ManfredoniaMonte S. Angelo
Lo riporta stamani "Il giornale di Monte"

“Il Tribunale rigetta l’incandidabilitá del Sindaco Di Iasio, di Vincenzo e Damiano Totaro”

"Si, è stata rigettata l’incandidabilità – ha detto al Giornale di Monte l'ex sindaco Di Iasio – il ministero è stato condannato al pagamento delle spese processuali"

Di:

Monte Sant’Angelo. CON recente provvedimento, il Tribunale di Foggia avrebbe annullato il provvedimento relativo all’incandidabilità dell’ex sindaco di Monte Sant’Angelo Di Iasio, di Vincenzo e Damiano Totaro. Lo riporta stamani “Il giornale di Monte”. Come noto, “in seguito alle vicende relative allo scioglimento del Comune di Monte Sant’Angelo per infiltrazioni mafiose era scattato anche il provvedimento di incandidabilità per tre componenti la maggioranza”. Stamani la notizia che il provvedimento sarebbe stato annullato. “Si, è stata rigettata l’incandidabilità – ha detto al Giornale di Monte l’ex sindaco Di Iasio – il ministero è stato condannato al pagamento delle spese processuali – continua l’ex Sindaco – siamo in attesa di leggere tutto il decreto per comprendere meglio tutto”.

Si ricorda come l’ex maggioranza del Comune di Monte Sant’Angelo aveva presentato ricorso al TAR avverso lo scioglimento del Consiglio Comunale di Monte Sant’Angelo.

ORDINANZA INTEGRALE PRIMA SEZIONE TAR LAZIO – 05.11.2015

FOCUS SCIOGLIMENTO CONSIGLIO COMUNALE MONTE SANT’ANGELO
Scioglimento Consiglio Com. M.S.Angelo: “pesanti condizionamenti criminalità organizzata”
Scioglimento Consiglio Com. M.S.Angelo, i motivi della relazione (I)
Scioglimento M.S.Angelo, dal Consiglio di Frazione agli appalti e alle assunzioni (II)
Scioglimento Consiglio M.S.Angelo, ricorso al TAR: ‘La nostra una città sana”

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • vuoi vedere

    Oh noooo, adesso c’è il rischio che a luglio vadano via i commissari, come faremo!!! Non sarà più primavera… le rondini andranno via, la fame nel mondo non sarà sconfitta e la mamma degli imbecilli sarà di nuovo incinta!!!

  • Non canterei vittoria se fossi in Di Iasio e company. Spero ovviamente, come tanti montanari onesti che sento, che il comune rimanga commissariato per almeno un altro anno. Monte non tornerà indietro dopo i commissari, condivido quanto ha scritto oggi il direttore dell’Attacco, è stato dato l’esempio dai commissari e chiunque verrà dopo non potrà tornare alla vecchia politica degli intrallazzi e degli appalti ai soliti noti.

  • Questa cosa, se vera, non ha niente a che vedere con lo scioglimento che continua. In questi nove mesi abbiamo visto con i commissari che esiste un modo diverso e pulito di amministrare,non si potrà far finta di niente in futuro.


  • angelo

    Dopo questa notizia:Sono sicuro che stanotte avrò gli incubi solo al pensiero,del rischio che potremmo essere di nuovo governati da questi “AMMINISTRATORI” spero abbiano il buon senso di non ricandidarsi,altrimenti sono sicuro che col la loro politica di promesse ritorneranno di nuovo sulle loro poltrone,mi raccomando fin d’adesso non cascare di nuovo nelle loro finte promesse.


  • wl la giustizia

    Quindi se i colpevoli dello scioglimento ( secondo il prefetto) non sono colpevoli di niente, il Consiglio è stato sciolto per nulla? E’ questa la logica conseguenza, ingiustizia! Un tribunale della Repubblica ha stabilito questo non i giudici e commentatori della DOMENICA! Bene bene spero che a Monte torni la democrazia…


  • TONY PANTERA

    Caro Paolo (…),
    vedo che continui a non capire o a far finta di non capire.
    Il salomonico ed equanime Tribunale di Foggia ha emesso la succitata sentenza basandosi su elementi empirici e non su dicerie e maldicenze. In sintesi, ha asserito che, in modo quasi felpato, nella Relazione prefettizia, di cui tu parli e che consideri una sorta di Vangelo ineluttabile ed irrefutabile, sono scritte una marea di caz…e, che rappresentano in modo icastico le persone come te, ovvero: i “demonizzatori” di professione.


  • tony

    Spero che i montanari onesti non li rivotino…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati