisi 13, Falcone 5, Vuovolo, Morresi 14, Samojlovic 22. Coach: G. Gesmundo.

Tamma Angel Manfredonia: Wright 5, Gangarossa 14, Chiappinelli 2, Gramazio 17, A. Padalino 10, N. Padalino 8, Dispinzeri 18, Castigliego (ne), Totaro 4, Miscio (ne). Coach: G. Ciociola; Assistant Coach: F. Carbone.

Arbitri: Giuseppe Russo (Taranto – 1^ arbitro); Francesco Calisi (Monopoli – 2^ arbitro)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati