Manfredonia

Pannelli zona Eurospin, lettore: chiarezza sugli atti

Di:

Manfredonia – ANCORA una nota stampa sul costruendo “impianto per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile (fotovoltaico) su pensiline ombreggianti sulle vie gen. Azzarone e Mons. A.Cesarano”. La lettera giunge dopo la discussione fiume in Consiglio Comunale, con addebito delle “responsabilità” dirottate in primis su “tecnici e dirigenti del Comune”.

“Abbiamo letto con attenzione l’articolo pubblicato sul vostro giornale dopo la seduta del consiglio comunale del 24 gennaio e gli interventi di alcuni dei consiglieri e rimaniamo sempre più basiti. Notiamo che tutti i ‘politici’ e gli amministratori’ prendono le distanze ‘dall’orrore’ ma in che modo? A parte il consigliere Gatta , che ha svolto e ci auguriamo possa continuare a svolgere il proprio ruolo , senza condizionamenti di sorta , gli altri cosa hanno detto ? Il Sindaco dice : “è giusto che ognuno debba assumersi le proprie responsabilità, però devo ricordare che chi amministra ha compiti di indirizzo e non di gestione degli atti amministrativi; ci tengo a garantire a nome mio e della giunta di interloquire e agire senza fraintendimenti col Comitato che si è formato, per rimediare ad un errore di sorveglianza sugli atti della pubblica amministrazione e di cui mi assumo la responsabilità” (come riportato dal lettore, facente parte del comitato, nella lettera,ndr).


“In che modo il Sindaco si assume la responsabilità ( politica ) ? Scaricando sui tecnici e sui dirigenti le responsabilità ? Su chi doveva controllare e non ha controllato? E chi sono costoro ? E’ chiaro che siamo in campagna elettorale (….) E poi perché il Sindaco prima di fare affermazioni così forti non ha prima ricostruito la vicenda individuando i soggetti responsabili che dovevano controllare e non hanno controllato ? (…)”.

“Colpiscono anche gli interventi del consigliere Lorenzo Troiano e del capogruppo Franco La Torre , all’epoca (il secondo,ndr) vicesindaco e assessore all’urbanistica, finalizzati (…) a difendere il partito. Il partito può anche andar bene , ma gli uomini del partito che, eventualmente , non rispettano le regole no! Il consigliere Troiano dice: ‘Il sindaco ha parlato di una mancanza dei dirigenti o dipendenti comunali preposti, e pensare che con una recente delibera i dirigenti hanno ricevuto un premio di produttività che sfiora l’eccellenza. Ora gli stessi hanno acconsentito a questa bruttura estetica. Le sorti del Comune dipendono allora dai dirigenti che questa Amministrazione
purtroppo si ritrova?
‘”.


“Eppure il consigliere Troiano , valido professionista – scrive il lettore nella nota stampa – ha tutti gli strumenti per venire a capo della questione. Perché anche lui improvvisa senza aver prima ricostruito la vicenda? (…) Vorremmo che il Consigliere Troiano si documentasse e portasse all’attenzioni di tutti noi ‘la verità’. Per esempio, perché non costituire una commissione con il compito di mettere il luce tutti gli interrogativi del consigliere Gatta rimasti , a tutt’oggi , senza risposta ?”.


“Per ultimo l’intervento del capogruppo La Torre (…) si limita a fare affermazioni di comodo : “va precisato come non ci sia stata alcuna fretta della passata Amministrazione nella redazione degli atti“. Tali affermazioni – scrive il lettore – può essere facilmente smentita se si guardano le date: 1) 12/3/2010 (Venerdì) con delibera n. 113 si concedeva un’area comunale a favore della società Volta srl di Manfredonia, per l’istallazione di impianti fotovoltaici ombreggianti; 2) 26/3/2010 ( Venerdì) contratto con la società Volta; 3) 29 e 30 /3/2010 Elezioni”, come riporta il lettore nella nota.

“La tempistica può apparire almeno sospetta , tenuto conto dei tempi biblici che impiegano gli uffici comunali anche per gli atti di ordinaria amministrazione ( Provare per crederci!). Ma a questo punto occorrerebbe chiedere a chi ha sottoscritto il contratto , anche senza , come riferito dal sindaco, gli approfondimenti e le specificazioni dell’impianto che si andava a realizzare perché è stato così superficiale? Non spetta a noi giudicare, ma a questa domanda, qualcuno , dovrebbe dare una risposta in modo da eliminare alla fonte ogni illazione e sospetto”, conclude il lettore, che condivide le azioni del Comitato cittadino di protesta contro l’impianto.

Photogallery



Vota questo articolo:
13

Commenti


  • Il pirata

    La primis, la responsabilita e’ dei dirigenti che hanno approvato un simile scempio. In secundis, da un punto di vista politico, la responsabilità e’ dell attuale assessore all urbanistica il quale dopo un simile obbrobrio doveva semplicemente dimettersi; Infatti, non possiamo chiedere al sindaco di essere presente fisicamente su tutti gli atti dell amministrazione. L unico sbaglio del nostro primo cittadino e’ di essersi circondato di assessori al di sotto della mediocrità’ (DdC,NDR). Il soggetto preposto all attività di controllo e di vigilanza, mancante in questa vicenda (SECONDO IL LETTORE, NELL’AMBITO DEL DIRITTO DI CRITICA,NDR) di cui parla Riccardi nel consiglio comunale del 24 e l assessore all urbanistica


  • Uno di voi

    per me l’idea di fare il parco solare lì non mi disturba e non ci vedo tanta bruttura in confronto agli edifici in cemento armato del centro storico. E’ stato un atto di visione “progressista” della scorsa e dell’attuale giunta che chiaramente ai tanti “conservatori” di non si sa di che non piace.
    Chiaramente se non sono state rispettate le vigenti norme edilizie, urbanistiche, paesaggistiche con i relativi vincoli è compito della magistratura indagare
    Infine quando si contratta con questi imprenditori, in cui ci sono in ballo cifre molto elevate, la pubblica amministrazione dovrebbe, per lo sbandierato “bene comune” ricavarne molti più soldi, altrimenti a che fine far guadagnare tanti soldi senza ricavarci nulla. Dov’è la pubblica utilità di quell’opera: di illuminare qualche lampioncino del cimitero?
    Non si tratta di estetica ma di giro di soldi non rientranti nelle casse del Comune


  • senso civico

    Vogliamo smetterla e mettere fine a questa storia????
    Caro Sindaco vogliamo prendere il problema di petto e arrivare ad una conclusione? Il giorno dell’elezioni è alle porte e non sai quanti voti state perdendo come partito. Poveri voi fate sempre i conti senza l’oste !!!


  • EDWARD CULLEN

    il sindaco prima di far fare le cose deve pensarci.quei pannelli fotovoltaici sono degli orrori la.spero che li tolgono perche fa veramente schifo in un piccolo paese mettere quelle cose.il sindaco si prendesse un poco di responsabilita.


  • carmine

    Ragazzi ma voi credete ancora alle favole?
    Voi veramente pensate che i dirigenti si muovono senza rendi contare ai vari assessori del ramo o al sindaco direttamente?
    Molti di loro vivono in uno stretto connubio con i vari assessori ma così stretto da far pensare male
    Sapete cosa penso?
    Che se interviene la magistratura ed inizia ad indagare, interrogare i presunti autori di questi presunti errori microscopici e cominceranno a far capire che possono essere licenziati, ne sentiremo delle belle
    Poi un altra cosa
    Poiché il sindaco pubblicamente ha rimbalzato le responsabilità sui dirigenti e dipendenti
    Iniziasse a fare i nomi
    E comunque ha fatto come quegli allenatori dilettanti che se qualche giocatore sbaglia e perde la partita non si assume le responsabilità
    Semplicemente squallido


  • IL COMITATO DOVREBBE CHIEDERE LE DIMISSIONI DELL'ASSESSORE !!!

    E’ inutile girarci intorno, è stato

    realizzato un vero e proprio parco fotovoltaico nel centro della città, con la (presunta,ndr) consapevolezza dei dirigenti e dell’assessore all’urbanistica che adesso si deve dimettere! Questo succede quando (…. ) accetta l’incarico di assessore all’urbanistica quando invece non avrebbe dovuto farlo, perchè assolutamente incompetente in quel settore (DdC,ndr). Sarebbe successa la stessa cosa se a ricoprire quell’incarico fosse stato nominato un ingegnere o un geometra? Io penso di no, perchè avrebbe sicuramente compreso (DdC,ndr) quello che si stava per fare.

    IL COMITATO DEVE CHIEDERE LE DIMISSIONI DELL’ASSESSORE ALL’URBANISTICA!

    Senza parlare di quello che sta succedendo ai nuovi comparti…

    (LE PARTI CHIAMATE IN CAUSA HANNO LA COSTITUZIONALE POSSIBILITA’ DI INTERVENIRE PER FORNIRE RISPOSTE AI LETTORI, ndr)


  • il proletario

    Vorrei sbagliarmi ma, vedendo le reazioni di tutti i nostri valenti amministratori e consiglieri, mi sorge il dubbio che nessuno di essi fosse a conoscenza di cosa fosse un parco fotovoltaico! Ragioniamo: nel paese, su molti tetti, ci sono pannelli simili ma di piccole dimensione che comunque non danno fastidio. Sulle autostrade ci sono quei piccoli pannelli montati su un palo. Solo chi si è trovato a viaggiare nelle campagne del barese, del brindisino e del leccese ha avuto modo di vedere quelle distese di pannelli che seccano e rendono improduttivo il terreno sottostante.


  • Giuseppe

    Le vostre scelte…le nostre disgrazie.


  • carmine

    Bisogna però ricordare che le delibere sono della precedente amministrazione quindi bisognerebbe prima di tutto chiedere spiegazioni all assessore all ambiente e all assessore all urbanistica della Precedente giunta e successivamente a quelli nuovi


  • Manfredonia VIVA

    Carissimi mi piacete tutti ma perchè non iniziamo a parlare in prima persona e non ci rendiamo parte attiva di questa disgrazia? Non più il comitato, voi, noi essi ma io cosa posso fare per fare in modoc che non si ripetano più questi scempi? Avete pensato per caso a striscia la notizia o le iene? Allora iniziate a diventare parte attiva di una Manfredonia che vuole cambiare destino che non vuole più subire violenze da chi non ci sa e vuole rappresentarci oltre a pensare ai loro business


  • anonimo

    …rimuovete quel disastro ke —-solamente la ditta costruttrice!!!


  • Asterio Arbildi

    Ma non vi vergognate?? Si chiama impianto fotovoltaico e non parco solare e quello NON è ASSOLUTAMENTE il modo ed il LUOGO di realizzarlo. Questa città è governata da ormai troppi decenni da una parte politica di scarsissimo spessore culturale (degna della sua opposizione che ne è il socio di minoranza da ormai decenni). Manfredonia è tra i Siti di Interesse Nazionale, non per la bellezza, la cultura e l’arte, o il CARNEVALE, ma per l’INQUINAMETO…sì INQUINAMENTO!! e questi pensano a fare il “parco solare”!! Ma non vi vergognate? VERGOGNA!! Cittadini APRITE GLI OCCHI!!! L'”AMBIENTE” E’ “INQUINATO” da “RIFIUTI” da DECENNI, sì DECENNI!!

  • ma i morti si offendono? Forse vogliono un cinema o si svegliano con le musiche?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi