Manfredonia
"Comune collabori"

Abusivismo a Manfredonia, R.Bisceglia “Piadinerie tavoli e tavoli, ma su quale norma?”

"Io non so perché vengono date concessioni di aree attrezzate"

Di:

Manfredonia. “(…) Quando ci sono le norme che prevedono determinate cose, non si deve dare l’abuso di fare attività di commercio di somministrazione su aree non attrezzate, perché i ristoratori hanno ragione a lamentarsi, pagano i fitti, il personale, e alla fine ci rimettono (…) Ripeto, fino a quando ci saranno i requisiti, nulla questio, ma se non ci sono, alimentiamo un abusivismo, e quindi andiamo contro queste persone, anche loro pagano le tasse. Perché devono essere costretti a fare tutto quello che le norme vogliono mentre gli altri se ne infischiano delle norme igienico sanitarie?”. Così la consigliera comunale di Manfredonia Rosalia Bisceglia, Dirigente Medico del S.I.A.N. dell’ASL/FG, come emerge dall’interrogazione consiliare letta in Consiglio lo scorso 20 maggio 2016.

TESTO INTEGRALE (TRASCRIZIONE) . ”(…) sappiamo benissimo che a Manfredonia, ma anche nelle province limitrofe, c’è abusivismo. L’abusivismo itinerante di frutta e verdura deve essere però controllato dall’Annona e non dall’ASL. (…) ci tengo che vengano rafforzati i controlli annonari. Noi dell’ASL possiamo intervenire, ed interveniamo, laddove i cittadini, quindi gli ambulanti, abbiano una autorizzazione, quindi sia sanitaria, sia amministrativa”.

Decreto Bersani, decreto Bersani. Si parla di decreto Bersani. Quindi il commercio ambulante itinerante riguarda soltanto il commercio e la vendita dei prodotti su aree pubbliche, caro Assessore. Quando si parla di decreto Bersani si parla di attività artigianali, quali pizzerie, panificatori, rosticcerie, che sono delle attività artigianali sì ma da asporto. Cosa significa? Che non possono, quindi, l’asporto avere aree attrezzate con tavoli e sedie. Bersani dice: se i prodotti della pizzeria, del panificio vengono consumati in loco, si possono dare qualche tavolo, qualche tavolo senza sedie. Manfredonia è piena di tavoli e sedie. Quindi io non so perché vengono date concessioni di aree attrezzate. Non solo, il decreto Bersani parla anche di requisiti igienico sanitari. Ma caro Assessore (Cinque,ndr) lei dimentica che (..) le ordinanze sanitarie del Ministero che regolano le attività di commercio, quindi la somministrazione di commercio sulle aree pubbliche è data dall’ordinanza ministeriale del 2002, ordinanza che prevede (..) la presenza di servizi igienico sanitari, che vi piaccia o meno. (..) La Regione Puglia le ha legiferate, le ha fatte sue, ma Manfredonia no, non c’è, perché se noi davanti alla Pretura ci troviamo centinaia di posti a sedere, se andiamo adesso ce ne stanno come minimo una quarantina, con il bel televisore e un automarket, che è una tipologia di tipo A. Sì, e che significa di tipo A? Che questo è un ambulante, bene, in un posto con un posteggio fisso. Bene. Posteggio fisso, non c’è nessuna norma che dice che deve dare i prodotti per somministrare e sedersi al tavolo. L’area che avete dato deve avere i requisiti del decreto ministeriale, che non ha.

Quindi il Comune come può dare un’area di sosta se i requisiti igienico sanitari non ci sono? . (…) E’ chiaro che noi dobbiamo tutelare i cittadini, e mi dispiace quando mi sento dire… perché il cittadino deve essere tutelato sia per la salute e sia per la sicurezza degli alimenti, quindi doppiamente, io devo fare prevenzione. Purtroppo sono Consigliera ma anche un medico che lavora in questo campo (…) quindi in sede non di aree pubbliche, ma attività di commercio nelle strutture private, chiamiamole così, quali sono l’esercizio di vicinato, per esempio, o i ristoranti e pizzerie, quando si chiedono i pareri vengono messi in atto tutti i requisiti igienico sanitari previsti dalle norme, quindi le areazioni, le finestre chiaramente, l’incanalamento dei fumi e dei vapori con canne fumarie al di sopra del tetto, che a Manfredonia non vengono recepite queste norme, poi ci troviamo la Procura che ci chiama e poi facciamo chiudere le attività che non hanno queste norme messe in atto, che sono presenti pure nei nostri regolamenti del Comune di Manfredonia. Quindi tutte queste cose a me dispiacciono, perché è chiaro che quando si vanno in queste strutture si chiede tutto, quando siamo su un’area pubblica si fa di tutto e di più, senza tener conto dei requisiti igienico sanitari. Il servizio dell’ASL non è un servizio che ha centinaia di persone, forse una sola, quindi una persona non può fare tutto.

Allora, cosa ci vuole? La collaborazione da parte vostra, caro Assessore. Quando ci sono le norme che prevedono determinate cose, non si deve dare l’abuso di fare attività di commercio di somministrazione su aree non attrezzate, perché i ristoratori hanno ragione a lamentarsi, loro pagano i fitti, pagano il personale e alla fine ci rimettono, perché se noi diamo la possibilità senza i requisiti (..) Quindi io chiedo una maggiore attenzione per quanto riguarda questo problema, e quindi tutte le attività che sono artigianali non devono avere… la ristorazione in loco, così come pure le attività sull’area pubblica, a meno che non ci siano le condizioni richieste. Quindi questo è chiaro, adesso lungo il corso Manfredi esce una piadineria e ci mette i tavoli fuori, esce un’altra piadineria e ci mette altri tavoli fuori, ma (..) su quale norma, su quale base, perché si deve fare questo? Il lavoro si fa anche stando in piedi. Se la norma prevede che io devo mangiare il panino in piedi, lo devo mangiare in piedi, altrimenti vado laddove lo posso mangiare seduto, dove c’è la ristorazione al tavolo.”

Il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi (ph matteo nuzziello)

Il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi (ph matteo nuzziello)

Replica Sindaco. “(..)è assolutamente, diciamo, fuori luogo attribuire al Comune compiti che hanno bisogno del concorso di altri enti, che mi dispiace doverlo dire, sono assolutamente assenti. Al di là del fatto che noi suppliamo ad attività, diciamo, che rispetto alle quali abbiamo anche, diciamo, scarsa competenza, ma suppliamo ad attività che sono di stretta competenza di altri uffici e di altri enti. Io devo riconoscere il positivo e il propositivo ruolo della dottoressa Rosaria Bisceglia, non posso riconoscergli l’interrogazione come Consigliere Comunale. Perché? Proprio i dipartimenti di prevenzione in questa città sono assolutamente assenti, non ci sono. Vorrei sapere… io parlo con i fatti. Tu sei la sola, fatto che sei da sola di fatto è una limitazione reale al controllo delle attività. Vorrei sapere quanti campioni di acqua si esaminano, quante attività commerciali vengono esaminate, vorrei sapere con quale supporto…”

“Va be’, ma non è questo, poi lo esporrai in un’altra sede. Con quale supporto della Polizia, delle Forze dell’Ordine questa attività viene espletata, in quale ore viene espletata e con quale, diciamo, programmazione viene espletata? Cioè tutte queste cose in questa città, e non solo in questa città, poi non parliamo di quello che succede in altri posti, dove i ristoranti stanno negli scantinati, Mattinata stanno i ristoranti negli scantinati. I bagni sono un metro per cinquanta centimetri, io per entrare faccio uscire prima la porta e poi entro io, poi se ho tempo rimetto la porta a posto. Allora, il tema qui è molto complesso, noi non possiamo far finta che c’è stato un anno X dove si è partiti, da quell’anno ci dobbiamo mettere tutto a posto. Non è così, e lo sappiamo tutti, lo sappiamo tutti. Poi ci sono abusi, gli abusi vanno perseguiti, penalizzati, sanzionati, bisogna fare tutte le attività necessarie e noi, mi permetto di dirlo, mi prendo l’onere di dirlo, lo facciamo senza guardare in faccia a nessuno, almeno io lo faccio ad ogni puntuale segnalazione, segnalo al Corpo dei Vigili Urbani e pretendo, se lei vuole le farò pervenire le decine di segnalazioni alle corrispondono precise relazione del Comando della Polizia locale, quindi noi da questo punto di vista garantiamo tutta la nostra presenza sul territorio. L’Annona fa quello
che deve fare”.

“Forse il Consiglio Comunale si dovrebbe prendere l’onere, come è successo in altre città, di fare il regolamento di igiene urbana, perché è assolutamente inconcepibile, diciamo, passare con l’idea che siccome ci sono stati decreti ministeriali al 2003, provvedimenti successivi al 2000 o addirittura prima del 2000, noi possiamo pensare che attività… allora le dobbiamo chiudere, se le dobbiamo chiudere bisogna dirlo…”.

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
50

Commenti


  • zak

    Cittadini non comprate piu’ dagli abusvi! Solo cosi’ il problema si ridolvera’


  • ioshua

    Questa signora di monte s.angelo..ha mai richiamato qualcuno del suo paese?..le leggi valgono per tutto il territorio nazionale..


  • Deejay J-AX

    Questa signora è l’unica che ha le palle ! Più del sindaco Riccardi e di tanti altri… Al suo paese l’anno scorso ne ha fatti chiudere di abusivi… E vorrei proprio vedere quanti di voi cacasotti manfredoniani sareste capaci di andare a far chiudere qualcuno a Monte o a Cerignola! Informatevi prima di parlare.
    Se c’è una sola persona che potrebbe cambiare questo paese di ribusciati e lecchini, è solo la dott.ssa Bisceglia!
    Io proporrei la signora Bisceglia come candidato sindaco la prossima volta, altro che Zingariello e compagnia bella…

  • La salute e la sicurezza dei cittadini prima di tutto ma perché ancora adesso si sono accorti di queste situazioni e non sono solo queste .


  • svolta

    Ma per quando riguarda l’abusivismo commerciale per le vie della città di Manfredonia… questa dottoressa, Dirigente Medico del S.I.A.N. dell’ASL/FG, ancora adesso ha aperto gli occhi.
    e’ una vita è presente tale fenomeno e che viene denunciato su queste testate giornalistiche….. forse ha finito i sonniferi…..


  • dippia


  • Pasquale

    AZZ.. da che PULPITO arriva questa messa.
    Ma non e’ piu’ amica di partito di Angelo?.
    Chi e’ senza peccato scagli la prima pietra.


  • Manfredonia = Kabul

    SCONVOLTO! Viste le terribili e vergognose modalità di vendita a Manfredonia ero convinto che nn ci fosse alcuna istituzione viva e attiva. Oh che bella notizia!!
    Ma jetvnn!!! Vengono violate SFACCIATAMENTE le norme e le leggi sia sanitarie che giuridiche e amministrative!


  • ENZO

    Dottoressa, ma non era dello stesso movimento di Carlo CINQUE?
    Poi, evviva la legalità, ma deve essere uguale x tutti.


  • Carlo

    …a Manfredonia le cose stanno cambiando. A Manfredonia si inizia a respirare un pò d’aria nuova. Finalmente qualcuna o qualcuno ha il coraggio di fare il proprio lavoro. Ogni lungo viaggio inizia con il primo metro per arrivare infine lontano.
    Invece di criticare dobbiamo collaborrare aiutando chi di mestiere deve controllare fornendogli le segnalazioni necessarie.
    Lasciamo un paese migliore ai nostri figli.


  • sfasc

    bravissima.la.sgnora.bisceglia
    e.non.il.sindaco…perche,non.manda
    acontrollare.-
    si.prendono.il.caffe.alla per.2.ore
    e.se.ne.vano.ingiro.senza.fare.niente
    e.noi.paghiamo…basta


  • paolo

    Replica Sindaco. “(..)è assolutamente, diciamo, fuori luogo attribuire al Comune compiti che hanno bisogno del concorso di altri enti, che mi dispiace doverlo dire, sono assolutamente assenti. Al di là del fatto che noi suppliamo ad attività, diciamo, che rispetto alle quali abbiamo anche, diciamo, scarsa competenza, ma suppliamo ad attività che sono di stretta competenza di altri uffici e di altri enti. Io devo riconoscere il positivo e il propositivo ruolo della dottoressa Rosaria Bisceglia, non posso riconoscergli l’interrogazione come Consigliere Comunale. Perché? Proprio i dipartimenti di prevenzione in questa città sono assolutamente assenti, non ci sono. Vorrei sapere… io parlo con i fatti. Tu sei la sola, fatto che sei da sola di fatto è una limitazione reale al controllo delle attività. Vorrei sapere quanti campioni di acqua si esaminano, quante attività commerciali vengono esaminate, vorrei sapere con quale supporto…”
    “diciamo” – la prossima volta è meglio che rispondano gli uffici in forma scritta, altrimenti, come si evince dai verbali, non ci facciamo una bella figura.


  • Cittadini indifesi

    VENDERE PRODOTTI ALIMENTARI SENZA INDI CAZIONI DI PREZZI, SENZA ETICHETTATURA, SENZA INDICAZIONE DI ORIGINE E SENZA RILASCIO DI SCONTRINI E’ GRAVISSIMO! E LA TARA DELLE BILANCE? E LE MODALITA’ OPERATIVE DI DISBRIGO ATTIVITA’ DI VENDITA? A VOLTE SEMPLICEMENTE RACCAPRICCIANTE!! EPPURE CI SONO I CARABINIERI DEI NAS, GUARDIA DI FINANZA, CAPITANERIA DI PORTO, VIGILI ANNONARIA, VIGILI SANITARI O UFFICIALE SANITARIO, VIGILI URBANIN, POLIZIA AMBIENTALE E TUTTO IL RESTO DEL CARROZZONE!!


  • michele

    premetto di aver avuto difficoltà a comprendere l’articolo nella forma poco italiana e molto “paesana”,credo che ancora una volta pare evidente un chiaro conflitto di interesse tra chi è nella maggioranza e governa e quindi deve tutelare la salute dei cittadini,e chi come dirigente asl è tenuto a far rispettare le leggi senza se e ma!ora mi chiedo se non sia il caso di trasferire immediatamente la dott,ssa in questione in altra sede dove potrà svolgere il suo prezioso lavoro con serenità e senza il rischio di incorrere in quel che i latini chiamavano “perito peritorum”!!!!per fortuna che a manfredonia l ‘opposizione latita sennò sai che risate che un consigliere di maggioranza faccia certe interpellanze!!!!


  • teresa

    ma i NAS e la FINANZA che fanno? stanno a guardare?
    Perche dare la colpa alla dottoressa o al sindaco di questo mal costume.
    c’è un chiosco bar appena restaurato che magicamente è diventato anche ristorante e lo fa alla luce del sole cioè non è nascosto tra le montagne ma tra palzzi che vengono inondati di fumi e odori di qualsiasi natura.
    il mercato rionale quello di santa restituta ed altri sono rischio colera, il pescato viene venduto ai margini di marciapiedi di strade a intenso traffico automobilistico,
    controlli fiscali zero.
    siamo proprio capitati male.
    fuggiamo o denunciamo anche le omissioni.


  • Anonimo

    Ki j succiss? Un altra col dolor di pancia ke non sarà stata accontentata dall amministrazione? Me fniml,ke fine mo jev tutt appost!!!!!


  • manfredoniano doc

    Ma caro d.j. ma quante cavolate hai detto. Ma tu la conosci la Bisceglia? Ma la conosci veramente come la conosco io? Una santa, onesta e perfetta.


  • Re in pasta

    Non serve candidarsi in politica e poi ricoprire il ruolo ASL, troppo bello prima …… E poi ……


  • Pasquino

    Non mi sembra che sia sola ma ci sono anche i vigili sanitari. Più controlli vuol dire più igiene e più sicurezza sanitaria per i cittadini acquirenti.Poiché prima, con qualcuno, erano culo e camicia, come mai questo cambiamento? Non è che e’ soltanto il gioco delle parti?


  • giorgio

    Ma perche parlate e dite solo fesserie, attenzione, la testa non esiste solo per dividere le orecchie.
    Avete sempre qualcosa contro il Sindaco, ma per piacere.
    Chi è colui o costei che fa il proprio dovere? La dottoressa Bisceglie’ Ma per cortesia….
    Va solo dove dice Lei, …poi secondo me, non potrebbe stare in politica…per incompatibilità del suo lavoro………..
    Ma vogliamo il tirismo o no? come mai ina ltre parti dell’Italia, esiste tutto questo e solo qui non è possibile fare un c……..solo perche esiste la Dottoressa Bisceglie??????
    Sicuramente il terrore che impone sui commercinati,,,,cara dottoressa non ti fa onore..anzi……
    ……………….


  • Matt

    Le istituzioni e la pubblica amministrazione hanno più pecche e rispettano Keko kit e dei privati
    E poi come diceva il sindaco se vai a mattinata o a Vieste , quelli che tutti definiscono paesi turistici, ci sono attività nei box e senza bagni, esagerando
    Io dico che ci vuole un po di elasticità in tutto e in tutti


  • agguerrito

    L’annona fa il proprio dovere ed i vv.uu. idem?
    Sei più – di una 30 € intera.
    Ma in che città vivi?
    L’annona è inesistente ed i vv.uu. comandati da un soggetto messo lì non so da chi, non sono da meno.


  • Emanuele

    la dottoressa bisceglia ha ragione però su un punto si è sbagliata….
    Il fatto di vedere ovunque tavoli e sedie non vuol dire che sono autorizzati.
    qualche giorno fa sono andato a chiedere informazioni per conto di un amico che ha un bar e nell’ufficio per le occupazioni dei tavoli a momenti pretendevano anche il codice sanguigno….cè voglio dire almeno io ho notato che le autorizzazioni sono molto difficili da ottenere perchè pretendono un sacco di documentazioni quindi secondo me quelli che la dottoressa vede sono abusivi,


  • Serpente pungente

    Salve,vorrei ricordare ai cittadini di Manfredonia che abbiamo una amministrazione oggi proprio senza l’istruzione e la cultura di governare politica, di questo paese,in quanto aver letto e sentito notizie come la famosa (in corso,ndr) del Sindaco,indagato e imputato,mi chiedo o vi chiedo..come si fa a governare una bella cittadina di Manfredonia con questi politicanti ? ..per non parlare ass.Cinque per la rinuncia del posto in capitaneria per fare l’assessore al commercio. (il lettore si interroga sui titoli necessari,ndr) . .,alla fine la bella sig.dott. Bisceglia che fa bene a gridare *giustizia e legge* quello che oggi non c’è, ! ma dovrebbe farlo con tutti. ….però almeno abbiamo qualcuno che attua la legge..mi dispiace dei cittadini di Manfredonia ma abbiamo perso il concetto della competenza professionale con cultura ,almeno la precedente amministrazione era abbastanza culturale tra avvocati e laureati reali. Grazie di aver letto ma rileggetelo almeno una volta in più. . capirete dove vivete.


  • Gaetano

    Una buona posizione all’asl ed è pure in politica. Non ci si fa mancare nulla


  • Franco

    Un soprassalto di legalità…


  • Gemmy

    Per non parlare del chiosco della villa comunale, da vendere vende creps, gelati, occupa la strada del corso bcon materiale, addirittura vi ha messo un tavolo da ping pong nella stradina di accesso al castello. Io se fossi un amministratore di questa città mi vergognerei .. ma di che stiamo parlando.


  • Made in Sud

    Ho chiuso la mia attività, perché in zona pretura non ci poteva essere competizione con chi da Aprile a Settembre ha la forza di offrire oltre al buon cibo, anche 100 tavoli preticamente in riva al mare. A tutto ci deve essere un limite, non dico di far chiudere le attività, ma il minimo rispetto delle regole si..


  • Infermiere

    Ma quale una con le palle, questa é il secondo (giudizio negativo,ndr) della citta(il primato resta al sindaco) chiede a locali condizioni igieniche sanitarie più che perfette ,poi per strada si vendono alimenti di ogni genere senza una sola norma rispettata e tutto rigorosamente in nero, per non parlare del favoloso mercatino di via santa restituta ,autorizzato dal Comune ,dove la sporcizia, privo di le più basilari norme igieniche ma grande contenitore di voti é autorizzato a fare i -comodi suoi e i registratori di cassa pare non sono mai stati inventati?


  • manfredoniano

    Basta con questo scempio tutte le vie sono invasi da questi abusivismo, senza regole igieniche. Le autorità dove, basta di chi avete paura. Credo che tutti lo vedono quello che accade nelle vie di Manfredonia e mercati. Immaginabile vedere queste cose nelle altre città solo da noi ce questa eccezione. Gente non comprate da chi non è a norma vi fate del male pure di risparmiare qualche Euro.


  • Mastro Birraio

    Ecco perché chi occupa cariche di pregio nelle istituzioni non può avere incarichi politici….(necessarie prove, ndr)….(puo’ denunciare presso gli organi competenti,ndr)


  • Le Profezie dell'Enigmista

    La Bisceglia che parla di abusivismo …… la fine del mondo è vicina .


  • Stop abusivo

    É tutta gente autorizzata, dopo i controlli chiamano chi hanno votato per risolvere il problema, questo é il vero cancro di Manfredonia


  • Serpente pungente

    Purtroppo la fine del mondo è abbastanza lontana perché noi esseri immortali sappiamo comportarci in questo pianeta due,avendo questi bei politici che fanno socialismo per ottenere voti..ma ormai la caduta politica è alle porte non esiste più coerenza e intelligenza, esiste solo business ,riguardante alla dottoressa Bisceglia secondo quello che vedo e l’unica che non guarda in faccia chi è. …. Se deve chiudere si chiude.quello che non fa l’amministrazioni ufficio annono, vogliamo domandare al sig.Sindaco se almeno chi è il vigile responsabile degli abusi, ?secondo me ad oggi non lo sa!!!,ecco perché le cose non vanno avanti non c’è Unione tra loro…vediamo se esce il nome dal responsabile al servizio per gli abusivi commerciali. ..allora io direi che qualcuno si deve rendere conto che non è per lui fare il politico ^dimissioni ^e dare spazio a persone politiche con titoli..


  • Manfredonia allo sbando............................................................

    Cara Dott. Bisceglia continui così…C’è d’ aprezzare questa signora….Scusate ma HA LE PALLE, al contrario di tanti altri politici di facciata che dovrebbero limitare giustamante queste concessioni….
    VOGLIAMO PARLARE DEI MARCIAPIEDI DI MANFREDONIA CHE SONO PIENI DI BANCARELLE!!!
    Un amministrazione che non riesce nemmeno a regolamentare quel minimo tecnico…


  • svolta

    Diciamola tutta…. da molto tempo a Manfredonia l’ANARCHIA unitamente alla ILLEGALITA’ ed alla CORRUZIONE, la fanno da padrona.


  • pepp

    Bravissima e corretta la Dott.ssa Bisceglia,come no!Prima medico – poi in politica… .


  • Franco

    Diciamo che se non fosse consigliere comunale di maggioranza, il suo sfogo sembrerebbe più genuino. Se le cose stanno così come dice dovrebbe lasciare il consiglio comunale e dedicarsi esclusivamente al suo lavoro di vigilanza sanitaria


  • Libero Speranzoso

    Mi piace, è bella tosta come Rosy Bindi. Solo le persone determinate possono sanare questa piaga sociale che ci offende da tanti anni. Forse altri politici ci hanno pensato ma solo Lei agisce.


  • LO SCONTRINO FISCALE

    COME MAI QUASI TUTTI I FRUTTIVENDOLI E NON SOLO NEI MERCATINI MA ANCHE NEI LOCALI COMMERCIALI NON RILASCIANO SCONTRINI FISCALI?
    QUALCUNO FA FINTA RILASCIANDO LO SCONTRINO DELLA BILANCIA CHE NN E’ CERTO FISCALE! POI SI LAMENTANO DI ESSERE VESSATI DALLO STATO QUESTI SIGNORI! A VOLTE MI CHIEDO SE IN QUESTA STRANISSIMA CITTADINA CI SIANO ISTITUZIONI VIVE E OPERATIVE! ANCHE PER I PRODOTTI ITTICI MICA SI SCHERZA QUASI TUTTO IN NERO!!

  • (necessarie prove,ndr) …….I A CHI LA VOTATA


  • Manfredonia = Baku+ Calcutta + Bogotà + Gibuti

    Povera Manfredonia…

  • Necessarie prove scrive la redazione lo sa tutto il paese anche se vogliono scrivere qualcosa voi non li fate leggere i commenti cancellate anche la minima stupidagine che si scrive SAC poi ve ne venite che censurate x la nostra sicurezza ancora skatta qualche denuncia ricordate solo chi sta in torto fa le denuncie x non far sapere realmente come stanno i fatti potete dire quello che volete ma e cosi si sa da che mondo e mondo
    (se pubblicavamo le sue frasi, senza alcuna prova, rischiava una denuncia per diffamazione; è nel suo interesse; comprovi le sue frasi con dati oggettivi, grazie; ndr)


  • Burattino senza fili

    E’ tutta una farsa..in questa città c’è anarchia di comportamenti perchè le leggi le rispettano solo le persone oneste ( pochissime)!


  • LINO

    e finitaaaaaaaaaaaaaaa


  • Vernel

    Smontate tutto sugli scogli


  • incazzata

    Fai lavorare tutti e non rompere!!!!


  • sempre gli stessi

    pare che alla sopra citata dottoressa sia stata interdetto il controllo nell’abitato di Manfredonia


  • pino

    Sei la rovina di Manfredonia. .hai fatto chiudere tante attività. …(non pubblicabile,ndr)..ti conoscono


  • Scar La Teglia

    Dottoressa comprendo il difficile compito che ha ma devo muovere una critica che scoraggia chi vuole mantenersi nella legalità. Se si decide di verificare la regolarità di chi occupa il suolo pubblico e serve pizze, cozze, grigliate bisogna farlo a tappeto per tutti. Perchè io che ho pagato sono il fesso che si fa fregare dalla concorrenza e sono destinato a chiudere. Mentre i furbi che non vengono controllati, oltre a non pagare l’occupazione, hanno più spazio e più clienti. Di consegenza guadagnano di più a danno mio che ho seguito la legalità. Quindi controllate TUTTI oppure nessuno, almeno va avanti chi è più bravo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati