FoggiaManfredonia
Ancora oggi continuano a registrarsi vittime e incidenti sulla strada statale indicata

Messa in sicurezza SS89 Foggia – Manfredonia, interrogazioni dal 2007

Interventi per la messa in sicurezza della SS 89 erano stati richiesti con interrogazioni parlamentari già nel gennaio 2007. Dunque oltre 10 anni fa


Di:

Bari. “PUGLIA. Numero di lavori in corso: 13. Nuove costruzioni: 4. Manutenzione straordinaria: 9. Importo totale (Euro): 206.099.662,18. Strade interessate: SS16 Adriatica. SS96 Barese.SS7 Via Appia. SS90 delle Puglie. SS 613 Brindisi Lecce. Strada statali varie (Dal Km 0,000 al Km 17,000 – SS 16 – 613 Lavori di MS per l`adeguamento delle barriere dal km 914+000 al km 915+500 della SS 16 e dal km 0+000 al km 17+000 della SS 613 – Dal Km 105,705 al Km 114,750: Tronco Gravina-Bari: tratto da fine variante di Toritto a Modugno tra il km 105+705 ed il km 114+750. compresa la variante di Palo del Colle). SS 694 Tangenziale Ovest di Lecce”. Queste 21.04.2017 le “Info Cantieri” dell’ANAS relative a “lavori in corso per la costruzione di nuove opere e per la manutenzione straordinaria” in Puglia. Non risultano al momento interventi sulla SS89 Garganica Foggia – Manfredonia.

Interventi per la messa in sicurezza della SS 89 erano stati richiesti con interrogazioni parlamentari già nel gennaio 2007. Dunque oltre 10 anni fa.

Le dichiarazioni di Bordo nel 2009

“Con la crisi economica in atto il Governo si permette il lusso di tagliare i fondi a un’opera ormai prossima alla cantierizzazione, indispensabile per elevare la sicurezza degli automobilisti e sostenere lo sviluppo del turismo in Capitanata”. Così si era espresso (fonte: puntodistella.org) Michele Bordo, deputato PD, nel 2009, commentando “il mancato finanziamento dei lavori di messa in sicurezza della Ss. 89, nel tratto compreso tra Amendola e Manfredonia”, peraltro “ampiamente ipotizzato all’indomani del salasso finanziario imposto all’Anas per far quadrare i conti di una manovra finanziaria poco attenta alle esigenze delle regioni meridionali”.

“Il Governo Prodi inserì il progetto nell’elenco delle priorità da realizzare in Puglia nel periodo 2007-2013, assegnando un finanziamento di 44 milioni di euro, anche in attuazione del programma ANAS 2007-2011, previsto dalla legge Finanziaria 2007. Tant’è che il 17 ottobre 2007 ci fu la pubblicazione dell’avviso con cui il Compartimento della viabilità per la Puglia formalizzava l’attivazione delle procedure per la cantierizzazione dei lavori nel tratto che collega l’aeroporto di Amendola alla tangenziale di Manfredonia”.

“L’opera in questione ha tutte le caratteristiche e i requisiti di un investimento anticiclico a breve termine – riprende aveva detto Bordo – che è quanto chiedono le imprese, in particolare quelle meridionali, per rimettere in moto la macchina produttiva e bloccare l’emorragia di posti di lavoro. L’atteggiamento del Governo Berlusconi appare sempre più illogico e controproducente – conclude – e a pagarne le conseguenze saranno i milioni di viaggiatori che annualmente percorrono quel tratto della statale 89: una strada su cui si verificano mediamente 50 incidenti all’anno con feriti o vittime”.

Purtroppo,ancora oggi continuano a registrarsi vittime e incidenti sulla strada statale indicata.

La risposta dell’allora ministro Matteoli

Atto Camera – Risposta scritta pubblicata lunedì 23 marzo 2009 nell’allegato B della seduta n. 150 – all’Interrogazione 4-01183 presentata da MICHELE BORDO

”Risposta. – In riferimento all’interrogazione a risposta scritta in esame, si forniscono i seguenti elementi di risposta.

L’Azienda nazionale autonoma strada (ANAS) ha predisposto il progetto definitivo relativo all’ammodernamento della strada statale 89 «Garganica», nel tratto tra l’aeroporto di Amendola e la tangenziale di Manfredonia. Detto progetto, che ha ricevuto tutti i pareri favorevoli prescritti dalla vigente normativa, ha un costo complessivo di 57.338.000 euro ma non dispone di completa copertura finanziaria.

All’opera era stato stanziato l’importo complessivo di 44 milioni di euro a valere delle risorse del Quadro strategico nazionale 2007/2011, inserendolo nella tabella I del contratto di programma ANAS 2008, in quanto appaltabile entro l’anno.

Tuttavia, l’indisponibilità dei fondi del Quadro strategico nazionale ha comportato il differimento dell’appalto all’anno 2009 rispetto al quale il costo aggiornato presenta un residuo da finanziare pari a 13,4 milioni di euro. È in corso l’aggiornamento del progetto definitivo ai fini del successivo bando di appalto integrato.

Al riguardo, in accordo con quanto comunicato dalla Ragioneria dello Stato, si ritiene che il finanziamento di tale incremento di costo possa essere proposto a valere delle poste finanziarie destinate al prossimo contratto di programma ANAS 2009, qualora sia verificata la disponibilità dei fondi del Quadro strategico nazionale. Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti: Altero Matteoli”.

FOCUS
INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/01183 presentata da BORDO MICHELE (PARTITO DEMOCRATICO) in data 20080930

http://dati.camera.it/ocd/aic.rdf/aic4_01183_16

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA – 4/01183. OPERE DI AMMODERNAMENTO DELLA STRADA STATALE 89

Anas, lavori di manutenzione SS89 Garganica – Servizi di manutenzione ordinaria degli impianti di illuminazione e tecnologici

Serena Pellegrino: Commissione Ambiente, sui crolli dei ponti audizione Presidente Anas

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata

Messa in sicurezza SS89 Foggia – Manfredonia, interrogazioni dal 2007 ultima modifica: 2017-04-27T13:54:05+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
10

Commenti


  • lettore

    oggi c’è stato un incidente anche molto grave proprio di fronte l’ingresso dell’aeroporto militare di Amendola, c’era una ford grigia praticamente distrutta poi tanti carabinieri etc. speriamo che tutta la gente coivolta se la sia cavata.


  • Redazione

    Buongiorno “lettore”, puo’ fornirci gentilmente ulteriori informazioni? Orario, forze dell’ordine intervenute? Grazie


  • Lettore

    Ero a bordo del pulman delle ferrovie del Gargano partito da foggia alle ore 11,30, verso le 11 e 50 circa sulla strada c’era un una Ford focus grigia (almeno mi sembrava) con mostrava i segni di un forte impatto praticamente semidistrutta airbag aperti eetc sul posto c’erano carabinieri e mezzi di soccorso stradale e un gruppo abbastanza nutrito di persone. (La ringraziamo, gentilissimo,ndr)


  • Lettore

    Ho effettuato un ricerca approndita ed ecco il risultato:

    http://www.vocedelgargano.it/amendola-incidente-stradale-sulla-strada-statale-89/

    Quella è una strada maledetta, è disseminata da incidenti del passato con centinaia di morti e migliaia di feriti, è pericolosissima non ho capito le istituzione che cosa aspettano a metterla in sicurezza:

    gard rail
    rete di protezione ai bordi della strada anti intrusione animal.
    limiti di velocità con tutor sempre attivo.
    Buona serata


  • DIVORZIO ALLA MANFREDONIANA

    e quella strada dovrebbe portare le autobotti del gpl?


  • ezio

    DIPENDE TUTTO DAL MANCATO RISPETTO ELLE REGOLE, SOPRATTUTTO LA VELOCITÀ. QUALCHE MIGLIORAMENTO PORTERÀ DEI BENEFICI, MA NON BISOGNA BUTTARE UN SACCO DI SOLDI. CHI NON SA GUIDARE O NON VUOLE ADEGUARSI AL VIVERE CIVILE, VA TOLTA LA PATENTE A VITA.


  • Osservatore attento

    Allora bisognerebbe togliere la patente a mezza Manfredonia visto che vige la regola “ferrea” di parlare sempre al cellulare durante la guida specialmente da parte del gentil sesso e ha chattare in città e fuori città compreso camionisti e quant’altri! A Manfredonia poi quasi nessuno rispetta le regole del codice della strada, dai pedoni ai ciclisti, ai centauri e agli automobilisti.


  • cittadino in difesa di Manfredonia

    Quella strada abbisogna SIC ET SEMPLICITER DEL RISPETTO dicasi e leggasi R I S P E T T O del limite di velocità ( km 90 / h ) da parte di TUTTI i transitanti in auto , a qualsiasi ora del giorno o della notte!!! Poi si dovranno usare i dispositivi di sicurezza adeguati e relativi soprattutto a certi tratti della strada ( v. San Leonardo o Basilica di Santa Maria Maggiore di Siponto …..). Quando si adotterà in maniera corretta il continuato e sicuro rilevamento degli eccessi di velocità ?


  • cittadino in difesa di Manfredonia

    PRIMA DI TUTTO RISPETTO DEL LIMITE DI VELOCITÀ’ che su quella strada non esiste ( 90 km /h) : tutti trasgrediscono , tranne nei pressi di Amendola !!!! Poi a chi di competenza l’onere di mettere in sicurezza tratti di strada più difficili ( vedi San Leonardo o Basilica di Santa Maria Maggiore di Siponto oppure quel luogo dove si incrociano cavalli ” allo stato brado ” ) Poi nessuno vieta di elevare giuste contravvenzioni pesanti a chi trasgredisce . I mezzi tecnologici sono tanti e quindi vanno saggiamente adoperati per la salvaguardia delle vite umane!


  • ANTONIO

    buongiorno a tutti
    Sono un parente della coppia”falciata” sulla SS89 davanti all’ abbazia di San Leonardo. Per prima cosa un GIGANTESCO GRAZIE DI CUORE a tutti gli intervenuti che, a rischio della propria incolumità, hanno anche protetto il luogo dell’incidente evitando che i corpi riversi sull’asfalto fossero ulteriormente martoriati dai i veicoli in transito. Mi chiedo: dov’erano quelli che avevano il compito di assicurare la sicurezza della circolazione stradale? Io non so chi siano(nella vita faccio altro) ma loro certamente si. SONO VITE CHE SI PORTERANNO SULLA COSCIENZA(se una ne hanno).Sbandierano ristrutturazioni e turisti in aumento come un dato da utilizzare a soli scopi personali e senza preoccuparsi della sicurezza delle persone che frequentano quei luoghi. Alle sollecitazioni ad adempiere una sola risposta in perfetto stile pilatesco: NON SIAMO COMPETENTI. Se, quindi, il problema della sicurezza è impossibile da risolvere, alla faccia dei soldi pubblici spesi per le ristrutturazioni, come anche asserito da qualcuno dell’abbazia stessa: CHIUDIAMO L’ACCESSO ALL’ABBAZIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi