CapitanataSan Severo

Nuova disciplina dei sensi unici, Miglio illustra a San Severo

Di:

San Severo. Mercoledì 5 luglio 2017, alle ore 17,30 presso la Sala Conferenze della Biblioteca Minuziano in Largo Sanità, è in programma una conferenza aperta alla cittadinanza ed alle associazioni cittadine, in cui sarà illustrata la nuova disciplina dei sensi unici del territorio urbano di San Severo.

All’incontro prenderanno parte:
avv. Francesco Miglio – Sindaco di San Severo;
ing. Luigi Montorio – Assessore alla Programmazione Urbanistica e Piano Urbano del Traffico;
Giovanni Florio – Presidente V Commissione Consiliare;
arch. Antonio D’Alessandro – Mobility Manager del Comune di San Severo.

Nel corso dell’incontro saranno indicate tutte le più importanti modifiche introdotte con la nuova disciplina sperimentale dei sensi unici che sono state vagliate dalla competente Commissione Consiliare. Ma ecco le principali novità che saranno illustrate.

Per garantire la “circolarità alternata” dei tre principali flussi viabilistici, delineati dai tre anelli che infrastrutturano il centro storico, sarà necessario:
1) GIRO INTERNO: variare il senso di marcia di tre tratti stradali
• Via U. Fraccacreta, nel tratto compreso tra Via Zannotti e Via Soccorso;
• Via Roma, nel tratto compreso tra Via Mazzini e Via Daunia;
• Via S. Lucia, nel tratto compreso tra Via Daunia e Via R. Recca;
2) GIRO ESTERNO: variare il senso di marcia di un solo tratto stradale
• Via T. Solis, nel tratto compreso tra Piazza Incoronazione e Corso Garibaldi
3) ANELLO DI RACCORDO (CENTRO STORICO – 1ˆZONA DI ESPANSIONE) variare il senso di marcia di otto tratti stradali
• Via Belmonte, nel tratto compreso tra Via Volta e Via Salza;
• Via Salza, nel tratto compreso tra Via Belmonte e Via F. d’Alfonso;
• Via Pier Severino, nel tratto compreso tra Via F. d’Alfonso e Via F. Roseti;
• Via F. Roseti, nel tratto compreso tra Via P. Severino e Via M. Pignatelli;
• Piazza Bruno, nel tratto compreso tra Via F. Roseti e Via C. d’Ambrosio;
• Via Valeggio, nel tratto compreso tra Via C. d’Ambrosio e Via Magenta;
• Via Zannotti, doppio senso nel tratto compreso tra Via Castelli e Via Ergizio;
• Via Ergizio, nel tratto compreso tra Via Zannotti e Via G. Matteotti

Rapporti con il Trasporto Pubblico Locale.
Negli ultimi due anni con le FF.GG. sono state studiate varie ipotesi di ridisegno delle n. 5 linee urbane favorendo ipotesi di itinerari diretti di collegamento dalle singole periferie al centro con immediato ritorno al capolinea in max. 10 minuti.
Tale ipotesi ha implicato come riflesso l’inversione del senso di marcia in Corso Gramsci nel tratto compreso tra Via G. De Cesare e Via P. Matteo da Agnone per favorire il flusso di ritorno immediato verso la periferia.
Per garantire inoltre l’alternanza dei flussi nelle arterie parallele all’anello di raccordo è stata prevista l’inversione del senso di marcia in:
• Via Sicilia, nel tratto compreso tra Via Leccese e Via P. Nenni;
• Via Calabria, nel tratto compreso tra Via Leccese e Via P. Nenni;
• Via Trento, nel tratto compreso tra Viale Matteotti e Via Morigerato;
• Via Sirio, nel tratto compreso tra Via Morigerato e Via Zannotti;
• Via Borgonuovo, nel tratto compreso tra Via Risorgimento e Via S. Matteo;
Le variazioni che seguono invece, oltre a contribuire al completamento dell’alternanza dei sensi unici a ridosso dell’anello di raccordo, offrono la possibilità di immaginare un nuovo asse di collegamento intermedio tra il PEEC C ed il Palasport con conseguente diminuzione del carico su Viale 2 giugno:
• Via Verdi, nel tratto compreso tra Viale Due Giugno e Via Prezzolini
• Via Legnano, nel tratto compreso tra Via P. Matteo da Agnone e Via Magenta;
• Via A. Miroballo, nel tratto compreso tra Via Magenta e Via F. d’Alfonso;
• Piazzale PP.TT. nel tratto di collegamento tra Via A. Miroballo e Via A. Volta;
• Via A. Volta, intero tratto;
• Via Bari, nel tratto compreso tra Via Sicilia e Via Bologna.

È stata prevista l’istituzione del senso unico in Via Righi, nel tratto compreso tra Corso Leone Mucci e Via Calabria, per consentire al flusso veicolare proveniente dal PEEP A di accedere direttamente alla Rotatoria ex Mulino Casillo – Viale 2 giugno attraverso l’asse Via Ischitella – Via Righi. È stata prevista l’istituzione dei sensi unici in tutte le traverse di Viale Giacomo Matteotti in modo da consentire l’alternanza dei flussi da Via don Aldo Prato verso il comparto di Via don Minzoni e viceversa.

È stata prevista l’istituzione dei sensi unici in tutte le traverse di Via Matteo Tondi in modo da consentire l’alternanza dei flussi da Via Matteo Tondi verso Corso Leone Mucci e viceversa restando escluse da tale ritmicità le sole Vie G. Galilei e Manzoni in quanto uscenti su Via Sicilia.

È stata prevista l’istituzione dei sensi unici in tutte le traverse di Via A. Minuziano in modo da consentire l’alternanza dei flussi da Via A. Minuziano verso Corso G. Di Vittorio e viceversa.
Alla auspicabile esitazione positiva della sperimentazione dovranno essere previste rotatorie agli incroci di:
• Via don Felice Canelli con Via A. d’Aosta; (l’ipotesi prevede la svolta continua a sinistra per il flusso proveniente da Via A. d’Aosta verso Via don F. Canelli direzione Croce Santa per i soli autobus della tratta S. Severo-Lucera e mezzi pesanti)
• Via Salza con Via F. d’Alfonso.
I benefici più importanti.
• l’accesso diretto ai parcheggi del centro per chi proviene dall’autostrada;
• la creazione di un’isola pedonale in Piazza Incoronazione delineata dal quadrivio costituito dalle Vie T. Solis, Ergizio e dai tratti stradali latistanti Palazzo Benetton e Palazzi Fiore-Parisi;
• l’eliminazione dell’ingorgo in Piazza Incoronazione determinato dall’incrocio di due importanti flussi di traffico ivi confluenti dai due rami del giro esterno;
• la nuova disciplina della circolazione nella zona di Via T. Solis consente, nei giorni della sua chiusura al traffico, meno “convenienze di attraversamento” in quanto non ci sono pratiche uscite verso flussi di traffico già bloccati da un lato fino a Piazza Incoronazione e dall’altro fino a Corso Gramsci, per assenza della componente proveniente dal tratto compreso tra Via P. Matteo d’Agnone e via G. De Cesare;
• nei fatti si introduce una nuova configurazione dell’isola pedonale di Via T. Solis dai confini molto più ampi e più protetti dalle cattive abitudini.
Ulteriori future Possibilità.
• la richiesta di chiusura permanente di Corso Garibaldi deve comunque consentire il deflusso di componenti significative di correnti di traffico che all’attualità non sono pienamente valutabili ne preventivabili se non sarà provata, in via sperimentale, l’alternativa costituita dalla reintroduzione del doppio senso di marcia in Via T. Masselli e Via don Minzoni, asse viabilistico fondamentale della nostra città, previa eliminazione naturalmente del parcheggio sul lato destro direzione Ospedale.
• Va valutata sperimentalmente, la possibilità dell’introduzione del doppio senso di marcia in Via Leccese, almeno nel tratto tra Corso Leone Mucci e Via Sicilia, previa realizzazione di scivoli su ambo i lati per consentire il parcheggio delle autovetture in parte sui marciapiedi ed in parte sulla carreggiata (come in Via Pastrengo nel tratto tra Via Palmieri e Via F. Leuzzi).



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi