Manfredonia
"Voglio sperare che tutto quanto di buono sia stato creato non divenga 'carne da macello'"

“Caro Marco il vostro è stato veramente un Laboratorio culturale”

"Pensa tu se in questa epoca oscura per quanto riguarda il suo lato culturale, realtà come la vostra, come il Luc, non avrebbero dato il giusto senso del valore della musica: essere vissuta e compresa per arricchire la propria sensibilità interiore e la capacità di comunicare con gli altri in un linguaggio universale."


Di:

Manfredonia – ”PER i giovani il concetto di musica è un po’ cambiato rispetto ad altri tempi: per molti non è più una cultura, ma un metodo per evadere dal nostro standard di vita. Infatti oggi si cerca nella musica un mondo impossibile e irrealizzabile per sottrarci dai dolori, dalle sofferenze, dai problemi, dalle difficoltà e dalle fatiche di ogni giorno. E’ cosa risaputa che gli adolescenti preferiscono scegliere la via più breve e più semplice; così la musica diventa “RIFUGIO” qualcosa che offre un riparo immaginario; senza viverla fino in fondo, la musica, il mondo migliore che tutti desideriamo, quando siamo oppressi dalla società contemporanea ipocrita, falsa e fondata sul consumismo.

D’altro canto penso che comunque diventa sempre più nutrita anche quella schiera di giovani in cui cresce la passione e la voglia di creare, realizzare ed eseguire la musica perché essa è un modo per esprimere e manifestare a tutti le emozioni, ciò che abbiamo veramente dentro di noi, senza tenere conto dei giudizi altrui e soprattutto degli adulti che talvolta, costringono a reprimere nei giovani i sentimenti, le opinioni, i pensieri perché non riescono a capirli o non li condividono.

Caro Marco il vostro è stato veramente un Laboratorio Culturale. Pensa tu se in questa epoca oscura per quanto riguarda il suo lato culturale, realtà come la vostra, come il Luc, non avrebbero dato il giusto senso del valore della musica: essere vissuta e compresa per arricchire la propria sensibilità interiore e la capacità di comunicare con gli altri in un linguaggio universale.

Voglio sperare che tutto quanto di buono sia stato creato nel Luc non divenga “carne da macello” con la nuova gestione e che la nuova gestione continui con voi il percorso culturale/musicale intrapreso.
con stima.

(Manfredonia, 26 dicembre 2014; forum Statoquotidiano)

Redazione Stato@riproduzioneriservata

“Caro Marco il vostro è stato veramente un Laboratorio culturale” ultima modifica: 2014-12-26T11:37:06+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
52

Commenti


  • ch'ada fè-capt

    Pucchet,ciao bello,ciaa.


  • Ros

    Eccerto, Un laboratorio culturale che..rovinando la piazza a chi paga le tasse e non occupa strutture pubbliche. …..


  • Gianluca

    Commenti ignoranti di questo tipo ne ho visti, ma parlare senza conoscere mi pare alquanto riduttivo, oltre che ignoranza (ma qui ci sarebbe da fare un discorso su quanti ignoranti scrivano senza avere la minima conoscenza di ciò di cui parlano).

    Il luc non era solo musica, era un’alternativa alla stretta e patetica monotonia offerta da tutti i locali di Manfredonia. (anzichè pensare al guadagno sulle birre, pensate ad offrire qualcosa di bello, coinvolgente e diverso e vedrete che la gente verrà).

    Era un posto dove amici si incontravano di nuovo, dove molti di noi hanno perso qualcosa o qualcuno e dove in un determinato posto hanno elaborato i propri sogni, le proprie fantasie di creare una città migliore e più divertente.

    Mi auguro con tutto il cuore che la nuova gestione sappia come si gestisce un laboratorio culturale come Marco e tutti gli altri hanno saputo fare, ma lo vedo un compito oltremodo difficile.


  • Gianluca

    Commenti ignoranti di questo tipo ne ho visti, ma parlare senza conoscere mi pare alquanto riduttivo, oltre che ignoranza pura (ma qui ci sarebbe da fare un discorso su quanti ignoranti scrivano senza avere la minima conoscenza di ciò di cui parlano).

    Il luc non era solo musica, era un’alternativa alla stretta e patetica monotonia offerta da tutti i locali di Manfredonia. (anzichè pensare al guadagno sulle birre, pensate ad offrire qualcosa di bello, coinvolgente e diverso e vedrete che la gente verrà).

    Era un posto dove amici si incontravano di nuovo, dove molti di noi hanno perso qualcosa o qualcuno e dove in un determinato posto hanno elaborato i propri sogni, le proprie fantasie di creare una città migliore e più divertente.

    Mi auguro con tutto il cuore che la nuova gestione sappia come si gestisce un laboratorio culturale come Marco e tutti gli altri hanno saputo fare, ma lo vedo un compito oltremodo difficile.


  • moralizzatore

    Farebbe meglio a riprendere il lavoro da avvocato, togliersi quel cappello alla Bertinotti e pensare a diventare umile che per me ….Dietro la scusa del Luc …. togliendo clienti al resto del centro


  • Perplesso

    Magari oltre alla musica ci stava pure una ripassata alla grammatica…”avessero” non “avrebbero”.


  • Il fatto

    Un laboratorio culturale , non è solo musica, avrei preferito che in questo periodo storico ci fosse stata più formazione e vera cultura e non solo musica e alcool ottimo solo ad annebbiare la mente dei ragazzi. IGestione fallimentare


  • Alessandro

    Per quanto non si possa essere d’accordo con le scelte di espressione musicale e artistica fatte da questa gestione del Luc, ma solo per una questione di gusti, si può dire che in tutti i circoli culturali esiste un bar, io ho fequentato l’università a Matera e addirittura nella biblioteca provinciale, già una decina d’anni fa all’avanguardia dal punto di vista del servizio e della quantità e della qualità dei testi, esisteva ( e credo esista ancora ) un bar per gli utenti. Nessuno dei gestori dei locali si è mai sognato di fare anche semplicemente a voce un commento così banale come quello del signor Roberto. Se i locali non sono capaci di offrire un servizio che non sia semplicemente rivendere la stessa birra ad un prezzo più costoso del supermercato sotto casa, il problema non è creato dal Luc o da altri circoli ricreativi o culturali. Se i ragazzi, ed anche molti adulti, sono stati attirati dalle attività offerte, non bisogna condannare la gestione perchè offre anche un servizio bar. Sarebbe meglio parlare di ciò che invece può essere migliorato, ma ignoro quali saranno le attività proposte dalla prossima gestione, che spero possa garantire attività coinvolgenti e di alto spessore culturale. Detto ciò una città come Manfredonia ha bisogno di un posto dove sia possibile incontrarsi e discutere, frequentare gente nuova, e proporre idee, e realizzarle. Non vi accorgete che non c’è proprio nessuna offerta In tal senso? Se ho citato Matera è anche perchè è una città che ha investito nella cultura, nell’università, con facoltà che hanno dato impiego nel proprio territorio… Se è diventata capitale della Cultura sono state queste scelte a farla diventare tale.


  • Ros

    E si aggiunga anche proprio il Luc è stato il luogo ospitante (gli interventi dei candidati di,ndr) queste cosiddette “primarie comunali” dove si assistito alla sfilata di tanti giovani, prima fieri contestatori dello status quo del Comune, ridotti ora a far da testimonial e abbracciatori di schede. Tristissimo vedere l’orgoglio di tanti, giovani e no, degradato a servitù per la promessa di qualcosa che spero per loro ora si realizzi. ..Tutto pur di dimenticare i ragazzi che fuggono, gente che ha avuto il coraggio di non scendere a compromessi con i baronetti locali della politica, gente che arriva persino a minacciare chi non la pensa come loro perché sanno di avere il controllo di tutto.


  • Mary

    Ciao ciao
    Tornate a lavorare come tutti noi


  • Alessandro

    M chiedo come mai però tutti i circoli ricreativi e culturali di Manfredonia possano offrire un servizio bar e non sfornino alcolizzati… Forse perchè non fanno musica, non fanno niente a quanto pare… Strano che la moderna biblioteca multimediale provinciale di Matera abbia un bar che vende anche superalcolici! Pazzesco no?… E che nessun gestore si sia mai sognato di fare commenti del genere, nè la cittadinanza, è vergognoso. Evidentemente nella neo capitale della cultura sono tutti alcolizzati, anche chi l’ha votata evidentemente. Per fortuna che adesso che cambia gestione si può ritornare al pacifico tour in auto per la città come massima espressione di cultura, e allo struscio sul corso, al pettegolezzo da bar dove torneremo ad acquistare la birra…. Che fortuna! E poi è giusto che invece di pensare a migliorare il lavoro svolto in questi anni da una gestione anche imperfetta, la si liquidi col pettegolezzo più provinciale e soprattutto in maniera anonima… Grandi!


  • ilproletario

    Pur essendo stati elargiti soldi e finanziamenti comunali e regionali, quindi in parte miei, non mi risulta che il livello culturale di questo paese sia stato migliorato ed elevato, anzi.
    spazio impropriamente definito “culturale” e, spero, (si sia elevata,ndr) l’esperienza musicale degli stessi.
    Però mi chiedo, perché devo contribuire anche io al sollazzo (..) di tanti figli di padri che, sicuramente, stanno finanziariamente e economicamente meglio di me????


  • Michele

    Voi continuate a frequentare i vostri locali di mxxxa di Manfredonia!! Il LUC è stata aggregazione sociale, prima che tutto il resto!! Se poi gente che non sa neanche scrivere in italiano si permette il lusso di giudicare qualcuno solo x stereotipi allora è anche inutile farsi il sangue amaro con certa gente!! Grazie ragazzi del LUC, con voi Manfredonia è diventata una città più civile e conosciuta anche al di fuori della Puglia, grazie ai vostri contest e al vostro costante impegno x far in modo che ciò accadesse!! Siete stati speciali e continuerete ad esserlo sempre!!


  • Cervello

    Solita letterina ammantata di buonismo e sentimenti (e manco firmata) per non ammettere che la gestione appena passata è stata pessima, magari sarete riusciti anche a organizzare un paio di cose simpatiche, ma non dimenticheremo mai l’uso privato del posto, gli alcolici, i modi di fare, i commenti, le risposte a chi sollevava una questione in buona fede, l’accanimento e la mediocrità provinciale con la quale avete trasformato un’ottima idea in una pessima realtà (almeno, pessima rispetto alle potenzialità).
    La verità è che avete fatto pena, e ve lo dice non un detrattore, non un amico, non un nemico, non qualcuno con interessi comuni ai vostri , ma un normalissimo cittadino. Avete avuto la vostra possibilità di distinguervi e avete deciso di scadere anche voi nel provincialismo. Ora si prosegue, sperando che prima o poi qualcosa di VERAMENTE NUOVO arrivi.

    Ps: un intervento come quello pubblicato, sarebbe stato educato anche firmarlo, come forma di rispetto verso chi legge.


  • S.S.S.(Scannatoio Sociale Sipontino)

    Ho letto di °°°carne da macello*** in epigrafe..
    ce ne già abbastanza di carne da macello, tanto per citarne uno a caso contribiuenti…..non è il caso di creane altra.


  • ROBERTO MONACO

    Caro Stato, potrei sapere chi è quel “roberto” perchè molti pensano che sia io, come già capitato con l’articolo di matteo fidanza, allora o fate mettere nome e cognome o mi riservo di agire in sede legale. Grazie.


  • Mattww

    Lascia stare i commenti negativi, inutili, sterili e incostruttivi. Avete fatto un ottimo lavoro, arricchendo il tessuto sociale di un’alternativa di musica generi e saperi. Mi auguro che tu possa continuare al meglio il tuo intervento culturale, Bravo Marco!!!!


  • Redazione

    Buonasera sig. Roberto; ringraziandola per la precisazione, comprenderà naturalmente che in tutt’Italia ma anche a Manfredonia sono tantissimi i cittadini aventi “Roberto” quale nominativo registrato all’anagrafe; è da qui inverosimile stabilire una correlazione tra lei ed un qualsiasi Roberto, tanto perchè lei si sta firmando in questo momento, quanto perchè parliamo di due indirizzi IP differenti; infine: nel precedente post non era indicato il suo cognome, ancora: anche se non necessario lei ha precisato di non aver effettuato il commento; in ogni modo, abbiamo alterato – seppur non necessario – il nome del precedente utente; a presto, la ringraziamo e restiamo a disposizione per qualsiasi ulteriore integrazione, ricordandole che il giornale non può fornire le generalità degli utenti del forum; Statoquotidiano.it – segreteria@statoquotidiano.it


  • Frasinedda

    A me dispiace solo per i tanti giovani che stavano la’ dentro e che pensavano che quello faceva le cose per loro. .. aprite gli occhi la prossima volta. potevate benissimo uscire con un comunicato dove vi dissociavate dalla politica invece tanti di voi in giro hanno scritto a sproposito e soprattutto senza conoscere la realta’ dei fatti. iat ca facciamo la differenza io sto con gaetano e le chiacchiere morte. fame di potere si chiama quella.


  • c'è chi cha

    Cervello, dopo aver detto chi “non sei” dovresti spiegarci chi è ” un normalissimo cittadino”. Diversamente sei simile a Frassica.


  • MONACO ROBERTO

    Ringrazio la redazione di stato e auguro un buon 2015!!!


  • Il Sipontino

    un grazie alla Red e al direttore de Filippo.
    se c’è qualcosa che ha sempre rappresentato parte fondamentale nella vita di ogni ragazzo è la musica.
    premesso questo, da certi commenti si deduce che la crisi, nella nostra comunità, non è solo economica, ma sociale e di comportamento.
    il Luc è stato per tanti giovani come una grande famiglia dove la musica e non solo li accomuna. allora qual’è questa famiglia che vuole il male dei propri figli?
    alcool, alcolisti?
    io non ho visto nulla di questo che scrivete, affidare un figlio ad un’altra persona, seppure per un’ora, comporta fiducia! fiducia nei giovani del Luc.
    un invito a non rimanere fermi mentre tutto ciò accade.
    con stima.


  • zoover

    Egregia Redazione, c’era anche bisogno di rispondere al signor R.M. il quale ha lamentato che un’utente abbia utilizzato il suo “nome” omonimo!
    Ma che storia è questa…


  • Redazione

    Buonasera, abbiamo risposto ad una richiesta di informazioni, utile a questo punto anche per future rimostranze, nessun problema, grazie, a presto; Statoquotidiano.it


  • debora amarù

    per cervellino; il giudizio sul nostro operato non lo esprimiamo noi bensì chi ha gli strumenti per farlo e cioè, tra gli altri, la Regione Puglia che in un documento ufficiale intitolato “buone pratiche dai laboratori urbani” scaricabile a questo link http://www.metticilemani.it/, cita più volte il Luc di manfredonia come esempio di buona gestione. il resto è solo chiacchiericcio stantio di piccoli moralizzatorii di provincia ossessionati dal cappellino di Di Sabato.


  • L.u.c.A

    Vi lamentate voi acculturati che ad oggi il livello culturale e civico di questa città è sotto il livello minimo. Allora tutto ciò è anche causa del LUC che in questi anni non ha fatto assolutamente nulla. Finiamola di puntare il dito verso gli altri e facciamoci tutti un sano esame di coscienza.
    Ma no che dico, voi siete quelli che non si sentono di aver partecipato per 5 anni alla vita pubblica, voi siete quelli che non erano consiglieri , voi siete quelli che non erano assessori. Che Dio ci salvi


  • Pinuccia

    A prescindere dai giudizi della regione puglia i cui giudizi distano più di 100 km da noi
    Ditemi che giudizio dare ad un laboratorio urbano chiuso la mattina, chiuso a pranzo, chiuso nel primo pomeriggio e aperto solo la notte fino a tardi.


  • Mattia

    Che brutto pensare che solo alcuni possano fare le cose. Un difetto di moda in questi giorni tra gli sconfitti


  • Berluriducetto

    oh però ci sono anche tante belle ragazze!!!!!!


  • Ro***

    Se questa è la “cultura” che il centro ha saputo esprimere ben venga il cambio di gestione. Come ho già scritto (e mi è stato cancellato) chi paga le tasse non è meno “intelligente” rispetto a chi non lo fa e usa struttute pubbliche. Ossequi.


  • debora amarù

    per pinuccia. il laboratorio per tutta la durata della nostra gestione è stato aperto di mattina, pomeriggio e sera praticamente sette giorni su sette, festività comprese. da marzo e cioè dalla scadenza del nostro contratto di gestione, abbiamo accettato di gestire la struttura in proroga perchè il comune non si è fatto trovare pronto con il bando. le risorse a diposizione bastano a malapena a pagare le bollette figuriamoci consentire l’apertura diurna con la giusta copertura di personale. in ogni caso è finita anche questa proroga. auguri a tutti.


  • cicciottello presuntuoso

    venite questa sera alle 22…è l’ultima volta che vi facciamo vedere come si fa… poi tornatevene a casa carichi di meraviglie e scordatevene il giorno dopo. nei prossimi 7 anni ci sarà una stampante 3d al posto delle persone..e qualche corso sulla sicurezza o sugli ingredienti della farrata.. vabbè sette anni… sette mesi… o 7 settimane..


  • Franco

    Come fara la nuova gestione a rientrare con le spese? E verranno da San Severo?


  • Michelangelo R

    L’associazionismo è fondamentale per tutti i soggetti soprattutto per quei soggetti che fanno fatica a socializzare perché timidi anche se dotati di notevoli capacità. Sicuramente molti ragazzi avranno preferito il LUC ad altri locali del centro per una questione sociale ed economica ma per la prima volta c’erano persone di vari gruppi, vari modi di vestire vari modi di pensare che si scontravano e si confrontavano. Crescere è questo, dare la possibilità ai giovani di confrontarsi con i più disparati modi di pensare per poter essere in grado di essere liberi e pensare con la propria testa. Il LUC, a parere mio, è stato una risorsa al di fuori delle polemiche sulla gestione e dei capricci politici succeduti.


  • il fatto

    Riprendendo uno slogan da noi famoso, il bello viene ora, cosa sarete in grado di fare con le vostre forze? questa gestione è finita ora si va a casa e gli orfani del luc, adipe e orgoglio permettendo, devono dimostrare quello che valgono perché non si fa cultura o musica solo con i soldi comunali!
    ah poi quando dite che i ragazzi andavano li anche per i prezzi economici al bar scherzate vero?


  • SONO ALTO SONO BELLO SONO ...

    L’amato assessore Paolo, quando iniziarono le polemiche sul LUC disse LI NON SI VENDONO ALCOLICI, E’ SOLO UNA CAFFETTERIA!
    Si si infatti, il famosissimo caffè del LUC è rinomato per le sue qualità e aromi al gusto di luppolo.
    Inoltre vogliamo parlare dei contratti e buste paghe interne?!? Sarei curioso di vedere se la gente ha gli attributi di ammettere quello che succedeva la sotto, io purtroppo non posso scriverlo qua perchè non sono nato ieri e di rogne ne ho già abbastanza.
    Almeno il 31 dicembre quando andrete via, i macbook pro, le chitarre e le strumentazioni varie, PER LEGGE E PER CONTRATTO, dovreste lasciarle la perchè non sono state acquistate con soldi vostri. Le strumentazioni che vi diede il comune ve le siete vendute (secondo il lettore, necessaria documentazione,ndr)… e farlo vedere a tutti quelli che dicono che il luc è un esempio di buona gestione. Si si……buona gestione all’italiana.

    Amarù, ti do un consiglio: almeno evitate di vantarvi della buona gestione del luc, perchè prima o poi tutti i nodi verranno al pettine. Scusami se sto peccando di omertà, ma nonostante io non abbia paura dei luc-adepti, non voglio essere additato come un infame. Spero solo che qualcuno avrà il coraggio di ammettere le cose che ha ammesso davanti a me anche pubblicamente. E vorrei che li ci fossi anche tu e saturday’s. Sarebbe uno spettacolo, credimi.
    Scusate ora devo andare, mi aspetta un caffè, però io lo prendo da Aulisa, magari passerò da Voi per un buon bicchiere di birra detax.


  • Matteo Grieco

    Allora, scherzi a parte.. Le professionalità si pagano.. Il tempo si paga e se il lavoro e il prodotto che produco si chiama cultura… Si paga.. Si pagano i servizi di sala i corsi di musica le birre perché le compriamo. Come noi paghiamo i fonici i fornitori i service le pulizie professionali i musicisti esterni. Anche la sola mera attività di bidellaggio nessuno di voi sarebbe disposto a farla gratis . Fatela finita il bello spero x tutti che arriverà.. Ma noi abbiamo oltre che la coscienza a posto i conti a posto e un mare di esperienza attiva con le mani nella merda. Evviva le politiche giovanili poi mi dite quanto costa il museo del mare e quanto palazzo celestini e quanta gente ci lavora. È che avere un idea ed esprimerla pare sia un eresia.

    Ps x il fatto .. Fuori dal luc abbiamo tutti una vita e un mestiere da portare avanti.. Grazie x la preoccupazione ma non c’è bisogno


  • Cervello

    Ed eccoli qua, basta una critica per far destare gli animi e puntare il dito. E a dire stupidaggini. @debora amarù, il luc non era SEMPRE aperto mattina pomeriggio e sera, non diciamo cavolate giusto per uscire di scena pure con l’applauso. E @cicciottello presuntuoso che già chiama fallimentare a prescindere la prossima gestione, solo perché “non siete voi”? Ecco, è questa la summa di ciò che avete fatto, e finalmente ora vi levate dai cosiddetti e magari tornate coi piedi per terra, fra tutti noi comuni mortali.

    Ah cicciottello, dici che ci saranno si e no corsi sulla sicurezza e sugli ingredienti della farrata? E niente più porte chiuse per festeggiare i compleanni degli amchetti?


  • debora amarù

    per tutti i cervellini. si ribadisco che il luc è stato per quattro anni sempre aperto, di mattina e di pomeriggio, spesso anche di domenica, sempre durante tutte le festività. E non è che se tu dici il contrario non è più vero, abbiamo migliaia di utenti che possono confermarlo, ma voi della nostra utenza fatta di centinaia di persone di tutti i tipi nn sapete nulla, come nn sapete nulla dei nostri conti e delle nostre buste paga che sono tra l’altro a disposizione perchè le nostre rendicontazioni sono atti pubblici. chi dovesse andare a controllare scoprirà che a fronte di piccoli contratti part time il nostro lavoro là dentro è stato full time senza, ripeto, un solo giorno di vacanza, l’abbiamo fatto con amore, con passione, con felicità, con speranza , con coraggio soprattutto, perchè ci vuole coraggio a crederci con tutta una manica di stronzoni che lavora continuamente nell’ombra ad infangare il tuo nome e il tuo lavoro. sulle promesse di cascavilla nn mi esprimo, io so solo che avevo firmato un contratto con il comune e che questo contratto prevedeva anche la gestione del bar senza alcun limite. poi invece mi è toccato gestire le ambiguità dell’amministrazione su questo punto. la maggior parte dei laboratori urbani in puglia ha il bar se non addirittura il ristorante. il nostro bar è invece diventato la pietra dello scandalo e tutti i problemi di questo paese, compresa la mafia e l’illegalità , nascevano nel bar del luc. fatemi il piacere. a “sono alto, sono bello” rispondo che io il luc lo ripulisco quando me ne vado e mi porto via anche le tende…perchè quello che lui finge di nn sapere è che a me il luc mi è stato consegnato praticamente vuoto con tre computer in croce e che tutto quello che c’è l’abbiamo comprato noi, con i nostri investimenti e partecipando e vincendo altri bandi. potete dire quello che volete che vi stiamo sul cazzo,che siamo presuntuosi, arroganti, grassi, pelati, quello che volete, ma c’è una cosa che tutti sanno, anche quelli che fanno finta di non saperlo, e cioè che noi siamo persone per bene, persone oneste , persone che non rubano e non hanno rubato e infatti abbiamo le pezze al culo. ed è questo forse che ha fatto saltare gli equilibri , perchè invece quelli come voi, quelli che scrivono nascosti dietro un nick name, la mafia ce l’hanno nel cervello.


  • Michele Talamo

    MEGLIO UNA BIRRA CHE UNA SNIFFATA DI COCACOLA CHE FANNO TANTI PERBENISTI E BENPENSANTI DAI COLLETTI BIANCHI E CHI HA ORECCHIE PER INTENDERE INTENDA, SPERO CHE NON VENGA CENSURATO QUANTO SCRITTO!
    A PROPOSITO QUANDO “MAFIA MANFREDONIA”? VISTO CHE COME PER ROMA ANCHE PER MANFREDONIA TUTTI SANNO, ANCHE LE PIETRE! SOLO GLI ADDETTI NON SANNO!


  • Redazione

    Dopo questa articolata puntualizzazione, oltre a richiedere moderazione negli interventi, chiediamo obbligatoriamente agli utenti di identificarsi per poter ancora intervenire, grazie a tutti; Statoquotidiano.it


  • SONO ALTO SONO BELLO SONO ...

    Cara Presidente, forse ti sfugge anzi ti ….

    (Come detto, dopo la precedente puntualizzazione, oltre a richiedere moderazione negli interventi, chiediamo obbligatoriamente agli utenti di identificarsi per poter ancora intervenire, grazie a tutti; Statoquotidiano.it)


  • Sono alto sono bello

    Redazione Libertà di espressione senza offese negata solo perché amarù ha chiesto di togliere l anonimato?! Ma la serietà dove sta? Pure voi servi di di sabato?!? Allora ti metto il mio nome e cognome ma rimettete il commento
    L. D’antuono


  • Redazione

    Buonasera, ricordandole la possibilità di inviare i suoi commenti al nostro ufficio legale, le ribadiamo la possibilià di intervenire nel forum, sul tema indicato, dopo relativa identificazione; Statoquotidiano.it – segreteria@statoquotidiano.it


  • Sono alto sono bello

    Ma vi rendete conto di quanto siete ridicoli?!? Commenti moderati e vuoi la mia identificazione?!? Che autorità sei? All albo mi sa che le regalavano le iscrizioni quel giorno… Hai i miei ip e il mio indirizzo email. Fatteli bastare. E sii almeno coerente: pubblica tutto non solo i cazzi che vi convengono


  • Redazione

    Passiamo il suo messaggio al nostro ufficio legale; a presto; Statoquotidiano.it – segreteria@statoquotidiano.it

    (*Utente “Sono alto sono bello” – Red @virgilio.it – ip – Manfredonia, 28 dicembre 2014; ore 02.58)


  • mary (nick)

    aggregazione sociale?! aggregazione di “figli di…” e , guarda caso il LUC ha ospitato le arringhe dei candidati alle primarie del PD. (secondo il lettore un alto numero di,ndr) ragazzi che frequenta è tesserato o simpatizzante; e si permettono anche di fare i socialisti o comunisti di …..!


  • cittadino qualinque

    Buongiorno a tutti…il mio commento vuole essere una risposta alla signora Debora Amaru riguardo all’apertura “h24” del Luc Da lei dichiarata…2 anni fa circa io con la mia band volevamo usufruire della sala prove del Luc di mattina. Pur avendo prenotato 3 giorni prima ci siamo ritrovati il Luc chiuso e ad aspettare più di un’ ora fuori. La motivazione di questo ritardo? La sera precedente c’era stata una serata e chi doveva aprirci stava dormendo sicuramente perché aveva fatto le ore piccole…quindi sulla sua dichiarazione non ci metterei la mano sul fuoco e prima di parlare mi farei un esame di coscienza…io molte iniziative del Luc in questi anni le condiviso però ci sono altrettante iniziative che non condivido…grazie e buon 2015


  • marco di sabato

    Il cittadino qualunque è un tossico, alcolista, autore di diverse rapine e scippi alle vecchine della città . L’ho riconosciuto immediatamente. Spero di aver fornito un plastico esempio delle possibili degenerazioni da anonimato Caro cittadino qualunque, se non so chi sei, non posso difendermi. Se hai meno di 18 anni e vai a scuola posso dirti che al mattino al luc non puoi suonare, perchè devi andare a scuola.Al mattino al luc si fa lavoro di segreteria, programmazione e amministrazione, si mettono a disposizioni i pc, ma non si suona. Dimmi chi sei e ti dirò cosa potevi esigere dal Luc. Se non mi dici chi sei resti un tossico, alcolista, rapinatore, scippatore. Esattamente come lo sono io per te e il resto del mondo virtuale.

  • Salve a tutti. Premetto che il sottoscritto non ha alcun rapporto di parentela con alcuno dei gruppo Pandemia (gestore del LUC) e neanche di amicizia con essi (se non una conoscenza appena più che formale e rispetto reciproco). Non una frequentazione assidua della struttura, ma occasionale. Vorrei, però, portare la mia testimonianza a supporto dei ragazzi di Pandemia. La società di tennis tavolo che ho l’onore di presiedere, incrociò il LUC nel suo percorso che l’ha portata ad essere una importante realtà nazionale di questo sport. Infatti al LUC organizzammo, nel 2010, il nostro secondo torneo per beneficenza, che ci servì da lancio (insieme all’utilizzo di una stanzetta, per pochi mesi e ad un costo davvero irrisorio), col personale che si mise a nostra completa disposizione. Nel 2011, con alcuni amici artisti, organizzai il “CARNEVARIETA’, uno spettacolo che raccolse, gratuitamente, oltre 150 spettatori, che si divertirono moltissimo (dalle loro testimonianze). Sempre nel 2011 organizzai, gratuitamente, una proiezione di un film sulla solidarietà sociale con l’Associazione Occhi Felici”, cui seguì un interessante dibattito. Sempre grazie a Marco e agli amici del LUC ebbi in prestito, gratuitamente, un’ amplificazione che utilizzai per il Triangolare di TennisTavolo, che si tenne in Piazza del Popolo nel Luglio 2013. E sempre grazie agli amici del LUC, e ad un costo molto basso, l’amico Pasquale Bisceglia ebbe in uso un sistema di amplificazione per il “Concerto Evento” di Nick Palumbo (in memoria di Matteo Palumbo, grande chitarrista sipontino emigrato a New York e scomparso nel marzo 2014), che si tenne a Palazzo dei Celestini a settembre 2014 e che rimane ancora un eccellente evento tenuto a Manfredonia….che dire…grazie ragazzi, è stato un piacere avervi conosciuto. Ad maiora.


  • il fabbricatore

    ahahaahahah “è stato veramente un Laboratorio culturale…. ma per favore…


  • il fabbricatore

    ahahahahah… “è stato veramente un Laboratorio culturale” ma per favoreee…. e come disse totò “ma mi faccia il piacere”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi