CerignolaManfredonia
Iniziativa di Cgil, Spi Cgil, Fondazione e Casa Di Vittorio, Università e ANPI

A Cerignola e Foggia da tutta Italia per l’omaggio a Di Vittorio

Due giornate di alto profilo nell’anniversario della morte del grande sindacalista

Di:

Foggia. Nel 59esimo anniversario della sua morte, il cerignolano Giuseppe Di Vittorio, una delle figure più importanti della politica e del sindacalismo italiano, sarà ricordato in due giornate di altissimo profilo. Giovedì 3 novembre, nella sala consiliare del Comune di Cerignola, a partire dalle 15.30 si terrà una tavola rotonda su “Lavoro, Mezzogiorno, Giovani e Legalità” con relatori e ospiti provenienti da tutta Italia; venerdì 4 novembre, a Foggia, nell’aula magna del Dipartimento di Giurisprudenza, si discuterà di “Di Vittorio all’Assemblea Costituente”. L’iniziativa ha visto lavorare insieme la Cgil e lo Spi Cgil di Foggia, la Fondazione Giuseppe Di Vittorio, l’associazione Casa Di Vittorio, l’Università di Foggia e l’ANPI Associazione Nazionale Partigiani d’Italia sede di Foggia.

A CERIGNOLA E FOGGIA DA TUTTA ITALIA. Nella prima delle due giornate, a Cerignola, arriveranno le delegazioni della Camera del Lavoro di Lecco (Giuseppe Di Vittorio morì proprio nella città lombarda il 3 novembre del 1957) e dello Spi Cgil di Lecco, Teramo, Cesena, Ferrara e Ravenna, con i partecipanti ai campi estivi della legalità. Nella sala consiliare del Comune di Cerignola, saranno presenti il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il segretario generale dello Spi Cgil Lombardia Stefano Landini, Alessandro Langiu di Casa Di Vittorio, il presidente regionale ANCE Gerardo Biancofiore e il segretario generale Cgil Puglia Pino Gesmundo al quale saranno affidate le conclusioni della prima giornata. A presentare le iniziative delle giornate commemorative sarà Franco Persiano, segretario generale Spi Cgil Foggia. I temi del primo incontro saranno introdotti da Gianni Forte, segretario generale Spi Cgil Puglia, e dai saluti del sindaco di Cerignola Francesco Metta e del coordinatore della Camera del Lavoro cerignolana Gianni Marinaro.

A FOGGIA “DI VITTORIO ALLA COSTITUENTE”. Venerdì 4 novembre, la seconda giornata dedicata al grande sindacalista si terrà, a partire dalle 15.30, nell’aula magna del Dipartimento di Giurisprudenza. L’incontro sarà coordinato da Maurizio Carmeno, segretario generale Cgil Foggia, che introdurrà i temi poi sviluppati da Silvia Berti (docente di Storia Moderna a “La Sapienza”, vicepresidente Casa Di Vittorio”), Michele Galante (presidente provinciale ANPI Foggia), Adolfo Pepe (direttore Fondazione Giuseppe Di Vittorio), Maurizio Ricci (Rettore dell’Università di Foggia) e Ivan Pedretti, segretario generale Spi Cgil Nazionale.

Info: www.spicgilfoggia.it – www.cgilfoggia.it – www.spicgilpuglia.it



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • C'era una volta Cossutta

    Compagni dopo il pellegrinaggio a Cerignola venite anche a dare man forte ai compagni sipontini nella epocale lotta contro le lobbies petrolifere che vogliono devastare il nostro meraviglioso mare e territorio!


  • svolta

    Quelli erano gli anni del RISORGIMENTO SOCIALE…. oggi quei valori sono stati svenduti tant’è che il sindacato ha perso la contrattazione ed ha acquistato la concertazione….. a danno e discapito dei soggetti …. in campo…. ma non di chi “concerta”.

  • Magari ci fosse oggi un Giuseppe Di Vittorio ne abbiamo proprio bisogno .


  • Antonino

    Grande uomo che tutti i lavoratori dovrebbero ricordarlo per i benefici ottenuti con lotte e sacrifici, stando in testa ad un movimento definito ” SINDACATO “.
    Purtroppo, a distanza di qualche decennio, si è ritornati indietro nel tempo, facendo perdere ogni credibilità ai vari contratti di lavoro, grazie a tutti quei sindacalisti venduti al partito, trasformando il sindacato ” il partito nel partito “.
    Infatti, tutti i sindacalisti, guarda caso, fanno tutti carriera lavorativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati