Foggia
"Ogni giorno parte della stampa locale dedica colonne al cattivo operato dell’attuale gestione"

Lettera dipendenti Amgas SpA “Basta stillicidio mediatico”

"Con questa breve missiva non vogliamo mettere alla gogna alcuno"

Di:

Foggia. “Ogni giorno siamo costretti ad assistere ad uno stillicidio mediatico praticato nei confronti dell’azienda Amgas Spa e del nostro Presidente Pier Luca Fontana. Ogni giorno parte della stampa locale dedica colonne al cattivo operato dell’attuale gestione attribuendone colpe e responsabilità, assolutamente infondate, di un possibile tracollo. Oggi – attraverso queste poche righe – vogliamo manifestare il nostro più totale disappunto, prendendo con prepotenza le doverose distanze dall’opera infangante e diffamatoria che alcuni organi di informazione stanno attuando. La nostra deontologia professionale, ma soprattutto la nostra moralità, ci impongono a questo punto di porre chiarezza sull’operato del Consiglio di Amministrazione che sta cercando di porre tra gli obiettivi primari il benessere aziendale. Con questa breve missiva non vogliamo mettere alla gogna alcuno; al contrario vogliamo portare a conoscenza la collettività che il Presidente Fontana ed il CdA da lui presieduto stanno lavorando al meglio per il raggiungimento degli obiettivi comuni seguendo le logiche della trasparenza come espressione della Governance.

Il nostro riferimento corre al recentissimo licenziamento del direttore generale, l’ingegner Marcello Iafelice: un atto che non spetta a noi dipendenti giudicare, per questo aspetto ci saranno le dovute sedi competenti. Fino a prima del 2010 abbiamo assistito, con una sorta di inerzia intellettuale, non certa dipesa dalla nostra volontà, ad anni di gestione in cui è stato davvero impossibile intraprendere un percorso di affermazione dei diritti di noi lavoratori, depauperati di qualsivoglia potere di intervento nelle soluzioni riguardanti la vita aziendale. Un management che ha portato l’Amgas Spa sul baratro del fallimento; tant’è che ai dipendenti era stata del tutto occultata la vera situazione economica aziendale, mentre i libri contabili stavano, a nostra totale insaputa, per finire in Tribunale. Ma questa è storia. Tutte le scelte venivano prese ‘ a porte chiuse’ , nelle cosiddette ‘camere private’ e, solo a bocce ferme, venivano comunicate a noi dipendenti. Oggi, così come nel più recente passato, le cose sono cambiante; oggi stiamo vivendo in un clima in continua evoluzione dove vige una sola regola: quella della partecipazione. A differenza di quanto alcuni organi di informazione tendono a far credere, noi dipendenti, tutti, siamo costantemente informati delle decisioni importanti che interessano l’azienda; il Presidente Pier Luca Fontana ci consulta, ci interroga, ascolta le nostre istanze, rendendoci di fatto, non più parte passiva, ma parte attiva e partecipe del management. Perché, ed oggi ne abbiamo la certezza, siamo convinti che una buona comunicazione interna garantisca maggiore motivazione e produttività. Il tutto ad appannaggio unico del fruitore finale. Riscontriamo, finalmente, che le decisioni che riguardano il presente ed il futuro dell’azienda AmgasSpA vengono prese al netto delle logiche di spartizione privatistica o personalistica del bene comune. Oggi stiamo assistendo, con nostra profonda sorpresa, ad una politica di tagli degli sprechi e del superfluo, per poi reinvestire quel denaro risparmiato in efficienza aziendale premiando chi realmente merita all’interno dell’Amgas. Non a caso nei giorni scorsi siamo giunti alla positiva chiusura delle trattative contrattuali e delle vertenze con alcuni dei dipendenti AmgasSpA. Una rimodulazione del personale avviata circa sei anni fa e che giaceva nei cassetti dirigenziali.

Inoltre, in questa che noi definiamo una vera a propria ‘primavera aziendale’, è bene evidenziare che saremo pronti a difendere, in tutte le sedi opportune, la nostra azienda contro chi vorrà veicolare messaggi del tutto fuorvianti e non aderenti alla realtà sulle sorti future dell’AmgasSpA. Abbiamo ricevuto garanzie sia dal Socio Unico, sia dal nostro stesso Presidente: l’azienda di Viale Manfredi non è assolutamente in vendita. Non vi è alcuna trattativa in corso con fantomatici acquirenti, men che meno con ipotetici compratori interessati ad acquisire le quote societarie ad un prezzo nettamente inferiore rispetto al reale valore di mercato così come apparso su una testata giornalistica locale. È ora di dire basta a queste continue stoccate mediatiche basate su inquietanti falsità al solo scopo di produrre un’azione intimidatoria e gravemente diffamante nei confronti dell’azienda di Viale Manfredi e dell’attuale Presidente di Amgas Spa, Pier Luca Fontana. Vogliamo semplicemente continuare a lavorare in un clima di assoluta serenità che, da qualche tempo caratterizza tutto il nostro staff.

(Tutti i dipendenti di AmgasSpA, Foggia 27.06.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati