GarganoManfredonia
Tavaglione "Unanime accordo su Giovanni Maggiano, Stefano Pecorella e Raffaele Vigilante"

Presidenza Parco, tra provocazione e realtà: si fa avanti La Riccia

"Invito tutti i cittadini con un minimo di requisiti ad avanzare la propria candidatura, cosi vediamo cosa succede"

Di:

San Marco in Lamis. ”Cari cittadini e Istituzioni, visto che qui fanno tutti la corsa alla poltrona da Presidente del Parco Nazionale del Gargano, visto anche i soliti nomi che circolano, considerato che si indicano nomi senza criteri e selezione, come fatto ieri dall’Assemblea dei Sindaci, nel corso della quale sono emersi nominativi dal cilindro magico, il sottoscritto si CANDIDA ALLA PRESIDENZA DEL PARCO DEL GARGANO. Domani, a mezzo telegramma, comunichero’ al Ministro e al Presidente di Regione Michele Emiliano, e ai Sindaci dell’Area Garganica, l’inserimento del sottoscritto nella rosa dei Nominativi. Invito tutti i cittadini con un minimo di requisiti ad avanzare la propria candidatura, cosi vediamo cosa succede. CI DIVERTIREMO …”

E’ quanto scrive, tra provocazione e realtà, sul proprio profilo facebook, l’attivista del Movimento 5 Stelle Luigi La Riccia.

Come già reso noto, “al termine di una discussione ampia, a tratti vivace, ma costruttiva, i sindaci della Comunità del Parco del Gargano, hanno trovato unanime accordo nella indicazione dei nomi da sottoporre all’attenzione del ministro Galletti e del presidente Emiliano. Si tratta di una terna composta da Giovanni Maggiano, Stefano Pecorella e Raffaele Vigilante”. Così in una recente nota
Franco Tavaglione, presidente della Comunità del Parco.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
10

Commenti

  • A Carnevale ogni scherzo vale


  • Zuzzurellone Sipontino

    “repetita iuvant”, per non SCONTENTARE NESSUNO, ricerchiamoLO/A fra i giovani laureati/e o dottorati in ricerca, in tema di agroforestale, marketing del territorio e/o turismo. Che siano giovani e preparati, SE E’ DI FUORI REGIONE MA MERIDIONALE E’ MEGLIO E SE E’ FEMMINA ANCOR DI PIU’.


  • UDS

    che c’è Manfredonia in movimento prende le distanze???? ah ah ah ah


  • e io pago

    e quali sarebbero i seppur minimi requisiti di cui è in possesso lui a parte il fatto di essere un dipendente pubblico?


  • Gianpaolo de Giorgio

    Manfredonia in Movimento prende le distanze dalla terna arbitrale stile Pairetto
    Sì pensa al Presidente e non si ha contezza di un Piano del Parco adeguato, per non parlare dei bilanci.
    Qualcuno scorda la portata economica che movimenta l’ente Parco.
    Altro che politica!


  • e io ti voglio pagare bene

    Ho la vaga impressione che non avete capito il post articolo…eppure e semplice da capire…..Se non capite queste cose….Non oso immagginare , cose piu’ complesse…..Invece di criticare il modus operandi per la scelta dei candidati alla Presidenza del Parco…questi criticano…Chi con questo post vuole farli capire come stanno le cose. Non esiste nessun Requisito previsto per legge e una nomina calata dall’alto…e questo che dovevate capire…ma vedo che per alcuni la cosa difficile e imbarazzante da capire.


  • la pasta riccia si vende solo a Napoli

    frasi sgrammaticate, abbondanza di puntini di sospensione e pensiero fumoso:
    tutti marchi di fabbrica per chi conosce il soggetto


  • Mario

    tra i commentatori precedenti c’è anche l’aspirante vice….


  • Franco

    La sgrammatica al potere…


  • Mario

    Tanto al parco per i comunicati c’è l’addetto stampa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi