Manfredonia
Atto in allegato

Manfredonia, conferma aliquote TASI 2016 (ATTO)

Confermate le scadenze ordinarie della Tasi, quanto previsto dalla legge, ovvero del 16 giugno e del 16 dicembre

Di:

Manfredonia. CON recente delibera, il Consiglio comunale di Manfredonia ha applicato, come previsto dalla legge di stabilità 2016, la tassa sui servizi indivisibili alle unità immobiliari adibite all’abitazione principale e relative pertinenze (così come definite dall’art. 13, comma 2 D.L. 201/2011, convertito in L. 214/2011) per le sole categorie A/1-A/8-A/9 essendo escluse dalla tassazione le altre unità immobiliari destinate ed adibite ad abitazione principale sia dal possessore che dal detentore (inquilino o comodatario);

Al contempo ha confermato – per l’anno 2016 – le seguenti aliquote:
– aliquota abitazione principale categorie A/1-A8-A9 1,9‰
– aliquota abitazione principale ESENTE
– aliquota altri fabbricati 1,9‰
– aliquota aree fabbricabili 1,9‰
– aliquota unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al requisito della residenza anagrafica: ESENTE
– aliquota unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari: ESENTE
– Aliquota unità immobiliari abitazioni concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9: 1,9‰ con riduzione 50% della base imponibile, purché ricorrano le seguenti condizioni:
– il contratto sia registrato;
– il comodante possieda un solo immobile in Italia (tale agevolazione disciplinata ex art. 13 – comma 3 – lett. Oa) dell’art. 13 del D.L. n. 201 del 2011, si applica anche nel caso in cui il
comodante oltre all’immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate
nelle categorie A/1, A/8, A/9;
– il comodante risieda anagraficamente, nonché dimori abitualmente, nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato;
– Aliquota unità immobiliari concesse in locazione a canone concordato di cui alla legge 431/1998:
1,9‰, con riduzione del 25% dell’imposta
– Aliquota beni merci: 0%
– Aliquota fabbricati rurali ad uso strumentale: 1‰;

Confermate le scadenze ordinarie della Tasi, quanto previsto dalla legge, ovvero del 16 giugno e del 16 dicembre, con rata unica entro il 16 giugno; la Tasi, come l’IMU, rimane in autoliquidazione.

ALLEGATO
n013 del 30052016

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Palazzo "San Gennaro"

    Emblematica l’immagine del articolo: il lutto delle nostre misere tasche.


  • tutti a casa dovete andare

    Regali, regali, regali e ancora regali del sindaco riccardi e di tutta la giunta!
    Ma quando se ne vanno a casa e la smettono di usare Manfredonia per i loro interessi! La colpa e di chi li ha votati e che oggi si lamentano.
    Buttiamoli al nel bidone dell’organico! Senza offesa per l’organico! Ahahahaha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati