Cinema

Rosa – J. Orellana, 2011 [VIDEO]

Di:

Rosa - Locandina

Rosa - Locandina

Questa scheda è spoiler-free: nel rispetto del lettore vergine della visione del film verranno isolate, nell’arco della recensione, eventuali rivelazioni critiche di trama (spoiler) su note a piè pagina, oltre a essere indicato, a fine articolo, un livello della presenza di punti sensibili nell’opera il cui svelamento accidentale possa incidere su una sua corretta fruizione.

Titolo originale: Rosa
Nazione: Spagna
Genere: animazione, fantascienza

IL vuoto spinto nelle sale e le opprimentemente necessarie cerimonie natalizie sono pretesto, per chi pensa che tante volte un buon film sia meglio della vita, di visioni domestiche, re-visioni e scoperte dal mare immenso della produzione cinematografica, un’occasione per sognare e riuscire talvolta nell’ardua impresa di ridefinire in maniera personale e libera il senso di una stanca festa.
E’ quel che può accadere guardando Rosa, cortometraggio d’animazione cyberpunk di Jesus Orellana, visionabile liberamente sul sito ufficiale, che pennella un brevissimo scontro tra tre creature umanoidi in un mondo post-apocalittico, fra visioni fumettistiche e computer graphic.
Dieci minuti intensi e una infiorescenza, anche in senso stretto, di immaginario fantascientifico dipingono un universo spesso bandito dalla celluloide e recuperabile perlopiù in rare opere su carta stampata (ved. Blame). I dettagli sono tantissimi ed estremamente curati, ai limiti di un’overdose fantastica rischiosa ma gestita benissimo, che non stanca e non appare il risultato di materia incontrollata da parte di un appassionato del genere. Nei primissimi minuti Rosa ci proietta in un mondo meraviglioso (nell’accezione estetica), lasciando lo spettatore spaesato e incantato allo stesso tempo dalle atmosfere sognanti, surreali e a tratti malsane. Si segue una nascita misteriosa e si prosegue assistendo al suo conflitto, per comprenderne provenienza e destino. A rinforzo di una base pregevole si aggiunge l’aspetto action, di tradizione wuxiapian/matrixiana, che solletica il palato di chi continua a cercarlo ancora ossessivamente dopo tanti anni, ma non delude chi potrebbe farne a meno. Gli scontri sono ben orchestrati anche se non raccontano nulla di nuovo, prendendo la promozione assoluta per direzione ma sembrando peccatori di aver sporcato un cristallo puro come la protagonista. L’azione copre la larga parte centrale, lasciando di nuovo spazio alla fantasia alla Otomo solo sul finale, irritando un po’ per non averle concesso il dominio assoluto per l’intera durata del cortometraggio.

Realizzato in un anno dal regista e fumettista in totale autonomia e con propri mezzi informatici, Rosa, secondo i rumors, è in procinto di diventare un lungometraggio in accordo con la Fox.
Si spera solo che il passaggio alla lunga metratura non sortisca il risultato di 9, che lasciava il capolavoro nel piccolo per diventare l’indistinguibile nel grande.

Rosa è il regalo che Stato fa a chi ama il cinema e lo segue anche su queste pagine.

Valutazione: 7/10
Spoiler: 8/10

VIDEO – Rosa Cortometraje hecho por Jesús Orellana

Rosa – J. Orellana, 2011 [VIDEO] ultima modifica: 2011-12-26T11:09:00+00:00 da Alessandro Cellamare



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi