GarganoManfredonia
Intervento dell'assessore regionale Barbanente

Regione, poteri sostitutivi demolizione abusi edili Gargano

"Approvata dalla Giunta regionale del 23 dicembre una delibera che attiva i poteri sostitutivi nei confronti di Amministrazioni comunali che non provvedono all’esecuzione delle ordinanze di demolizione. La delibera, proposta dall’Assessore alla Qualità del territorio, Angela Barbanente, si inserisce nell’ambito della strategia organica di contrasto all’abusivismo edilizio in attuazione della Legge Regionale n. 15/2012 per la prevenzione e repressione fenomeno"

Di:

Bari – APPROVATA dalla Giunta regionale del 23 dicembre una delibera che attiva i poteri sostitutivi nei confronti di Amministrazioni comunali che non provvedono all’esecuzione delle ordinanze di demolizione. La delibera, proposta dall’Assessore alla Qualità del territorio, Angela Barbanente, si inserisce nell’ambito della strategia organica di contrasto all’abusivismo edilizio in attuazione della Legge Regionale n. 15/2012 per la prevenzione e repressione fenomeno.

La strategia comprende il monitoraggio dell’abusivismo edilizio, la collaborazione con le procure della repubblica, l’erogazione di finanziamenti ai comuni per le demolizioni, e mira a superare alcune persistenti criticità del fenomeno, legate – fra l’altro – alla percezione diffusa di impunità da parte dei responsabili degli abusi, alle note difficoltà dei Comuni ad eseguire le demolizioni in danno, alla carenza di risorse da anticipare. Ferma restando l’obbligatorietà dell’azione tesa al ristabilimento della legalità per tutti gli abusi, l’intervento sostitutivo regionale è stato commisurato ai differenti livelli di gravità e/o pericolosità ambientale degli abusi. I criteri di priorità sui quali si è concentrato l’intervento sostitutivo sono: l’incolumità e la sicurezza dei cittadini, nei siti ove sussiste il maggior rischio idrogeologico, e la tutela del territorio assume nei siti di più elevato valore identitario e culturale.

Del resto, le tragiche conseguenze delle recenti alluvioni, verificatisi in particolare nell’area garganica, attestano inequivocabilmente che il cattivo uso del territorio – in primis l’attività edilizia illegale – oltre a deturpare la bellezza del territorio e a vanificare l’attività pianificatoria, accresce enormemente i pericoli e i danni a persone e cose conseguenti ai fenomeni atmosferici. Tra gli abusi definitivamente accertati e sanzionati dai Comuni con ordinanze di demolizione ancora non eseguite, sono stati pertanto selezionati i seguenti casi ricadenti nei Comuni di Cagnano Varano, Mattinata, Peschici e Vieste. Si tratta, in tutti i casi, di opere edilizie in aree sottoposte a vincolo paesaggistico e idrogeologico incluse nella perimetrazione del Parco Nazionale del Gargano, realizzate in assenza di titolo edilizio e senza le necessarie autorizzazioni paesaggistiche e ambientali:

Comune Descrizione Ordinanza demolizione Diffide regionali

1 Cagnano Varano. Realizzazione di piano terra di mq 174 circa con annesso porticato di mq 61 circa, pozzo artesiano e scalinata di accesso al solaio n. 28 del 12/10/2010 Prot. n. 9738 del 07/10/2013 – prot. n. 7287 del 06/10/2014

2 Cagnano Varano. Realizzazione di immobile di mq 169 circa, h m 5 circa, tipo capannone n. 57 del 19/07/2011 Prot. n. 9739 del 07/10/2013 – prot. n. 7288 del 06/10/2014

3 Mattinata . Realizzazione di fabbricato di mq 71 circa con annessa veranda n. 5 del 25/06/2009 Prot. n. 9741 del 07/10/2013 – prot. n. 7285 del 06/10/2014

4 Mattinata . Realizzazione di n. 3 manufatti in muratura (mq 37 circa, mq 2 circa, mq 15 circa), un piazzale pavimentato e recinzione metallica n. 11 del 30/09/2009 Prot. n. 9742 del 07/10/2013 – prot.n. 7284 del 06/10/2014

5 Peschici . Realizzazione di manufatto in c.a.di mq 100 circa n. 48 del 04/05/2010 Prot. n. 10634 del 31/10/2013 – prot. n. 7286 del 06/10/2014

6 Vieste . Realizzazione di manufatto ad un piano di mq 170 circa, di manufatto a tre piani di mq 114 + 90 + 60 circa, di manufatto a due piani di mq 24 + 8 circa e di un gazebo di mq 25 circa,nonché interventi di ristrutturazione a manufatto preesistente n. 22 del 21/02/2013 Prot. 5894 del 04/08/2014 – prot. n. 7289 del 06/10/2014

Merita segnalare che alle richieste di informazioni e alle diffide formulate dal Servizio Urbanistica regionale, circa l’attività amministrativa finalizzata all’esecuzione delle ordinanze di demolizione, non è stato dato alcun riscontro da parte dei Comuni interessati. Soltanto il Comune di Peschici, con nota prot. n. 8923 del 20/11/2014, relativamente all’abuso edilizio al n. 5 della tabella, ha rappresentato che le opere abusive non sono state demolite e che non si è proceduto all’acquisizione dell’area e del bene al patrimonio comunale in quanto l’area risulta di proprietà comunale.

Pertanto, di fronte all’inerzia delle Amministrazioni comunali nell’esercizio dei doveri di repressione degli abusi edilizi sanciti dal Testo Unico dell’Edilizia, la Regione, in attuazione della L.R. n. 15/2012, ha attivato i poteri sostitutivi, nominando due commissari ad acta per i quattro Comuni interessati, i quali svolgeranno tutte le attività amministrative finalizzate all’esecuzione delle demolizioni delle opere abusive.

Redazione Stato

Regione, poteri sostitutivi demolizione abusi edili Gargano ultima modifica: 2014-12-26T19:50:03+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • Vita Lizio

    cara barnamente dovrebbe abberere anche qualche privilegio di troppo li a bari.


  • 5619 euro di VITALIZIO

    cara Barbanente paladina dell’ambiente e dei fatti suoi. Se la gente si è costruita una casa abusiva è perchè non aveva i soldi per farlo, prechè vive nella miseria, non ha un lavoro, non è come te che prenderai un vitalizio di 5.619 euro mensili. Un’altra falsa moralista che si è assicurata la pensione alle spalle dei pugliesi. Tu sei come Gatta, Riccardi, Ognissanti e tutti quelli che prendono privilegi e vitalizi.


  • lucio

    Siamo sicuri che gli ultimi eventi alluvionali, sia sul Gargano che in altre localita’ siano da attribuire alle costruzioni abusivi? Invece, io credo che siano attribuite al menefrechismo degli enti preposti alla cura del territorio come, ripulire i letti dei fiumi, rinforzare i margini di fiumi con lavori ad opera d’arte, muri di contenimento del terreno ove vi sono colline friabili, collettori per il raccoglimento di acque piovane, piani regolatori, regolarmente autorizzati da diversi enti pubblici, approvati su terreni di amici e parenti del Partito. Non credo che 6 abusi edilizi sul Gargano e’ stata la causa del disastro che si e’ avuto.

  • Ma se non hanno lavoro, dove li prendono i soldi…”e ce ne vogliono tanti” per costruirsi una casa!…MAH!


  • cittadino

    Cara Barbanente e`vero che siamo in campagna elettorale ma di cosa parla?
    I poteri sostitutivi hanno un senso se a corredo si stanziano somme credibili per fare almeno il 10% delle demolizioni esecutive.
    Infatti le recemti disposizioni di legge hanno visto dotare il Comune di Manfredonia di circa quarantamil


  • cittadino

    Cara Barbanente di cosa parla se a corredo di questi atti non stanziate le dovute somme per rendere esecutivi cotanti poteri.
    E`semplicemente pura propaganda per i polli.
    Stanziate piuttosto somme per l’edilizia popolare. Allora si che gli abusi perpetrati dagli speculatori resteranno Nudi e non potranno nascondersi dietro i poveracci.
    Ma voi semplicemente difendete gli stessi potenti che difendono quelli che hanno dato una mano alle primarie a Manfredonia
    Parole vuote


  • Manfredonia orribilmente sfigurata.

    Una preghiera signora potrebbe disporre il rispiegamento della barriera frangiflutti di Manfredonia e quella cattedrale del deserto color grigio utile solo per un paio di ristorantini e una pizzeria stagionale?


  • semprevigile

    Dichiarazioni raccapriccianti…. è quello che si è sempre detto che è nell’istituzione comune che alberga l’abusivismo e tutto ciò che lo stesso genera per essere attuato ad iniziare dai controlli che non vengono svolti da chi di competenza se non dopo esposti….. e poi fanno finta di aver eseguito verbali di violazione…. ma che credibilità hanno tale strutture se permettono tale gioco a danno del proprio territorio…… è tutto un magna, magna….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi