Economia
Ancora una volta dall’Istat arrivano dati estremamente altalenanti sul fronte economico

Istat, cala fiducia consumatori Aprile

"Senza una ripresa strutturale della fiducia delle famiglie, la domanda interna non uscirà dal pantano"


Di:

Roma. Ancora una volta dall’Istat arrivano dati estremamente altalenanti sul fronte economico. Lo afferma il Codacons, commentando i numeri sull’indice di fiducia dei consumatori. “La fiducia delle famiglie è su un’altalena, e sale e scende di mese in mese – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Lo stesso vale per le imprese, con dati che variano da positivi a negativi nell’arco di pochi giorni. Questa alternanza non è certo utile ai fini della ripresa del paese, perché attesta una grande variabilità degli indicatori economici e si riflette, specie per quanto riguarda i consumatori, sugli acquisti e sui consumi nel breve periodo”. “Senza una ripresa strutturale della fiducia delle famiglie, la domanda interna non uscirà dal pantano, con effetti sulle imprese e sull’occupazione” – conclude Rienzi.

Istat, cala fiducia consumatori Aprile ultima modifica: 2016-04-27T13:46:19+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Raffaele Vairo

    Son ormai anni che sostengo quello che Carlo Rienzi (Presidente Codacons) ha di recente dichiarato: “Senza una ripresa strutturale della fiducia delle famiglie (e delle imprese), la domanda interna non uscirà dal pantano, con effetti sulle imprese e sull’occupazione”. Per rilanciare la domanda aggregata interna (consumi e investimenti) occorre abbassare la pressione tributaria sulle famiglie e le piccole e medie imprese. E’ necessario, altresì, aumentare le retribuzioni e il potere di acquisto dei lavoratori dipendenti. Questo politica economica non può essere implementata se non cambiano radicalmente le regole sull’Unione monetaria europea. Cambiamento fortemente contrastato, soprattutto, dalla Germania!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This