Manfredonia

Nuova tipologia lavorativa a lavoratori, “sindacati vanno informati”

Di:

Infermieri (ST - archivio)

Foggia/Manfredonia – COOP convoca i dipendenti per una nuova tipologia lavorativa, “ma non informa i sindacati”: proteste. La stessa cooperativa non avrebbe pagato 3 mensilità ai lavoratori: ancora proteste. Così da una nota della segreteria Usppi di Foggia alla cooperativa Logos e al legale rappresentante ‘Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza” (Don Uva, con vertenza lavorativa in atto).

Nella nota, l’organizzazione sindacale contesta alla cooperativa di “aver intrapreso unilateralmente strade certamente non condivisibili (…)” diversamente “dal contratto sottoscritto con la Congregazione Ancelle (…) e dalla normativa contrattuale e vigente in materia di lavoro”. Oltre a questo, la mancata erogazione di “3 mensilità”, oltre alle informazioni sui crediti effettivi dei lavoratori e sui “relativi oneri contributivi”.

I sindacati avrebbero preferito essere informati per una discussione comune sulle “migliori condizioni” da applicare ai lavoratori.

Da raccolta dati, la Logos (in calce: “New Logos” di Apricena) “svolge servizi sanitari all’interno dell’Ente Don Uva, con alle dipendenze circa 100 infermieri professionali che assicurano l’assistenza necessaria ed obbligatoria alla Congregazione ed ai degenti tutti”. La Cooperativa di Apricena, dalla nota dei sindacati, avrebbe “proposto ai lavoratori dipendenti rapporti con Partita Iva che non garantirebbero alle stesse maestranze stipendi dignitosi, oltre ad un (..) ridimensionamento della forza lavoro”.

L’Usppi avrebbe inviato la nota anche al Prefetto di Foggia, con diffida alla Coop. di “continuare a convocare i lavoratori per la proposta di tipologie di lavoro non previste dal contratto con l’Ente Don Uva (che prevede la rescissione contrattuale qualora non venga onorato lo stesso)” e con preannunciato “sciopero dei lavoratori per il 31 gennaio 2013″.


g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Sconcertato

    Che schifezza speriamo solo che sia fatta luce su questa situazione…speriamo che oltre ai sindacati intervenga l’ispettorato del lavoro.


  • Priscilla


  • ???????????????????

    Semplicemente vergognoso non solo nei confronti degli infermieri ma anche nei confronti dei sindacati…se ne sono fregati di tutti….è’assurdo bho!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi