FoggiaStato news
Ultimi giorni per presentare le candidature. Il 28 febbraio stop alle segnalazioni

Il Premio 6Donna ricorda Valeria Solesin

"Deve essere foggiana, o comunque vivere da tempo in città e adoperarsi per il benessere della comunità, contribuire a costruire una città migliore"


Di:

Foggia. ”Ce lo chiediamo anche noi chi sarà la donna dell’anno. E la redazione di 6Donna, potete giurarci, non ci dormirà la notte fino alla vigilia, sperando di non tradire le aspettative di una città che si è presa la briga di chiamare al centralino, scrivere e-mail, contattarci sui social network per raccontare una bella storia, di quelle tenere. Stiamo collezionando segnalazioni che descrivono una Foggia generosa. Conserviamo gelosamente l’identikit di donne che lavorano col sorriso sulle labbra nonostante i guai e che agli altri dedicano il loro tempo. Il 28 febbraio scade il termine per inviare le candidature al Premio 6Donna. È semplice: basta spedire un’e-mail all’indirizzo redazione@6donna.com, indicando la motivazione e tutti i dati utili a rintracciare la persona proposta.

Deve essere foggiana, o comunque vivere da tempo in città e adoperarsi per il benessere della comunità, contribuire a costruire una città migliore, ma soprattutto non deve ricoprire alcun incarico o ruolo di prestigio. Cerchiamo una perfetta sconosciuta, ordinariamente straordinaria, speciale. Potrebbe essere la dipendente di un’azienda pubblica o privata che lavora con dedizione, passione e abnegazione – e oggi come oggi è difficile che le venga riconosciuto un premio produttività – oppure un medico, un’infermiera, che si prende cura amorevolmente dei suoi pazienti, o ancora una volontaria impegnata nel sociale. Martedì 8 marzo riceverà il Premio 6Donna in una serata evento all’interno del Teatro comunale Umberto Giordano di Foggia.

Abbiamo rischiato grosso. C’è mancato poco che dovessimo spostare la cerimonia di premiazione. Avevamo ceduto a malincuore il palco, confortati dall’assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani che ha gestito magistralmente l’incredibile imprevisto dell’annunciato arrivo di Vinicio Capossela che avrebbe preparato il suo tour proprio nel Teatro Giordano, blindato per una settimana. Proprio quella della Giornata Internazionale della Donna. Ma l’artista, a causa di un intervento chirurgico alle corde vocali, ha posticipato l’uscita del suo disco e rinviato a data da destinarsi le date dei concerti. Quella notte è ancora nostra.

Lo spettacolo è assicurato, con la partecipazione di musiciste, attrici, artiste, danzatrici che rappresenteranno l’arte al femminile in tutte le sue forme. Si parte alle ore 20. C’è più di una novità nell’edizione 2016, a cominciare dalla collaborazione con le scuole: ci saranno l’Istituto Superiore di Istruzione Einaudi-Grieco, l’Istituto Tecnico Economico Blaise Pascal e l’Accademia di Belle Arti di Foggia. Sono stati soprattutto gli studenti a chiedere di partecipare. La più bella delle sorprese ci ha emozionato, e ha le parole di una donna che insieme al marito ha regalato, nel dolore di una mamma e un papà che perdono tragicamente la propria figlia, una straordinaria lezione all’Italia. La famiglia Solesin ha concesso di intitolare una menzione speciale del Premio6Donna alla memoria di Valeria, l’unica vittima italiana della furia cieca del terrorismo nel teatro Bataclan di Parigi il 13 novembre 2015. Tutti gli italiani l’hanno vissuto come un lutto privato. È stato già scritto, ed è nel cuore di ciascuno, quanto la giovane studentessa veneta sia un esempio, il simbolo di una intera generazione, e non è alla retorica che vogliamo affidare il suo ricordo, per contribuire a mantenerlo vivo.

La motivazione di questa scelta è stata colta dalla sensibilità di Luciana Milani, la mamma di Valeria, e le siamo grati, e non c’è altro da aggiungere alle sue parole per noi toccanti: “Mi piace molto – ha scritto – l’associazione di questo riconoscimento alla normalità. Valeria, al di là del suo impegno di studiosa, era soprattutto una normale giovane donna, che amava divertirsi e curiosa di tutto. Per tutta la sua vita è stata per noi fonte inesauribile di felicità. Speriamo che questo patrimonio ci sostenga anche nel futuro””.

(fonte: 6donna.com

Il Premio 6Donna ricorda Valeria Solesin ultima modifica: 2016-02-27T11:10:48+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi